Comunisti oggi

Grande successo della Festa di Avante!

E-mail Stampa PDF

festadoavante2017 comiziofinaleEditoriale di Avante!, Settimanale del Partito Comunista Portoghese

da Avante.pt

Traduzione di Marx21.it

La Festa di Avante!, evento importante della vita politica nazionale, è stata un grande successo politico e si è ancora confermata come rilevante manifestazione politico-culturale. E' stata una grande festa non solo per il numero dei visitatori, nella loro quantità e diversità, e per la superiore qualità dei suoi contenuti, ma anche e, essenzialmente, per l'ambiente unico in cui è stata costruita e   vissuta dalle diverse migliaia di uomini, donne, giovani e bambini che per tre giorni hanno reso quello spazio la più bella città del Paese: una città dove l'allegria, il cameratismo, la fraternità, la solidarietà internazionalista sono stati accompagnati dall'entusiasmo, dalla fiducia e serena tranquillità, insolita in fenomeni di questa dimensione.

Ma è stata pure unica per l'enorme numero di giovani che l'hanno visitata, dei quali molti hanno contribuito alla sua costruzione, il che la rende giustamente la festa della gioventù e del futuro. Una festa in cui erano presenti anche migliaia di bambini e anziani.

Leggi tutto...

Fermare il massacro dei Rohingyas in Birmania

E-mail Stampa PDF

pc bangladesh manifestazionedi Partito Comunista del Bangladesh
da www.solidnet.org

Traduzione di Marx21.it

Il Partito Comunista del Bangladesh condanna le atrocità commesse contro i Rohingyas e chiede un'immediata risoluzione della situazione in conformità con il diritto internazionale.

In una dichiarazione alla stampa, il presidente del Partito Comunista del Bangladesh (PCB) Mujahidul Islam Selim e il Segretario Generale Shah Alam hanno energicamente condannato l'esercito birmano che sta commettendo un genocidio, incendi indiscriminati e torture spietate contro i Rohingyas nello Stato di Arakan.

Leggi tutto...

Una nuova fase del processo bolivariano

E-mail Stampa PDF

rodilla tierradi Oswaldo Ramos, Segretario Nazionale per la Formazione Ideologica del Partito Comunista del Venezuela

da prensapcv.wordpress.com

Traduzione di Marx21.it

La situazione politica venezuelana ha raggiunto un nuovo livello di confronto. Non perché lo abbiano voluto le forze egemoni nel processo bolivariano, ma perché le trame golpiste – che durano dall'inizio stesso di questo processo – si sono intensificate negli ultimi mesi.

Questi piani, che comprendono azioni di violenza terroristica attraverso gruppi mercenari e fascisti,  non sono riusciti a raggiungere gli obiettivi prefissati dall'imperialismo e perseguiti con la complicità servile della destra senza patria che si raggruppa principalmente nella MUD.

Leggi tutto...

Unità comunista: è ora di scegliere da che parte stare

E-mail Stampa PDF

bandiererosse quadrodi Alessandro Mustillo*
da lariscossa.com

Riceviamo dal compagno Alessandro Mustillo e pubblichiamo come contributo alla discussione sulle prospettive dei comunisti in Italia

Non è un mistero che nelle ultime settimane il dibattito sull’unità comunista abbia compiuto alcuni piccoli ma significativi passi. Lo scorso 12 agosto alla festa organizzata da Marx21 si è tenuto un confronto pubblico tra Partito Comunista e Partito Comunista Italiano, coordinato da Stefano Barbieri. Nei giorni precedenti a Roma un incontro tra due delegazioni dei partiti, guidate dai rispettivi segretari, aveva discusso in modo franco e sereno della situazione, con uno scambio di opinioni sulla lettura della fase e sulle prospettive. In entrambe le occasioni, erano emerse alcune valutazioni comuni, altre che evidenziano delle diversità di vedute.

Leggi tutto...

