In Brasile si rafforza la mobilitazione popolare contro gli attacchi del governo golpista

E-mail Stampa PDF

di Cebrapaz

Traduzione di Marx21.it

Il Fronte Popolo Senza Paura (Frente Povo Sem Medo) e il Fronte Brasile Popolare (Frente Brasil Popular), di cui fa parte il Centro Brasiliano di Solidarietà ai Popoli e Lotta per la Pace (Cebrapaz), hanno promosso il rafforzamento della mobilitazione di brasiliani e delle brasiliane in difesa della democrazia e dei loro diritti, vilipesi dal governo nato dal colpo di Stato parlamentare, giuridico e mediatico del 2016. Gli scioperi e le manifestazioni che hanno mobilitato più di un milione di persone in tutto il paese sono la prova della forza che sta crescendo.

Oltre alle manifestazioni di massa in diverse città in rifiuto della “riforma della previdenza” promossa dal governo illegittimo di Michel Temer, più di 1.500 membri dei movimenti sociali hanno occupato il Ministero delle Finanze il 15 marzo, giornata di mobilitazione contro la riforma pensionistica convocata dai due fronti popolari.

Ma anche di fronte alla crescita della mobilitazione popolare contro gli attacchi del governo golpista, Temer ha osato dire che il popolo comincia a capire la presunta necessità di “sacrifici”.


I movimenti denunciano le menzogne golpiste secondo cui esiste un “buco nella previdenza” (create per giustificare l'attacco frontale ai diritti dei lavoratori) citando i dati del Dipartimento Intersindacale di Statistica e Studi Socio-Economici (Dieese) divulgati l'anno scorso, secondo cui la Previdenza è in attivo.

Tra i progetti regressivi a cui si somma la riforma della previdenza del governo Temer c'è l'Emendamento Costituzionale N° 95 che congela per due decenni gli investimenti pubblici in settori come la sanità e l'educazione.

Dal 2016 Cebrapaz denuncia il golpe che ha rimosso la presidenta Dilma Rousseff dal governo,  attaccando la democrazia brasiliana e la volontà sovrana del popolo e inserendosi nel contesto mondiale di avanzata del conservatorismo e delle forze reazionarie appoggiate dall'imperialismo statunitense, una lotta per la quale i brasiliani e le brasiliane ricevono la solidarietà di diversi movimenti e governi di tutto il mondo.

Cebrapaz fa parte del Frente Brasil Popular fin dall'inizio e diversi nuclei statali hanno partecipato alle mobilitazioni degli ultimi giorni.

Cebrapaz