Comunisti oggi

Saluto al PCE per i 90 anni di fondazione

E-mail Stampa PDF

pce anniversario

All’attenzione del compagno Juan de Dios Villanueva

Dip. Esteri - Partito comunista spagnolo

 

A nome del Partito dei Comunisti Italiani invio al vostro segretario e a tutto il Pc spagnolo i migliori auguri per le celebrazioni dei Novanta anni della vostra nascita.

 

La storia dei comunisti spagnoli ha rappresentato in questi decenni una parte importante della storia del movimento comunista mondiale contro i fascismi vecchi e nuovi. Oggi come novanta anni fa le ragioni dell'esistenza di una forza comunista autonoma e indipendente, ancorchè unitaria, nei confronti delle altre forze della sinistra, in Spagna come in tutta l'Europa, sono più che mai vive e presenti. Come dimostrano anche i recenti risultati elettorali, che hanno visto una buona affermazione del Pce.

Leggi tutto...

Il socialismo è il futuro!

E-mail Stampa PDF

papariga meeting_solidnetSi è svolto, dal 9 all’11 Dicembre 2011 ad Atene, il 13° Incontro Internazionale dei Partiti Comunisti e Operai, che aveva come oggetto il seguente tema:

 

“IL SOCIALISMO E' IL FUTURO!

La situazione internazionale e l'esperienza dei comunisti a vent’anni dalla controrivoluzione in Unione Sovietica. I compiti per lo sviluppo della lotta di classe nel dispiegarsi della crisi del capitalismo e delle guerre imperialiste, delle lotte e delle rivolte popolari in corso per i diritti della classe operaia, per il rafforzamento dell'internazionalismo proletario e dell’alleanza antimperialista, per il rovesciamento del capitalismo e la costruzione del socialismo".

 

All’incontro hanno preso parte i rappresentanti di 78 partiti provenienti da 59 differenti paesi. Alcuni partiti che non sono riusciti a partecipare, per motivi indipendenti dalla loro volontà, hanno inviato contributi scritti.

 

Salutiamo da Atene lo sviluppo delle lotte popolari, che sprigionano così un grande potenziale di emancipazione dall’imperialismo, dallo sfruttamento capitalistico e dall'oppressione, in favore dei diritti sociali, del lavoro e della sicurezza sociale dei salariati di tutto il mondo.

Leggi tutto...

Il messaggio del PdCI al Partito Comunista della Federazione Russa

E-mail Stampa PDF

Al Cc del Partito Comunista della Federazione Russa (PCFR)

Al presidente Ghennadi Ziuganov

 

pdci

Care compagne, cari compagni,


a nome del Cc del PdCI e mio personale desidero esprimervi la nostra grande soddisfazione per l'esito delle elezioni politiche in Russia, che vedono uno splendido risultato del vostro partito, un avanzamento di altre componenti di sinistra, e l'assoluta marginalità politica delle forze liberiste e filo-atlantiche.


Ci auguriamo che l'accresciuta influenza dei comunisti e delle forze di sinistra possa consentire un rafforzamento complessivo, nella direzione politica del paese, di tutte le componenti nazionali, patriottiche e progressive che hanno a cuore gli interessi complessivi di una Russia forte, democratica e progressiva, capace di rinnovare e attualizzare le migliori acquisizioni della propria esperienza socialista, attenta alle esigenze di uno sviluppo dinamico del Paese orientato da criteri di programmazione pubblica democratica e sociale, sensibile alle condizioni di vita della parte più povera del paese, con una collocazione internazionale a favore della pace, della cooperazione e della liberazione dei popoli ancora soggetti a meccanismi oppressivi di tipo neo-imperialista e neo-coloniale;

Leggi tutto...

