Sciopero generale in India: i partiti comunisti e di sinistra si congratulano con i lavoratori

E-mail Stampa PDF

Comunicato stampa | da cpim.org

newsdalmondo bannerTraduzione a cura di Marx21.it

I partiti di Sinistra indiani, Partito Comunista dell'India (Marxista), Partito comunista dell'India, Blocco Avanti dell'India e Partito Rivoluzionario Socialista, hanno diffuso il seguente comunicato:

I partiti di sinistra salutano calorosamente la classe operaia, gli impiegati e gli altri settori del popolo lavoratore che hanno contribuito a rendere uno straordinario successo lo sciopero generale di due giorni del 20 e 21 febbraio. Lo sciopero è riuscito particolarmente bene nei settori petrolifero, carbonifero, minerario, portuale, agricolo, manifatturiero, delle banche e assicurazioni. Gli uffici governativi e statali sono stati ovunque paralizzati dallo sciopero. Anche la partecipazione dei lavoratori non organizzati e precarizzati è stata rilevante.


I partiti di Sinistra condannano il comportamento repressivo della polizia contro i lavoratori e l'uccisione di un leader sindacale ad Ambala investito da un autobus. Nel Bengala Occidentale, sebbene l'apparato governativo sia stato utilizzato per sventare lo sciopero, la risposta di lotta è stata possente in vari settori. Il Kerala è stato completamente paralizzato in solidarietà con i lavoratori in sciopero.

Lo sciopero ha assunto caratteristiche di dimensioni storiche, dal momento che per la prima volta le Centrali Sindacali hanno lanciato un appello comune per uno sciopero generale di due giorni. E' la più grande azione della classe operaia dall'indipendenza. Il Governo centrale ha il dovere di accogliere immediatamente le richieste avanzate dallo sciopero generale e fare i passi opportuni per esaudirle. In caso contrario, un'iniziativa ancora più grande seguirà. E' un campanello d'allarme perché vengano finalmente bloccate le politiche antipopolari e contro la classe lavoratrice.

Prakash Karat, Segretario Generale del Partito Comunista dell'India (Marxista)

S. Sudhakar Reddy, Segretario Generale del Partito Comunista dell'India

Debabrata Biswas, Segretario Generale del Blocco Avanti dell'India

T. J. Chandrachoodan, Segretario Generale del Partito Rivoluzionario Socialista