E’ morto Ernesto Cardenal, poeta, teologo della liberazione e rivoluzionario nicaraguense

E-mail Stampa PDF

Unknownda https://www.resistencia.cc

L’omaggio di Marx21.it e il messaggio di cordoglio del governo del Nicaragua

Il 1° marzo è stata annunciata la scomparsa di Ernesto Cardenal, poeta e teologo della liberazione nicaraguense (osteggiato con durezza dalle gerarchie cattoliche più reazionarie durante il pontificato di Giovanni Paolo II che lo sospese a divinis, provvedimento revocato nel 2014 da Papa Francesco). 


Cardenal ha rappresentato una importante figura del movimento rivoluzionario che ha portato in Nicaragua alla caduta del dittatore Somoza e alla vittoria del Fronte Sandinista di Liberazione Nazionale. Nel Nicaragua sandinista Cardenal, ancora prima di rivestire il ruolo di ministro della Cultura, promosse e coordinò una grande campagna di alfabetizzazione, che gli valse un riconoscimento mondiale da parte dell'Unesco. Grazie a quella campagna, almeno 500.000 nicaraguensi impararono a leggere e a scrivere.

Marx21.it si unisce al cordoglio del popolo nicaraguense per la perdita di una luminosa figura di intellettuale e rivoluzionario, un esempio indimenticabile per tutti coloro che si battono per una società più giusta e per i valori di solidarietà nel mondo intero

Per onorare il compagno Cardenal proponiamo ai nostri lettori il messaggio di condoglianze inviato dal governo del Nicaragua, che ha decretato tre giorni di lutto nazionale.

Marx21.it

"Il governo di riconciliazione e unità nazionale, a nome del popolo nicaraguense, e dello Stato del sovrano Nicaragua, con dovuto rispetto e considerazione, dopo avere appreso della morte dell'illustre poeta nicaraguense, Ernesto Cardenal, esprime a tutta la sua famiglia, e ai suoi amici, le più sincere condoglianze.

Dopo avere appreso della morte del poeta Cardenal, riconosciamo il suo contributo alla lotta del popolo nicaraguense. Riconosciamo anche tutti i suoi meriti culturali, artistici, letterari e la sua straordinaria poesia in cui ha sempre saputo lodare Dio, nel cielo, sulla terra e in ogni luogo.

Ernesto Cardenal, vincitore del Premio Cervantes e di molti altri riconoscimenti da parte di governi e organizzazioni culturali internazionali, è la gloria e l'orgoglio del Nicaragua, che ammiriamo profondamente, ringraziando Dio per la sua vita, i suoi meriti e il suo instancabile amore per il Nicaragua.

Il governo di riconciliazione e unità nazionale ha emanato un decreto di tre giorni di lutto nazionale e parteciperà alle cerimonie di gratitudine e addio a questo fratello nicaraguense, i cui meriti hanno messo in risalto il nome del Nicaragua, con il loro contributo alla cultura universale e alla liberazione nazionale ".