Comunisti oggi

Quale patria per il ribelle? Parte IV

E-mail Stampa PDF

Pubblichiamo la quarta parte del lavoro di Giambattista Cadoppi

Patriottismo, sovranità nazionale, adattamento nazionale del marxismo e alleanze

Il patriottismo socialista

I lavoratori non hanno patria. Non si può togliere loro ciò che non hanno. Dovendo anzitutto conquistare il potere politico, elevarsi a classe nazionale, costituirsi in nazione, il proletariato resta ancora nazionale, ma per nulla affatto nel senso in cui lo è la borghesia. 

Karl Marx
, Friedrich Engels: Manifesto del partito Comunista

Leggi tutto...

Quale patria per il ribelle? Parte III

E-mail Stampa PDF

di Giambattista Cadoppi

Patriottismo, sovranità nazionale, adattamento nazionale del marxismo e alleanze


Il patriottismo risorgimentale

Una per tutti i popoli
Chiamati alla riscossa
Risplendi tra i patiboli
Santa bandiera rossa.
(Bandiera Rossa: la versione originale dei repubblicani)

Leggi tutto...

«Guardiamo al meglio della storia del movimento comunista in Italia»

E-mail Stampa PDF

pci striscioneIntervista di Gustavo Carneiro a Francesco Maringiò, del Dipartimento Esteri del Partito Comunista Italiano (PCI)

da avante.pt

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Una delegazione del PCI ha partecipato alla tradizionale Festa dei comunisti portoghesi, dedicata al proprio settimanale, Avante!. Nell'occasione la redazione del giornale comunista ha rivolto alcune domande a Francesco Maringiò, del Dipartimento Esteri del PCI, che ringraziamo per avere acconsentito alla nostra traduzione della sua intervista (MG)

Leggi tutto...

Quale patria per il ribelle? Parte II

E-mail Stampa PDF

di Giambattista Cadoppi

Patriottismo, sovranità nazionale, adattamento nazionale del marxismo e alleanze


Patriottismo della costituzione e stato di cittadinanza

L’amore per la Patria comprende necessariamente l’amore dell’uguaglianza.

Robespierre, discorso alla Convenzione del 18 piovoso, anno II.

Leggi tutto...

Il Partito comunista partecipa attivamente alla politica della Bielorussia

E-mail Stampa PDF

pcbielorussia corteoIntervista di Gustavo Carneiro a Andrey Krasilnikov e Ilona Bakun, capo e vice-capo del Dipartimento Internazionale del Partito Comunista della Bielorussia (PCB)

da avante.pt

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Intervista a Andrei Krasilnikov e Ilona Bakun, capo e vice capo del Dipartimento internazionale del Partito comunista della Bielorussia, che hanno partecipato alla festa di Avante! e illustrato al giornaleaspetti rilevanti della situazione in quel paese e l'attività e l'organizzazione del loro partito. I comunisti bielorussi hanno un ruolo importante nella politica del loro paese, che continua a rifiutare qualsiasi riavvicinamento alla NATO e mantiene importanti indici di sviluppo economico e sociale in controtendenza rispetto ai paesi vicini.

Leggi tutto...

Quale patria per il ribelle? Parte I

E-mail Stampa PDF

tricolore bandiera italiadi Giambattista Cadoppi

Pubblichiamo la prima parte di un articolo di Giambattista Cadoppi sul tema patriottismo e sovranità nazionale


Patriottismo, sovranità nazionale, adattamento nazionale del marxismo e alleanze

Ogni contrada è patria del ribelle,
ogni donna a lui dona un sospir,
nella notte lo guidano le stelle,
forte il cuor e il braccio nel colpir

Leggi tutto...

Successo della Festa del Partito Comunista Tedesco (DKP)

E-mail Stampa PDF

dkp festa 2018Articolo di “Unsere Zeit”, 14 settembre 2014, tradotto da ML per “Solidarité internationale – Vive le PCF”

da solidarite-internationale-pcf.fr

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

La Festa della Pace di “Unsere Zeit”, giornale del Partito Comunista Tedesco, ha richiamato più di 40.000 visitatori a Dortmund

Dal 7 al 9 settembre, Dortmund si è riempita di alleria. Coloro che si sono recati alla ventesima festa del nostro giornale "Unsere Zeit" (UZ) sono stati in grado di vedere molti volti di persone felici. In particolare, quello del presidente del DKP, Patrick Köbele, visibilmente soddisfatto per il successo della Festa della Pace a cui hanno partecipato più di 40.000 visitatori.

Leggi tutto...

Per una vera cultura industriale, rompere con l'infantilismo tecnologico

E-mail Stampa PDF

iaTesto di Amar Bellal in preparazione del prossimo Congresso del PCF

da lepcf.fr

Traduzione di Lorenzo Battisti per marx21.it

Un tema centrale

L'industria è il cuore della produzione di ricchezza di un paese: possiamo tirare qualsiasi filo dell'attività umana, l'istruzione, il settore sanitario, i trasporti, alla fine ci sarà inevitabilmente un processo di produzione, una fabbrica, per dirla in parole semplici. Il settore dei servizi è spesso solo al servizio di un processo industriale o è strettamente dipendente da esso: senza un settore industriale forte, che si aggira intorno al 10-15%, un paese è condannato, a più o meno lungo termine, perché costretto ad importare massicciamente i prodotti che consuma, con conseguente squilibrio nella bilancia commerciale e impoverimento. Un paese che vivesse solo con un settore primario e un settore terziario non potrebbe sopravvivere a lungo. Questa deve essere una parte importante della nostra riflessione.

Leggi tutto...

Dal PRC al marxismo-leninismo

E-mail Stampa PDF

prc bandiera 01Pubblichiamo la lettera di Alessandro Pascale al PRC allegando anche la bozza del documento due (dell'ultimo congresso del PRC), scritta dallo stesso Pascale, prima della sua modifica.

[Quella che segue è la lettera di dimissioni da ogni incarico dirigente ricoperto nel Partito della Rifondazione Comunista, con conseguente mia uscita dall'organizzazione]

Milano, 14 settembre 2018

Per spiegare le ragioni che mi portano a lasciare il Partito della Rifondazione Comunista vorrei approfittare per tracciare il più brevemente possibile il mio percorso politico e formativo, al fine di offrire uno stimolo di riflessione sulle modalità con cui un giovane di provincia sia potuto passare da una generica appartenenza alla “sinistra” alla coscienza della necessità di recuperare il marxismo-leninismo.

Leggi tutto...

A 50 anni dai fatti di Praga del 21 agosto 1968

E-mail Stampa PDF

JosefSkalaUna intervista del Guardian a Josef Skala, leader dell'ala leninista del KSCM

English version

Josef Skala, esponente di primo piano del Partito comunista di Boemia e Moravia, ci invia il testo di una sua intervista al quotidiano londinese The Guardian, che ne ha pubblicato solo pochissimi estratti. Lo pubblichiamo volentieri come contributo ad una discussione assai problematica, che resta aperta nel movimento comunista internazionale.

Josef Skala, nato nel 1952 nella Cecoslovacchia socialista, laureatosi nel 1975 alla facoltà di giornalismo, autore di numerosi libri e saggi di carattere storico-politico, iscritto al Partito comunista cecoslovacco (KSC) dal 1970, membro della presidenza del Consiglio mondiale della pace, e presidente dell'Unione mondiale degli studenti negli anni 1987-1990, dopo la separazione della Cecoslovacchia in due Stati, è stato vice-presidente del Partito comunista di Boemia e Moravia (KSCM) negli anni 2009-2011 e 2016-2018.

Leggi tutto...

Pagina 2 di 80