Comunisti oggi

Intervista a Maria Morante, testimone della storia del Pci, dal dopoguerra ad oggi

E-mail Stampa PDF

di Alba Vastano | da lacittafutura.it

Riceviamo dalla compagna Alba Vastano e volentieri pubblichiamo

Una vita spesa per la causa del partito comunista italiano. Irma Poggibonsi, la madre ebrea modenese, partecipò alla fondazione del partito nel 1921. Il mito della sorella Elsa Morante. La rinascita del comunismo, dopo il fascismo e ai tempi di Togliatti. I tempi di Berlinguer. La nascita di Rifondazione. I motivi delle attuali contraddizioni storiche e politiche del comunismo italiano e le problematiche della sinistra.

Maria ha 93 anni e una testa lucidissima, che contiene l’esperienza di una vita vissuta intensamente, anche nel mondo della politica. È la sorella di un mito della letteratura italiana, Elsa Morante. E non è davvero ininfluente tale parentela nel percorso della sua intensa vita, sebbene lei desideri essere riconosciuta senza l’appellativo “sorella di..” : Maria è una compagna, fra le più convinte, fra le più preparate ad argomentare sulla storia del partito comunista italiano, dalla fondazione a cui collaborò la madre, Irma Poggibonsi, di origine ebraiche, nel 1921, alle contraddizioni che il comunismo vive oggi.

Leggi tutto...

L'appello del Partito Comunista di Spagna alle forze progressiste e di sinistra

E-mail Stampa PDF

pc spagnada pce.es

Traduzione di Marx21.it

Ricercare una via di uscita all'attuale situazione che vada a beneficio della classe lavoratrice e degli strati popolari

Stiamo assistendo a un pericoloso dialogo tra sordi tra un presidente della Generalitat che è determinato a dare legittimità, dal suo punto di vista, al Referendum del 1° ottobre per proclamare legalmente l'indipendenza della Catalogna e un presidente del governo centrale che è determinato a mantenere la sua politica repressiva e autoritaria, ignorando la richiesta della grande maggioranza del Popolo della Catalogna di potere decidere liberamente e democraticamente il proprio futuro. Questa dinamica sta contribuendo ad approfondire la frattura sociale e facilita il risorgere della destra più estrema a cui – lo ricordiamo – ha contribuito anche l'intervento del Monarca che si è posizionato chiaramente a fianco dell'uscita autoritaria e repressiva dal conflitto.

Leggi tutto...

Il Partito Comunista Giapponese contro le leggi di guerra

E-mail Stampa PDF

giappone guerradi Paolo Rizzi
lacittafutura.it

Nonostante il forte ostruzionismo delle opposizioni e le proteste di piazza, le leggi di guerra sono state approvate da entrambe le camere del parlamento giapponese. Le nuove leggi prevedono che i militari giapponesi possano essere impiegati in missioni di combattimento all'estero secondo il principio di "autodifesa collettiva", cioè che possano intervenire a sostegno di un alleato considerato come "sotto attacco", di fatto lo stesso principio che regola gli interventi della NATO.

(I nazisti) l'hanno fatto in modalità "non-dirlo-a-nessuno", e la Costituzione di Weimar fu cambiata senza che quasi il popolo se ne accorgesse. Perché non usiamo lo stesso metodo? (Taro Aso, ministro delle finanze giapponese).

Leggi tutto...

Contro la limitazione delle libertà e la politica repressiva del governo Rajoy

E-mail Stampa PDF

barcellona libertatDichiarazione del Partito Comunista di Spagna (PCE) | da pce.es

Traduzione di Marx21.it

Il Partito Comunista di Spagna ritiene che la decisione della Corte Nazionale di incarcerare senza cauzione Jordi Sánchez e Jordi Cuixart, responsabili di Omnium Cultural e della ANC, accusati di un possibile delitto di sedizione, renda evidente che il Governo del PP, mediante, in questo caso, lo strumento della Procura, mantiene la sua politica repressiva in Catalogna. Mariano Rajoy continua a cercare di creare un clima di tensione che renda impossibile il dialogo come modo per risolvere pacificamente il problema catalano.

Incarcerare rappresentanti della società civile catalana è un altro passo che conferma il carattere autoritario e repressivo del Governo di Mariano Rajoy, che si è già dimostrato nel modo di agire dei corpi e delle forze di sicurezza dello Stato, lo scorso 1° ottobre, un Governo che perseguita e imprigiona chi gli si oppone.

Leggi tutto...

Alla presenza di Putin, inaugurato in Russia il XIX Festival Mondiale della Gioventù e degli Studenti

E-mail Stampa PDF

Sochi 3la Redazione di Resistência

Traduzione di Marx21.it

Un'emozione enorme ha segnato l'apertura del XIX Festival Mondiale della Gioventù e degli Studenti, che ha superato tutte le aspettative.

Giovani di tutto il mondo hanno partecipato a una festa spettacolare che ha rappresentato i loro sogni e un invito a ripensare la vita.

