Solidarietà con Atene e Lisbona, avanguardia delle lotte dei popoli europei per un'altra Europa

E-mail Stampa PDF

di Fausto Sorini, segreteria nazionale, responsabile esteri PdCI

mavrikos parlamentoI comunisti italiani esprimono piena solidarietà alle lotte in corso in queste ore del popolo greco, guidate dai comunisti e dal sindacato di classe, in difesa della dignità nazionale e di una politica di pace e di giustizia sociale, minacciate dai diktat di una Ue oggi fondata sul triumvirato Merkel- Sarkozy- Monti, con il pieno sostegno dell'amministrazione Usa.

Siamo solidali anche con le lotte del popolo portoghese, per gli stessi obbiettivi, guidate dai comunisti e dalla CGTP, che hanno portato sabato in piazza a Lisbona oltre 300.000 persone, nella più grande manifestazione che la storia del Portogallo ricordi.

Grecia e Portogallo, i partiti comunisti e i sindacati di classe dei rispettivi paesi, sono in questo momento l'avanguardia e la punta più avanzata delle lotte dei popoli europei contro la politica reazionaria della Ue, per un'altra Europa.

Lavoriamo perchè i comunisti e il sindacalismo di classe del nostro Paese sappiamo fare la loro parte in questa lotta che sta assumendo ormai una dimensione europea, per un'altra Europa.

Così come a Genova nel 2001, anche oggi gruppi di provocatori professionali - travestiti da black block o da altro - stanno cercando di far degenerare le lotte operaie e di massa e di isolare il movimento di lotta dal più ampio consenso popolare e democratico.

Invitiamo tutti a capire, a distinguere, a non farsi fuorviare da campagne mediatiche interessate, ad essere consapevoli che una lotta è rivoluzionaria quanto più è di massa, organizzata, disciplinata.