Internazionale

La mobilitazione dei gilet gialli non si affievolisce

E-mail Stampa PDF

gilets jaunes Colmar 4di Remy Herrera

Tradotto per Marx21.it da Lorenzo Battisti

9 Gennaio 2019

Un primo punto, statistico, per cominciare: l'unica fonte per contare il numero totale dei partecipanti alla mobilitazione dei " gilet gialli" è, in Francia, il Ministero dell'Interno. Questo è di per sé estremamente problematico, in primo luogo perché la natura stessa di questo movimento rende impossibile un conteggio preciso; in secondo luogo perché lo Stato ricorre sempre più spesso a società private specializzate per effettuare questi conteggi, la cui indipendenza deve essere messa in discussione; e infine perché l'evidente interesse delle autorità è quello di ridurre questo numero, come fanno durante qualsiasi manifestazione organizzata dai sindacati - che generalmente forniscono una stima alternativa.

Leggi tutto...

Il «grande gioco» delle basi in Africa

E-mail Stampa PDF

esercito fucilieridi Manlio Dinucci 

I militari italiani in missione a Gibuti hanno donato alcune macchine da cucire all’organizzazione umanitaria che assiste i rifugiati in questo piccolo paese del Corno d’Africa, situato in posizione strategica sulla fondamentale rotta commerciale Asia-Europa all’imboccatura del Mar Rosso di fronte allo Yemen.

Qui l’Italia ha una propria base militare che, dal 2012, «fornisce supporto logistico alle operazioni militari italiane che si svolgono nell’area del Corno d’Africa, Golfo di Aden, bacino somalo, Oceano Indiano».

Leggi tutto...

Melenchon: "Alla base di tutto in politica c'è la questione della sovranità popolare"

E-mail Stampa PDF

melenchon bgPubblichiamo come contributo alla discussione

da lantidiplomatico.it

Senso Comune

Jean-Luc Mélenchon: «Nella France Insoumise, rifiutiamo la logica delle forze social-liberiste quando invocano l'"internazionalismo" come maschera del grande capitale. La parola internazionalismo sta a significare un accordo tra nazioni e tra popoli che sono organizzati democraticamente a livello nazionale. Le persone trascorrono molto tempo a discutere di nazionalismo e di internazionalismo, ma la scelta che affrontiamo più spesso è tra lottare a favore della sovranità popolare o contro di essa. Invocare l'Unione europea come organizzazione internazionalista equivale, a mio parere, a uno svuotamento di significato del termine. Per gran parte dell'Europa è il luogo in cui i diritti democratici si dissolvono.


Leggi tutto...

Di fronte alla crisi della globalizzazione imperialista.

E-mail Stampa PDF

xijinping rossoL’Anti-Trump: il pensiero di Xi Jinping sul socialismo con caratteristiche cinesi per una nuova era

di Andrea Catone, Direttore della rivista MarxVentuno

Sollecitato da una serie di domande postemi in un’intervista nel corso del IX Forum del Socialismo Mondiale – appuntamento ormai annuale organizzato in autunno a Pechino dal World Socialism Research Center presso l’Accademia Cinese di Scienze Sociali (CASS) e da altre organizzazioni politiche e culturali della RPC – propongo le seguenti riflessioni sul pensiero di Xi Jinping in merito all’ingresso del socialismo cinese in una nuova era.

Leggi tutto...

La Russia raccontata dal Corriere: Verifica

E-mail Stampa PDF

Da più parti si stanno mettendo in dubbio alcuni dati ed alcune notizie che il Corriere della Sera attraverso la penna di Federico Fubini ha riportato. Siamo particolarmente grati a Marco Bordoni per averci dato la possibilità di utilizzare i suoi commenti. Questi ultimi sono stati fatti via twitter però, nonostante non siano ordinati in un articolo, hanno un grande valore.

Oggi si parla spesso di fake news e fact checking sarebbe il momento per la grande stampa italiana di interrogarsi seriamente su questi problemi. Continuare a ripetere la solita litania filo-atlantista senza preoccuparsi di ricercare la verità nei fatti è uno dei motivi per cui i giornali in Italia sono sempre meno letti e, forse, è uno dei motivi che fa crescere la disaffezione rispetto alla politica.

Leggi tutto...

Macron rafforza la presenza coloniale della Francia in Africa

E-mail Stampa PDF

macron saheldi Mauro Gemma per Marx21.it

La visita del presidente francese nel Ciad è avvenuta in coincidenza con l'intensificarsi della crisi sociale nel suo paese e con l'annuncio da parte di Trump di un possibile disimpegno militare statunitense in Siria.

Mentre il governo di Parigi era impegnato a fronteggiare la rivolta dei “gillet gialli” in Francia, il 22 e 23 dicembre dell'anno appena trascorso, il presidente Macron si recava nel Ciad, dove ha promesso di rafforzare la già impressionante presenza militare del suo paese nel Sahel, con l'abituale pretesto della “lotta contro il terrorismo".

Leggi tutto...

Cos’è lo spread?

E-mail Stampa PDF

spread largeUn bell'articolo di Emmanuele Fiorella.

di Emmanuele Fiorella

da agambatesa.com

Lo spread è la differenza fra i tassi di interesse dei titoli di stato a 10 anni tedeschi ed italiani. Il tasso di interesse indica la resa del titolo, in poche parole, indica ilprofitto derivante dall’acquisto dei titoli di stato. Per i più ‘ferrati’ il tasso di interesse indica il guadagno in conto capitale che può essere raggiunto dopo un certo periodo o tramite uno scarto nel pagamento del titolo o tramite cedole periodiche.

Leggi tutto...

Italia e Ue votano per i missili Usa in Europa

E-mail Stampa PDF

sangiorgio onudi Manlio Dinucci

Presso il Palazzo di Vetro delle Nazioni Unite, a New York,  c’è una scultura metallica intitolata «il Bene sconfigge il Male», raffigurante San Giorgio che trafigge un drago con la sua lancia. 

Fu donata dall’Urss nel 1990 per celebrare il Trattato Inf stipulato con gli Usa nel 1987, che eliminava i missili nucleari a gittata corta e intermedia (tra 500 e 5500 km) con base a terra. Il corpo del drago è infatti realizzato, simbolicamente, con pezzi di missili balistici statunitensi Pershing-2 (prima schierati in Germania Occidentale) e SS-20 sovietici (prima schierati in Urss). 

Leggi tutto...

Dov’è la sinistra francese nelle lotte attuali ?

E-mail Stampa PDF

giletjaunes champselyseesContinuiamo ad occuparci del fenomeno dei 'gilet gialli' con un articolo di Remy Herrera.

Traduzione di Lorenzo Battisti 

di Rémy Herrera

(venerdi 28 dicembre 2018)

Molti gilet gialli lo dicono più e più volte: non hanno leader; e non li vogliono. La spontaneità ha le sue virtù, e il suo fascino, certo, ma anche i suoi limiti e le sue illusioni, portatrici dei pericoli più terribili. La storia contemporanea ha mostrato a più riprese, dalla Rivoluzione Spartachista tedesca alle recenti rivolte della "Primavera araba".

Leggi tutto...

Pagina 1 di 291