Sanzioni alla Russia: l'ipocrisia di UE e USA

Stampa

russia europa semaforoDichiarazione della Federazione Sindacale Mondiale (FSM)

da www.wftucentral.org

Traduzione di Marx21.it

La decisione dell'Unione Europea di continuare fino al 10 settembre 2016 le sanzioni contro la Russia è un attacco che colpisce soprattutto le persone che lavorano in Europa e in Russia, in quanto porta a una perdita di posti di lavoro. E danneggia anche gli agricoltori e i loro prodotti.

La Federazione Sindacale Mondiale si oppone a tali pratiche non democratiche e chiede che vi si ponga fine.

Allo stesso tempo, questa decisione dei 28 paesi dell'Unione Europea mette in risalto l'ipocrisia degli imperialisti che, volendo promuovere gli interessi geostrategici delle multinazionali e dei capitalisti di queste nazioni, sostengono i fascisti di Kiev, forniscono finanziamenti e attrezzature militari ai jihadisti e, nonostante ciò, hanno persino il coraggio di esprimere simpatia nei confronti di quei rifugiati che loro stessi creano con i propri interventi imperialisti.

Sono degli ipocriti.


La segreteria della Federazione Sindacale Mondiale