Il gruppo Electrolux licenzia 127 operai e sindacalisti nello stabilimento in Thailandia

E-mail Stampa PDF

da www.notizieinternazionali.net

electroluxfactorythailand-450x299Il management di Electrolux a Rayong in Thailandia nel rifiutarsi di negoziare con i rappresentanti dei lavoratori, prima tiene rinchiusi in fabbrica per 8 ore oltre cento operai, tra cui una donna incinta, poi licenzia 127 lavoratori tra cui il presidente del sindacato locale.

In una lettera indirizzata alla direzione aziendale in Svezia, che è firmataria di un Accordo Quadro Internazionale sui diritti dei lavoratori, IndustriALL Global Union insieme al sindacato svedese IF Metall esprime indignazione per le azioni ingiuste e anti-sindacali di Electrolux in Thailandia. Nei giorni scorsi il management di Electrolux Thailandia ha convocato una riunione di tutti i lavoratori alle 8.00 annunciando l'erogazione di un bonus salariale di due mesi, rifiutando però di discutere le richieste dei lavoratori per aumenti salariali equi e l'assunzione a tempo indeterminato dei lavoratori interinali dopo i primi 6 mesi.


CONTINUA A LEGGERE