Internazionale

Un bilancio a 70 anni dall'avvio delle relazioni diplomatiche tra URSS e Repubblica Popolare Cinese

E-mail Stampa PDF

pcfr pcc fotodi D.G. Novikov, vice presidente del Comitato Centrale del Partito Comunista della Federazione Russa

da kprf.ru

Traduzione dal russo di Mauro Gemma

Il vicepresidente del Comitato centrale del Partito Comunista della Federazione Russa Dmitrij Novikov ha preso parte alla conferenza internazionale dedicata al 70 ° anniversario dell'avvio delle relazioni diplomatiche tra l'Unione Sovietica e la Cina, che ha riunito a Pechino eminenti scienziati, diplomatici e politici della RPC e della Russia.

Leggi tutto...

Vi spiego come e perché Ue e Usa si dividono sul futuro delle banche centrali

E-mail Stampa PDF

banche valutePubblichiamo l'editoriale di Guido Salerno Aletta

Qualcosa di profondo è già cambiato nei rapporti tra il potere politico e le banche centrali: la crisi americana del 2008 e quella europea che si trascina dal 2010 hanno minato la generale accettazione del principio secondo cui la loro indipendenza rispetto ai governi rappresenta un baluardo sufficiente a garanzia della stabilità, che si identifica nel valore attuale del risparmio accumulato. Ciò è avvenuto perché è cambiato il parametro di riscontro: mentre a partire dagli anni Settanta il problema era rappresentato dal rischio della perdita di valore della moneta nel momento dello scambio economico, ora risiede da quello della perdita di valore degli investimenti finanziari. Prima il pericolo era rappresentato dalla distruzione del risparmio per via dell’inflazione dei prezzi al consumo, ora risiede in quello di vederlo polverizzato per via della deflazione dei prezzi degli asset in cui è stato investito.

Leggi tutto...

Sui recenti avvenimenti ad Hong Kong

E-mail Stampa PDF

hongkong ombrellidi Giovanni Di Fronzo
da lnx.retedeicomunisti.net

10 luglio 2019

Nelle ultime settimane la città cinese di Hong Kong è scossa da una seconda fiammata del cosiddetto “movimento degli ombrelli”, di matrice antigovernativa, che già aveva avuto una prima fiammata nel 2014.

Si ricorda che Hong Kong, assieme a Macao e Taiwan, è uno dei territori che la Rivoluzione Cinese del 1949 non è riuscita a riscattare dal dominio straniero. La città, infatti, rimase colonia del Regno Unito, sotto il cui tallone si trovava dalla fine della Prima Guerra dell’Oppio (1842), ad eccezione del breve periodo di occupazione giapponese dal 1941 al 1945.

Leggi tutto...

Documenti inediti del governo tedesco confermano i piani americani per la distruzione della Serbia

E-mail Stampa PDF

vigna distruzioneserbia 01(in allegato la corrispondenza originale)

di Miodrag Novakovic – A cura di R. Veljovic e E. Vigna, Forum Belgrado Italia

Questa importantissima documentazione di fonte pienamente DOC ( in senso di occidentale), che abbiamo tradotto e completato, conferma tragicamente quanto detto, ribadito, documentato, da tutti coloro che, senza riserve e tentennamenti, si schierarono da subito contro la “guerra umanitaria” verso la RF Jugoslava, identificandola come una guerra assolutamente di aggressione, con intenti e obiettivi geopolitici e geostrategici, altro che diritti, democrazia, libertà.

Leggi tutto...

Incolpare Putin di tutti i mali non assolverà l'Occidente dai suoi fallimenti

E-mail Stampa PDF

putin riposodi Lorenzo Ferrazzano
da lantidiplomatico.it

“Ho guardato quest’uomo negli occhi. L’ho trovato molto semplice e degno di fiducia: sono riuscito a capire la sua anima.” Sono le parole che George W. Bush rivolse pubblicamente a Vladimir Putin al summit in Slovenia del 2001, in un momento storicamente decisivo: da un decennio la Russia, il nemico di sempre, stava attraversando un periodo di “torbidi” dai quali non riusciva a rialzarsi; tre mesi dopo, la strage dell’11 settembre sarebbe stata il casus belli della più grande destabilizzazione del Medio Oriente; dopo soli tre anni, contravvenendo alla promessa fatta a Gorbacëv, la Nato si sarebbe espansa verso l’Europa dell’Est, puntando le armi direttamente su Mosca.

