Orme cinesi sulla Luna

E-mail Stampa PDF

da www.lacinarossa.net

Sabato 14 Dicembre il veicolo cinese “Yutu” (Coniglio di Giada) ha iniziato a muoversi sul suolo lunare.

Dopo quasi quattro decenni dall’ultima spedizione sovietica-statunitense sul nostro satellite, la Cina (prevalentemente) socialista è riuscita da sola nell’impresa di far atterrare un veicolo spaziale sulla Luna e di avviare simultaneamente un’esplorazione con un mezzo meccanico, prodotto integralmente nel gigantesco paese asiatico. Assieme alla costruzione in via di sviluppo di una stazione spaziale cinese, che orbita con successo attorno alla Terra, l’attuale conquista scientifica di Pechino assume un significato chiarissimo. Nello strategico settore della tecnologia spaziale ad uso civile, la Cina Popolare infatti ha ormai sorpassato (come in altri campi economici e scientifici) gli Stati Uniti ed è diventata la prima potenza su scala planetaria: la visione occidental-centrica pertanto perde sempre di più valore e significato all’interno del processo contraddittorio di sviluppo del genere umano, così come le correlate forme di legittimazione e di apologetica diretta-indiretta (Lukacs) utilizzate dal decadente sistema capitalistico.


CONTINUA A LEGGERE