1973-2017 : il collasso ideologico della “sinistra” francese (ed europea)

E-mail Stampa PDF

cile pinochet monedadi Bruno Guigue, docente di filosofia e analista politico

Initiative Communiste, mensile del Polo di Rinascita Comunista in Francia

Traduzione di Marx21.it

Nel 1973, il colpo di stato del generale Pinochet contro il Governo di Unità Popolare in Cile provocò unondata di indignazione senza precedenti nei settori progressisti del mondo intero. La sinistra europea ne fece il simbolo del cinismo delle classi dominanti che avevano appoggiato questo pronunciamiento. Accusò Washington, complice del futuro dittatore, di aver ucciso la democrazia armando le braccia assassine dei militari golpisti. Nel 2017, al contrario, i tentativi di destabilizzazione del potere legittimo in Venezuela hanno raccolto nel migliore dei casi un silenzio infastidito, un sermone moralizzatore, quando non una diatriba antichavista da parte degli ambienti di sinistra, che si trattasse di responsabili politici, di intellettuali che godono di appoggi o di organi di stampa a grande tiratura.

Leggi tutto...

I partiti comunisti contro le vergognose provocazioni anticomuniste della presidenza dell'UE

E-mail Stampa PDF

estonia glorificacao nazi fascismo waffen ssLe dichiarazioni di condanna della “Giornata Europea” all'insegna dell'anticomunismo e della falsificazione della storia

Traduzione di Marx21.it

Sull'iniziativa anticomunista dell'Unione Europea del 23 agosto in Estonia
Comunicato del Partito Comunista Portoghese (PCP)

Il Partito Comunista Portoghese denuncia e condanna con forte indignazione la promozione, da parte della presidenza estone dell'Unione Europea, il 23 agosto, a Tallin, capitale dell'Estonia,un'altra grave manifestazione di anticomunismo e revisionismo storico.

Con il pretesto della celebrazione dell'autoproclamata e provocatoria “Giornata europea della memoria delle vittime di tutti i regimi autoritari e totalitari”, l'Unione Europea promuove, identificandosi con esse, le più reazionarie concezioni e falsificazioni della storia contemporanea, calunnia senza scrupoli le esperienze del socialismo e in modo deplorevole equipara fascismo e comunismo, assolvendo e passando sotto silenzio i crimini del nazifascismo e le responsabilità delle grandi potenze capitaliste che – con il Trattato di Monaco, che aveva legittimato l'annessione della Cecoslovacchia da parte della Germania nazista – hanno aperto la strada all'inizio della Seconda Guerra Mondiale e all'invasione dell'Unione Sovietica da parte delle orde hitleriane.

Leggi tutto...

Una festa all'insegna della lotta per la pace e del dialogo tra comunisti

E-mail Stampa PDF

ne 11 14 082017di Stefano Barbieri, redazione Marx21.it

Dall’11 al 14 Agosto 2017 si è svolta a Ne, in provincia di Genova, la festa dell'Associazione Marx XXI, del sito Marx21.it e delle sezioni locali del PCI e di Rifondazione Comunista, quattro giorni che hanno coniugato la sagra tradizionale delle feste comuniste, imperniata su una ottima cucina, sulle serate danzanti e gli stand espositivi, con appuntamenti di dibattito pubblico sui grandi temi della politica e della cultura del nostro tempo.

