Kiev, fermato un giornalista italiano: "Di nuovo interrogato"

E-mail Stampa PDF

da repubblica.it

Giorgio Bianchi, che già nel 2015 era stato nel Donbass, zona al centro del conflitto con i separatisti filo-russi, voleva assistere alle celebrazioni commemorative a Odessa per le 48 persone morte nel 2014 nel rogo della Casa del Sindacato. La presidente della Hope Association: "Forse vogliono accusarlo di sostegno ai terroristi"

KIEV - Voleva seguire le celebrazioni commemorative a Odessa per le 48 persone morte nel 2014 nel rogo della Casa del Sindacato. Ma Giorgio Bianchi, un giornalista italiano, è stato fermato a Kiev. Lo ha annunciato la presidente della Hope Association, Irina Vikhoreva, ripresa dall'agenzia di stampa russa Tass.


CONTINUA A LEGGERE