Leggi tutto...

Evo Morales su Putin: «Guida la lotta per il rispetto del diritto internazionale»

E-mail Stampa PDF

putin moralesda lantidiplomatico.it

Il presidente Evo Morales ha esaltato la lotta dei movimenti sociali e indigeni, nonché del suo omologo russo Vladimir Putin a favore della dignità e del benessere del popolo.

"Personalmente, sono un grande ammiratore del fratello presidente della Russia, che guida la lotta per il rispetto del diritto internazionale, non ci possono essere posizioni unilaterali, imposizioni, interventi", ha detto il presidente boliviano durante una visita ufficiale a Mosca per incontrare Putin.

Leggi tutto...

Europa, Zero Tituli

E-mail Stampa PDF

europeanunionflag pixabay970pxdi Guido Salerno Aletta, Editorialista dell'Agenzia Teleborsa

da teleborsa.it

E' tutto bloccato: salari, consumi, prezzi, deficit pubblico, tassi di interesse, credito bancario, investimenti...

Il mercantilismo, coniugato con l'ordoliberismo che fa divieto agli Stati di interferire nei processi economici, ha contagiato l'intero Continente. Ormai boccheggia: se tutto tende a zero, c'è una ragione.

Leggi tutto...

Srebrenica 9-11 luglio 1995, la tragedia delle vittime e l’ipocrisia pianificata dell’Occidente.

E-mail Stampa PDF

Srebrenica massacre memorial gravestones 2009 1Riceviamo e volentieri pubblichiamo

di Maria Morigi

“Ci fu un attimo di silenzio e si sentirono solo le cicale. Poi dalla gola di Drago uscì un lungo grido isterico: ‘Ma come cazzo fa un cristiano a proteggere gli infedeli?’. L’uomo in mimetica si mise a battere il calcio del mitra sul terreno. Fermo sull’uscio, Gojko guardava muto, con le mutande abbassate. Dentro, qualcuno piangeva, probabilmente donne. Quando partì la raffica e il vecchio si accasciò di traverso sulla stuoia con la scritta Dobrodošli, ‘benvenuti’, l’espressione di disarmato stupore gli si era già fissata, definitivamente, sulla bocca e sugli occhi… Drago e il vecchio Gojko divennero per me l’immagine stessa del dualismo chiave di quella guerra: la spavalda astuzia del male e l’inerme cecità del bene. Da allora, tutto ciò che avevo visto in Bosnia si illuminò di significato nuovo e semplice”. (Maschere per un massacro di Paolo Rumiz).

Leggi tutto...

La sceneggiata delle relazioni con la Russia

E-mail Stampa PDF

putin conte2018di Manlio Dinucci

il manifesto 9 luglio 2019

Lo stato delle relazioni tra Italia e Russia è «eccellente»: lo afferma il premier Conte ricevendo a Roma il presidente Putin. Il messaggio è tranquillizzante, anzi soporifero nei confronti dell’opinione pubblica. Ci si limita, fondamentalmente, allo stato delle relazioni economiche. 

La Russia, dove operano 500 aziende italiane, è il quinto mercato extra-europeo per il nostro export e fornisce il 35% del fabbisogno italiano di gas naturale. L’interscambio – precisa Putin – è stato di 27 miliardi di dollari nel 2018, ma nel 2013 ammontava a 54 miliardi. Si è quindi dimezzato a causa di quello che Conte definisce il «deterioramento delle relazioni tra Russia e Unione europea che ha portato alle sanzioni europee» (in realtà decise a Washington). 

Leggi tutto...

L'Ambasciatore S.E. Li Junhua in occasione del ricevimento di benvenuto tenutosi presso l'Ambasciata cinese in Italia

E-mail Stampa PDF

LiJunhuaPubblichiamo il discorso integrale dell’Ambasciatore S.E. Li Junhua in occasione del ricevimento di benvenuto tenutosi presso l'Ambasciata cinese in Italia

“Vi ringrazio per essere intervenuti al mio ricevimento di benvenuto. Sono molto onorato di entrare in carica in qualità di 14esimo Ambasciatore della Repubblica Popolare Cinese nella Repubblica Italiana. In questa importante missione, continuerò sulle orme del grande lavoro svolto dal mio predecessore agendo da ponte di amicizia tra Italia e Cina e da promotore della cooperazione.

Leggi tutto...

Pagina 1 di 303