Il sindaco comunista di Novosibirsk: “le dimissioni del governo della Federazione Russa rispondono a una richiesta di cambiamento”

E-mail Stampa PDF

pcfr manifestazione01dichiarazione di Anatolij Lokot

da https://kprf.ru/party-live/regnews/190995.html

Traduzione dal russo di Mauro Gemma per Marx21.it

Dopo la decisione di Vladimir Putin di allontanare Dmitrij Medvedev dall’incarico di premier del governo russo, molte sono state le reazioni degli esponenti delle forze politiche russe. E’ significativo che, a fronte dei commenti negativi e stroncatori dei rappresentanti della opposizione filo-occidentale e ultra-liberista (a cominciare dalla dichiarazione di Navalnij), da parte dei partiti di sinistra (Partito Comunista della Federazione Russa e la socialdemocratica “Russia Giusta”) l’atteggiamento è apparso invece interlocutorio e pieno di aspettative nei confronti delle mosse del presidente della Federazione Russa.

E’ da segnalare, in particolare, la breve ma significativa dichiarazione di Anatolij Lokot’, sindaco della grande città siberiana di Novosibirsk e membro del Presidium del Comitato Centrale del Partito Comunista della Federazione Russa, che è utile proporre ai lettori di Marx21.it (MG)


Secondo il sindaco di Novosibirsk, Anatolij Lokot’, la principale conseguenza del discorso presidenziale è rappresentata dalle dimissioni del governo russo e la nomina di un nuovo primo ministro:

In complesso, queste decisioni rispondono a tutti i bisogni fondamentali della società. Il presidente ha iniziato il suo discorso con le parole "Vogliamo cambiare". Oggi, la domanda di cambiamento è cresciuta molto nella società. E non ci sono parole e significati lasciati a caso nel discorso del presidente ", ha detto Anatoly Lokot. "Inoltre, il presidente ha risposto con le sue azioni alle critiche che sono state avanzate riguardo al governo della Federazione Russa e ha voluto porre l’accento sulla necessità del rafforzamento della sovranità e della protezione degli interessi statali della Russia". Questo messaggio viene incontro al sentimento profondo di tutte le persone pensanti”.

Secondo il sindaco "rosso", “oltre un terzo del Messaggio del presidente all'Assemblea Federale riguarda decisioni in ambito sociale, la cui attuazione ricade anche sulle amministrazioni comunali”. Lokot’ ha sottolineato che i principali compiti delineati nel Messaggio “sono volti a preservare e migliorare il capitale umano e a sostenere la maternità e l'infanzia”.

Anche noi (comunisti) siamo interessati a garantire che la prossima generazione cresca sana, competente, in modo da assumere con successo la responsabilità dello sviluppo futuro del paese”.