L’apertura di Venerdì 11 Agosto, condizionata da più temporali durante la serata, ha visto all’interno dell’area ristorante, adibita per questo a luogo dell’incontro, la presenza di Mauro Gemma, direttore di Marx21.it e Giuseppe Padovano, coordinatore del Comitato No Guerra No Nato, a confrontarsi a tutto campo sul tema “Fermare la Nato e i preparativi della guerra globale”, evidenziando un livello di analisi e di conoscenza dello scenario internazionale nel ventunesimo secolo come in poche altre occasioni si può riscontrare, mettendo in fila la storia degli ultimi trent’anni di scontro tra le realtà imperialiste e capitaliste con quei Paesi che, dalle varie latitudini del mondo, si oppongono al progetto di egemonia a guida USA, il ruolo devastante della NATO ed il contrappeso che esercitava, contro di essa, il fu Patto di Varsavia, la costruzione di un nuovo fronte, seppur diversissimo al proprio interno, guidato dai paesi del cosiddetto BRICS, il ruolo di Cina e Russia, le responsabilità innegabili degli Stati Uniti d’America in tutte le aree di conflitto armato aperte nel mondo, dalla Siria all’IRAQ, dal sud America al Medio Oriente, il terrorismo globalizzato, l’arretratezza in questo quadro della sinistra italiana ed europea quasi in contrapposizione alla lucidità almeno di una parte della Chiesa cattolica, la quasi scomparsa del grande movimento per la pace presente in Italia e la funzione minoritaria dei comunisti.

Leggi tutto...

Dalla Svizzera al Donbass: archeologia e solidarietà contro la guerra!

E-mail Stampa PDF

studenti donbass 1da sinistra.ch

Riceviamo dal Partito Comunista (Svizzera) e volentieri pubblichiamo

Il nostro portale ha fin dall’inizio raccontato le vicende ucraine: ben prima del colpo di stato fascista del 2014 avevamo tirato il campanello d’allarme su quanto si stava preparando. Nel 2012 avevamo pubblicato l’articolo di Francesco Vitali che denunciava le ingerenze dell’Unione Europea ai danni della sovranità ucraina (leggi), che stavano preparando la “rivoluzione colorata” avvenuta nel 2014 con l’inizio della leggi razziali ai danni dei russi, come nel 2014 spiegava Davide Rossi sempre da questo portale (leggi). Nel 2016 ospitavamo la traduzione di un testo di Guy Mettan che ricordava il golpe a due anni di distanza (leggi).

Leggi tutto...

La mobilitazione dei comunisti venezuelani contro le minacce di intervento militare degli Stati Uniti

E-mail Stampa PDF

pc venezuela bp rueda prensa 14ago2017Dichiarazione di Carlos Aquino, dell'Ufficio Politico del Partito Comunista del Venezuela (PCV)

da prensapcv.wordpress.com

Traduzione di Marx21.it

“Le recenti dichiarazioni di Donald Trump, presidente degli Stati Uniti, dimostrano che le più svariate forme di intervento e ingerenza da parte di questo governo non cessano, e viene confermato che l'intervento militare contro il nostro paese continua ad essere concretamente possibile”.

Così ha dichiarato Carlos Aquino, membro dell'Ufficio Politico del Partito Comunista del Venezuela, esprimendo il ripudio da parte dell'organizzazione comunista delle minacce di Trump, che ha affermato di non scartare l'intervento militare diretto contro il Venezuela, come una delle possibili opzioni della politica interventista del governo statunitense.

Leggi tutto...

Lo spartiacque della sinistra è il Venezuela

E-mail Stampa PDF

venezuela bandieronedi Massimiliano Ay, segretario politico del Partito Comunista (Svizzera)

Ringraziamo Domenico Losurdo, presidente dell'Associazione Marx XXI, per la segnalazione dell'importante dichiarazione del compagno Massimiliano Ay.

La difesa del Venezuela è oggi più che mai lo spartiacque fra la sinistra cosmopolita (a parole) e filo-atlantica (nei fatti) da un lato, e la sinistra anti-imperialista (a cui il Partito Comunista si riconosce) dall’altro. 

E’ lo spartiacque anche fra chi crede nel socialismo come semplice idea, e chi invece sul socialismo ragiona in termini materialistici di rapporti di forza e di concreta costruzione dello stesso, pur con la dovuta gradualità e consci delle contraddizioni e dei compromessi necessari. 

Leggi tutto...

Pagina 10 di 81