Il contributo della FGCI al 9° incontro europeo delle organizzazioni giovanili comuniste - Praga 3-4 dicembre 2011

E-mail Stampa PDF

praga 3-4_2011CONTRIBUTO INVIATO DALLA FGCI AL SEMINARIO DAL TITOLO: “20 anni dopo le contro-rivoluzioni ed il rovesciamento del socialismo, le conseguenze sui giovani. Il futuro è dei giovani e del socialismo” SVOLTO IN OCCASION DEL 9° INCONTRO EUROPEO DELLE ORGANIZZAZIONI GIOVANILI COMUNISTE – PRAGA, 3-4 DICEMBRE 2011


Cari compagni,

prima di tutto vogliamo ringraziare calorosamente e fraternamente la gioventù comunista della Repubblica Ceca che ospita questo importante evento. La KSM (gioventù comunista della Rep. Ceca) è stata vittima di un attacco pesante da parte del governo volto a renderla illegale, un atto contro la democrazia e la libertà. Alla KSM va la nostra solidarietà. Vogliamo contribuire a questo seminario cercando di dare un contributo originale che sicuramente non esaurisce il tema della discussione ma pone all’attenzione alcuni sviluppi del dibattito politico del movimento comunista italiano e dello sviluppo della società italiana negli ultimi 20 anni. Crediamo che linee di sviluppo simile si siano verificate in altri paesi europei in questi ultimi venti anni, e che vi siano numerosi punti di contatto tra la storia recente italiana e quella di altri paesi.

Leggi tutto...

Documento conclusivo VIII Congresso nazionale del Partito della Rifondazione Comunista

E-mail Stampa PDF

da Partito della Rifondazione Comunista

 

congresso prcL’VIII Congresso di Rifondazione Comunista, che si è svolto a vent’anni dalla nascita della nostra impresa collettiva, approva la relazione del Segretario che considera un importante contributo ai nostri lavori, come considera positivo il dibattito che l’ha seguita.


Oggi, ancor più di ieri, possiamo dire che, se Rifondazione non esistesse, bisognerebbe inventarla. Vent’anni fa ci avevano spiegato che il capitalismo è il migliore dei mondi possibili e la fine della storia. A distanza di vent’anni vediamo che il capitalismo non è in grado di superare la propria crisi – che non è solo economica e finanziaria, ma anche ambientale e sociale -, moltiplica le guerre, mette in discussione la democrazia, radicalizza l’intreccio tra neoliberismo e patriarcato.

 

Oggi più di ieri l’alternativa è tra socialismo o barbarie. Oggi più di ieri serve l’impegno di riflessione e lavoro delle comuniste e dei comunisti per costruire un’alternativa di società,per quella “futura umanità” a cui abbiamo intitolato il nostro Congresso. 

Leggi tutto...

I comunisti giapponesi avanzano nelle elezioni amministrative a Fukushima e in altre località colpite dal terremoto

E-mail Stampa PDF

nota a cura di Marx21.it

 

JCPNelle elezioni locali che si sono svolte il 20 novembre scorso a Fukushima, la città devastata dal terribile terremoto dell'11 marzo e dal conseguente incidente verificatosi alla centrale nucleare costruita sul suo territorio, hanno visto una forte affermazione delle liste del Partito Comunista Giapponese (PCG) che ha aumentato il numero dei suoi eletti da 3 a 5. L'area interessata alla consultazione elettorale ha una popolazione di circa 2 milioni di abitanti. Progressi elettorali dei comunisti si sono registrati anche nelle altre due prefetture, colpite dal sisma, in cui si è votato: Iwate, dove il PCG passa da 1 a 2 consiglieri e Miyagi, da 2 a 4. Come ha sottolineato il presidente del partito, Ichida Tadayoshi nel corso di una conferenza stampa, i 7 candidati presentati dal PCG a Fukushima hanno costruito una campagna elettorale fortemente improntata alla più dura critica nei confronti del mito della “sicurezza” della produzione di energia nucleare, proponendo un piano di decontaminazione e compensazioni per i danni subiti dai cittadini da far pagare alla TEPCO, il gruppo responsabile della centrale nucleare fuori servizio, e alle altre imprese private che traggono profitti dall'industria nucleare.

Leggi tutto...

PdCI Torino, lo striscione al Monte dei Cappuccini a fianco dei lavoratori FIAT!

