Internazionale

La farsa del virus da laboratorio: il complottismo anticinese della rete Bannon

E-mail Stampa PDF

coronavirus xiRiceviamo e volentieri pubblichiamo

di Marco Bagozzi

Nel variopinto mondo del complottismo in merito alla questione legata alla pandemia da coronavirus si sono scatenate le più disparate teorie, spesso e volentieri funzionali agli interessi dell’Amministrazione Trump. 

Leggi tutto...

Xi definisce i piani per il Tibet "socialista moderno"

E-mail Stampa PDF

tibet cina bandieradi Steve Sweeney

da https://morningstaronline.co

Traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it

Il presidente cinese Xi Jinping ha chiesto di impegnarsi per costruire un "nuovo moderno socialismo tibetano" e per combattere il separatismo nella regione.

Leggi tutto...

Avvoltoi

E-mail Stampa PDF

di Jorge Cadima

Avante!”, settimanale del Partito Comunista Portoghese

da http://www.avante.pt

lukashenko alexanderTraduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Per capire cosa sta succedendo in Bielorussia, basta leggere Anders Aslund, uno degli artefici della "terapia d'urto" che ha restaurato il capitalismo in Russia dopo il 1991. Aslund è un criminale della guerra di classe. In un decennio, il PIL russo è diminuito di quasi la metà (data.worldbank.org). L'aspettativa di vita dei russi è scesa a 59,8 anni (UNDP Human Development Report, 2000) e il paese si è trovato sull'orlo del collasso. Ma il saccheggio non ha creato solo miseria e morte: ha creato milionari russi e riempito i conti degli oligarchi demo-occidentali: tra il 1992 e il 1998 la fuga di capitali dalla Russia verso le banche occidentali ha raggiunto i 210 miliardi di dollari (Financial Times, 27.8.99).

Leggi tutto...

Trump e Biden litigano sulla retorica più dura contro il potere di Pechino

E-mail Stampa PDF

usa bandiera campoin un'intervista pubblicata su il 'corriere della sera' dell'11 settembre il Ministro Amendola si è schierato contro l'autorizzazione del 5G alle imprese cinesi, nel farlo ha richiamato il ruolo degli Stati Uniti affermando fra l'altro: 'non significa essere ammiratori di Donald Trump. Negli Stati Uniti Joe Biden, il candidato democratico, su questi principi è anche più fermo del presidente'. È quindi interessante la lettura di questo articolo pubblicato da 'El Pais' che mostra come sui rapporti con Pechino la corsa fra i due candidati sia quella a chi è 'più duro'.

di Amanda Mars

da El Pais 9 settembre 2020

traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it

Leggi tutto...

La Corea popolare nell’era di Kim Jong Un

E-mail Stampa PDF

coreaddelnord balloriceviamo da Pietro Missiaggia (appassionato di storia e politica con particolare interesse verso lo studio del marxismo-leninismo) questa interessante analisi sulla realtà coreana

di Pietro Missiaggia

Quando in Occidente si sente parlare della Corea del Nord e del suo leader Kim Jong Un si pensa ad un paese tirannico guidato da un “dittatore pazzo” oltretutto dotato di armi nucleari!
 Ma la realtà è proprio questa? La Corea del Nord, o meglio la Repubblica Popolare Democratica di Corea (RPDC o in inglese DPRK) non è un paese irrazionale, né tanto meno guidato da un “pazzo” e non si tratta nemmeno di una piccola Unione Sovietica resistita al passare del tempo in puro carattere staliniano.

Leggi tutto...

Riapertura della Scuola in Cina, senza drammi e complotti

E-mail Stampa PDF

bambini pccdi Maria Morigi

Pochi giorni fa a Shanghai oltre 1,5 milioni di studenti delle scuole primarie e secondarie sono tornati in classe, a Shenzhen sono tornati a scuola gli alunni di 2.628 asili, scuole primarie e secondarie, a Wuhan oltre 2800 hanno riaperto (1,4 milioni di alunni).

Per quanto la nostra stampa si agiti diffondendo falsità prefabbricate ed alimentando il linciaggio sulla Cina voluto dai diritti umani violati, Trump, Pompeo ed altri seminatori di odio, noi - che un po’ conosciamo la Cina – per avere un quadro reale ci affidiamo ad altre fonti e cioè alle opinioni espresse da chi in Cina vive, lavora e là manda a scuola i figli. Ne emerge un ben diverso scenario in cui la fiducia nelle istituzioni e nell’autorità, l’umanità e la semplicità di rapporti hanno la prevalenza. Certamente, a voler essere spietatamente critici, non manca un po’ di retorica collettivistica, solidaristica, paternalistica e patriottica… cose che noi occidentali democratici abbiamo dimenticato e che rispolveriamo solo in particolari occasioni rituali (giorni della Memoria ad esempio). 

