Il rompicapo dei prezzi

E-mail Stampa PDF

oliogas condottodi Demostenes Florosabo.net

English version

Tra alti e bassi, agosto è stato un mese di ribilanciamento dei mercati del petrolio, con le qualità principali tendenzialmente in ribasso, le riserve dei paesi OCSE in ritirata e Cina e Russia che scoprono le carte per le prossime mosse energetiche

Ad agosto, la qualità di greggio Brent North Sea ha aperto le contrattazioni a 51,52$/b e le ha chiuse a 52,85$/b mentre il prezzo del West Texas Intermediate è diminuito da 49,03$/b a 47,11$/b. Nel momento in cui scriviamo, il Brent sta quotando 54,02$/b e il WTI 49,12$/b.

Durante la prima parte del mese, sia il prezzo del benchmark europeo e asiatico, sia il riferimento americano sono rimasti sostanzialmente stabili. Il 9 agosto, il Brent ha prezzato 52,76$/b sulla scia dei futures rientrati in una condizione di backwardation mentre il WTI ha raggiunto il massimo mensile a 49,81$/b.


CONTINUA A LEGGERE