E-mail Stampa PDF

"Oggi pomeriggio abbiamo esposto uno striscione dal Monte dei Cappuccini" - dichiara Mao Calliano segretario provinciale PdCI Torino - "a sostegno dei lavoratori della Fiat contro il piano Marchionne che calpesta il nostro futuro e i nostri diritti" "Questa è la prima di una serie di iniziative" - conclude - "che faremo in tutta Italia."

 

Leggi tutto...

Rifondazione a Congresso

E-mail Stampa PDF

Intervista di LiberaTV a Paolo Ferrero in vista del congresso nazionale del partito che si terra a Napoli dal 2 al 4 dicembre. Ferrero risponde sul governo Monti, sulla posizione nei confronti di di SEL, sui movimenti e sulla Federazione della Sinistra.

 

Leggi tutto...

81 partiti di tutto il mondo parteciperanno al 13° Incontro Internazionale dei Partiti Comunisti e Operai (Atene, 9-11 dicembre 2011)

E-mail Stampa PDF

da www.solidnet.org | Traduzione a cura di Marx21.it

 

Il Partito dei Comunisti Italiani (PdCI) sarà presente con una delegazione composta da Fausto Sorini, della segreteria nazionale e responsabile esteri, e Maurizio Musolino 

della direzione nazionale e dirigente del Dipartimento Esteri.

 

solidnet banner

Il comunicato è stato diffuso dalla Sezione Relazioni Internazionali del KKE


Più di 100 delegati in rappresentanza di 81 partiti comunisti e operai e 61 paesi, presenti nei cinque continenti, dovrebbero partecipare ai lavori del 13° Incontro Internazionale dei Partiti Comunisti e Operai che sarà organizzato dal KKE (Partito Comunista di Grecia) ad Atene dal 9 all'11 dicembre 2011.

 

Gli incontri internazionali dei Partiti comunisti sono stati lanciati dal KKE 13 anni fa, e decine di partiti comunisti hanno risposto con la loro presenza, comprendendo la necessità per i comunisti di scambiare punti di vista, discutere degli ultimi sviluppi e dei compiti che devono assolvere, di scambiare esperienze ma anche di coordinare la loro iniziativa comune.

 

Gli incontri internazionali annuali, che hanno esordito ad Atene, si sono imposti come un evento internazionale importante per il movimento comunista. Essi non sono più organizzati da un solo partito, ma da un Gruppo di lavoro dei partiti comunisti. Oltre che ad Atene, dove gli incontri si sono tenuti per sette anni consecutivi, essi sono stati in seguito organizzati a Lisbona (Portogallo), Minsk (Belarus), Sao Paolo (Brasile), New Delhi (India), Tshwane (Sudafrica). Quest'anno, dopo un “viaggio” in cinque paesi di quattro continenti (Europa, America, Asia, Africa), fanno ritorno ad Atene (per quest'anno).

Leggi tutto...

I comunisti russi sostengono la decisione di Medvedev di assumere misure di risposta al sistema missilistico USA-NATO in Europa Orientale

E-mail Stampa PDF

nota a cura della redazione di Marx21.it


missile ariaIl leader del PCFR, Ghennady Zyuganov, definisce “azzeccata” la decisione annunciata dal presidente russo Medvedev di una risposta del governo di Mosca alla installazione da parte degli Stati Uniti e della NATO del sistema antimissilistico nell'Europa Orientale.

 

“La dichiarazione del presidente è assolutamente corretta nell'essenziale. Sebbene sia arrivata abbastanza tardivamente. Noi comunisti insistiamo da tempo sul fatto che la Russia dovrebbe assumere misure di risposta”, ha dichiarato Zyuganov alle agenzie di stampa russe.

 

La misura annunciata dovrebbe comunque, a parere di Zyuganov, essere accompagnata dalla destituzione dell'attuale ministro della Difesa che potrebbe frapporre ostacoli alla rapida esecuzione della direttiva presidenziale.

Leggi tutto...

Pagina 81 di 83