La Russia ha inviato al mondo da Sochi, sede del Festival, messaggi di amore e solidarietà, di difesa della pace e di lotta contro le ingiustizie e la barbarie.

Parlando alla manifestazione, il presidente russo Vladimir Putin ha fatto riferimento agli sforzi per la cooperazione internazionale e agli accordi di Parigi sul clima.

Leggi tutto...

Un'altra odiosa iniziativa persecutoria nei confronti dei comunisti ucraini

E-mail Stampa PDF

skp kpss logoDichiarazione dell'Unione dei Partiti Comunisti-PCUS

da kprf.ru

Traduzione dal russo di Mauro Gemma

I comunisti dell'ex URSS chiedono l'immediato rilascio dei militanti della gioventù comunista ucraina (Komsomol) illegalmente arrestati alla frontiera tra Ucraina e Russia mentre si recavano al Festival Mondiale della Gioventù e degli Studenti, che si svolge a Sochi.  

Con un sentimento di profonda indignazione e allarme il Consiglio Centrale dell'Unione dei Partiti Comunisti-PCUS (UPC-PCUS) comunica che il 13 ottobre, al punto di frontiera tra Russia e Ucraina “Goptovka” nella regione di Kharkov, dalle guardie ucraine sono stati fermati illegalmente i sette componenti della delegazione ufficiale del Komsomol di Ucraina, guidati dal loro leader Mikhail Kononovic, mentre si stavano recando a Sochi per partecipare al XIX Festival della Gioventù e degli Studenti.

Leggi tutto...

Il referendum del 1° ottobre in Catalogna e le responsabilità della sinistra

E-mail Stampa PDF

catalonia 500di Ferran Gallego | da investigaction.net

Traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it

Come contributo alla riflessione sulla “questione catalana” proponiamo la traduzione delle conclusioni scritte per l'incontro "Federalismo, Sinistra e Catalogna". CAUM, 16/09/2017, tenutosi alla vigilia del referendum del 1° ottobre in Catalogna.

È impossibile negare l'importanza della crisi politica che vive la Catalogna in questi momenti. Si tratta di un ciclo di decomposizione organica e di una delegittimazione dell'ordine costituito, accompagnato da una immensa mobilitazione – la più importante prodottasi dall'inizio della transizione politica – il cui contenuto popolare sarebbe un errore disprezzare.

Leggi tutto...

I comunisti condannano le aggressioni fasciste a Valencia

E-mail Stampa PDF

pces violenzevalenciaDichiarazione del Partito Comunista del Pais Valenciano

da partitcomunista.es

Traduzione di Marx21.it

Il Partito Comunista del Pais Valenciano condanna duramente le violenze fasciste scatenate contro i partecipanti alla Marcia del 9 ottobre a Valencia “per la lingua, per la libertà, per la democrazia, per la Repubblica Federale” e il vergognoso comportamento della polizia che le ha tollerate e coperte, e propone un “tavolo delle forze politiche e sociali contro l'odio e il fascismo”.

Il Partito Comunista del Pais Valenciano condanna nel modo più risoluto le aggressioni ultras del 9 ottobre e denuncia la passività della Polizia di fronte agli aggressori, che durante la marcia hanno potuto aggredire, insultare e sputare addosso a manifestanti pacifici.

Leggi tutto...

Lettera del Dipartimento Esteri PCI al Partito Comunista di Bielorussia

E-mail Stampa PDF

da ilpartitocomunistaitaliano.it

Di Ufficio Stampa. Riteniamo importante pubblicare il testo della lettera inviata dal coordinatore del Dipartimento Esteri, Fosco Giannini al Partico Comunista della Bielorussia, di seguito il testo.

Al Segretario Generale del Partito Comunista della Bielorussia, compagno SOKOL ALEKSEY NIKOLAYEVIC

Alla Responsabile del Dipartimento Esteri del Partito Comunista della Bielorussia, compagna ILONA BAKUN

Cari compagni e care compagne del Partito Comunista della Bielorussia,

[..]
Ringraziandovi di nuovo per la grande disponibilità e cortesia che avete dimostrato al PCI nell’organizzare l’incontro di Minsk, presento le mie scuse per non poter essere presente.

Leggi tutto...

Per la Repubblica Federale, Democratica e Solidale

E-mail Stampa PDF

spagna catalognadi Ginés Fernández González, direttore di “Mundo Obrero”

da mundoobrero.es

Traduzione di Marx21.it

L'articolo è stato scritto il 19 settembre 2017 per l'edizione cartacea di “Mundo Obrero”, la testata storica dei comunisti spagnoli.

Viviamo un conflitto politico e istituzionale tra il governo dello Stato (PP con l'appoggio di C'se con qualche componente del PSOE) e il governo della Generalitat (JxSI e ERC, appoggiato dalla CUP), un conflitto particolarmente acuto a causa dell'inserimento territoriale della Catalogna nella Spagna. Un conflitto la cui soluzione non è da cercare nell'attuale quadro giuridico e istituzionale ma ha a che fare con il dialogo e il negoziato come base fondamentale per la sua composizione.

Leggi tutto...

Pagina 10 di 82