Leggi tutto...

Tre esempi di cospirazione e ingerenza dell’imperialismo

E-mail Stampa PDF

guerra fuoco militaridi Ângelo Alves, Commissione Politica del Partito Comunista Portoghese

da http://avante.pt/

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

In Libano si approfitta della catastrofe per sviluppare un'operazione che, analogamente a quanto avvenuto nel contesto della «Primavera araba», mira a una riconfigurazione politica che si propone di legare quel paese ai piani imperialisti nella regione. Ciò che spinge l'imperialismo in Libano non sono i veri problemi che imperversano da anni e che sono radicati nel modo in cui, sin dall'indipendenza, si è tentato di creare un Libano formalmente "indipendente" ma in realtà subordinato agli interessi dell'ex potenza coloniale, la Francia e poi a quelli dell'imperialismo statunitense. È nella grande borghesia legata all'alta finanza, con profondi legami con Stati Uniti, Francia e Arabia Saudita, che risiede la fonte della corruzione sistemica. Il sistema politico confessionale è stato imposto dall'imperialismo per impedire una reale unità e indipendenza nazionale e per nutrire questa borghesia. Ma la realtà ha prevalso e, soprattutto dopo l'aggressione israeliana del 2006, la situazione politica libanese si è evoluta con l'affermazione di forze patriottiche, come Hezbollah, che hanno svolto un ruolo reale nella difesa della sovranità e che non hanno permesso, come l'imperialismo vorrebbe, che il Libano funga da piattaforma per la guerra in Siria e per il confronto con l'Iran: questo è ciò che muove la macchina dell'interferenza, non i diritti di quel popolo o la corruzione.

Leggi tutto...

Ecco Amazon: Sorveglianza di massa, licenziamenti e lotta ai sindacati. Nuove rivelazioni inchiodano la società di Bezos

E-mail Stampa PDF

Amazon nuova sededa https://www.lantidiplomatico.it

I dipendenti possono essere licenziati senza rendersi conto di non aver rispettato alcune normative sulle spedizioni che non sono nemmeno loro comunicate, secondo il documento dell'Open Markets Institute

Amazon ha creato una vasta infrastruttura per il monitoraggio e la sorveglianza dei propri dipendenti che sottopone ogni lavoratore a un attento esame e tiene traccia di ogni loro mossa, ricorrendo a metodi "sempre più invasivi" e "creando condizioni eccezionalmente oppressive" per il lavoro, si legge in un nuovo rapporto dell'Open Markets Institute, con sede a Washington DC.

Il sito web di Register, che ha fatto eco al rapporto, ha etichettato il livello di controllo implementato dall'azienda come "distopico", sostenendo che va "ben oltre la promozione di un lavoro efficiente".

Leggi tutto...

Dichiarazione di indipendenza della Repubblica democratica del Vietnam

E-mail Stampa PDF

ho chi minh bnIn occasione  del 75° della dichiarazione di indipendenza del Vietnam pubblichiamo il testo di Ho Chi Minh tratto da HO CHI MINH, PATRIOTTISMO E INTERNAZIONALISMO. SCRITTI E DISCORSI 1919-1969, MarxVentuno edizioni, Bari 2019, pp. 196-199.

2 settembre
1945

Tutti gli uomini nascono uguali. Il Creatore ci ha dato dei diritti inviolabili: il diritto di vivere, il diritto di essere liberi, il diritto di realizzare la nostra sorte”.

Queste parole immortali sono tratte dalla Dichiarazione di indipendenza degli Stati Uniti d’America del 1776. Allargando il suo concetto,questa frase significa: tutti popoli della terra sono uguali;  tutti popol ihanno diritto di vivere, di essere felici, di essere liberi.

Leggi tutto...

Perché l’Italia schiera i suoi caccia in Lituania

E-mail Stampa PDF

dinucci lituaniadi Manlio Dinucci

da il manifesto 1° settembre 2020

Si prevede che il traffico aereo civile in Europa calerà quest’anno del 60% rispetto al 2019, a causa delle restrizioni per il Covid-19, mettendo a rischio oltre 7 milioni di posti di lavoro. Cresce in compenso il traffico aereo militare. Venerdì 28 agosto, sei bombardieri strategici B-52 della US Air Force hanno trasvolato in un solo giorno tutti e 30 i paesi della Nato in Nordamerica ed Europa, affiancati nei diversi tratti da 80 cacciabombardieri dei paesi alleati. Questa grande esercitazione denominata «Cielo Alleato» – ha dichiarato il segretario gen rale della Nato Jens Stoltenberg – dimostra «il potente impegno degli Stati uniti verso gli Alleati e conferma che siamo in grado di scoraggiare l’aggressione».

Leggi tutto...

Pagina 1 di 326