Comunisti oggi

Riflessioni sulla via cinese al socialismo a partire dai documenti del 19° congresso del Partito Comunista Cinese

E-mail Stampa PDF

pcc 19mocongressodi Samir Amin | samiramin1931.blogspot.it

Traduzione per Resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare

1.
La rivoluzione cinese è una grande rivoluzione perché ha iscritto i suoi obiettivi principali (liberare la Cina dalla dominazione dell'imperialismo, del feudalesimo e della borghesia compradora) nella lunga transizione al comunismo.

a) il comunismo è una fase superiore della civilizzazione, fondato sul principio della solidarietà (degli individui e delle nazioni) che si sostituisce a quello della competizione. La socializzazione dalla pratica della democrazia succede a quella fondata sulla sottomissione ai meccanismi del mercato. La liberazione degli esseri umani dall'alienazione mercantile e dal loro assoggettamento al potere, sostituisce la sovranità dell'istanza culturale nuova a quella dello Stato e permette il suo decadimento. Il comunismo è "un'utopia creatrice": l'utopia di oggi, diventerà la realtà di domani.

Leggi tutto...

Dichiarazione dei partiti comunisti e operai dei paesi europei coinvolti nel progetto militare PESCO

E-mail Stampa PDF

pescoda solidarite-internationale-pcf.over-blog.net

Traduzione di Marx21.it

I partiti comunisti e operai firmatari condannano il progetto di “Cooperazione Strutturata Permanente” (PESCO) in quanto si tratta di un'iniziativa militarista aggressiva.

La Germania imperialista, sotto la guida del Ministro della Difesa Von der Leyen, assumerà la guida dei 23 stati membri per costituire ciò che chiama “l'esercito europeo”. A questo scopo essa conferma che una forza militare comune rappresenta un'idea di base della Comunità Europea. Per questo, fino ad ora, i promotori del progetto di integrazione hanno cercato di venderci questo progetto come un progetto di pace.

Leggi tutto...

Il processo di militarizzazione dell'UE e la “cooperazione strutturata permanente”

E-mail Stampa PDF

exercito europeuDichiarazione del Partito Comunista Portoghese (PCP) | da pcp.pt

Traduzione di Marx21.it

Il Governo del Partito Socialista (PS) si prepara a decidere l'associazione del Portogallo alla cosiddetta “Cooperazione Strutturata Permanente” (Pesco), con il sostegno del Presidente della Repubblica e del Comandante Supremo delle Forze Armate, e che si inserisce nel processo di approfondimento della militarizzazione dell'Unione Europea e della sua affermazione come pilastro europeo della NATO, allo scopo di creare un “esercito comune” dell'Unione Europea, in un quadro di complementarietà con questo blocco politico militare.

Il PCP esprime il suo più profondo disaccordo con questa intenzione e con il percorso di approfondimento della militarizzazione dell'Unione Europea e di una ancora maggiore concentrazione di potere sovranazionale su materie che sono centrali per la sovranità e l'indipendenza nazionali.

Leggi tutto...

La Turchia deve ritirare le sue truppe dalla Siria

E-mail Stampa PDF

Dichiarazione comune di 31 partiti comunisti e operai di tutto il mondo

da solidarite-internationale-pcf.over-blog.net

Traduzione di Marx21.it

31 partiti comunisti e operai di tutto il mondo hanno diffuso una dichiarazione comune contro l'impegno militare della Turchia in Siria, in cui si denuncia il sostegno di Ankara ai gruppi fondamentalisti e si invita la Turchia a ritirarsi da ogni tipo di operazione militare in Siria.

Sotto la direzione di Erdogan, la Turchia ha fornito sostegno politico e materiale a gruppi terroristici in Siria ed è stata complice di tutti i massacri perpetrati e della devastazione umanitaria ed economica inflitta a questo paese fin dall'inizio dell'intervento imperialista. Anche oggi, sfidando tutti gli accordi e le regole internazionali, la Turchia conduce operazioni militari in Siria con il pretesto dell' “anti-terrorismo”.

Leggi tutto...

La risoluzione del Forum della sinistra (Mosca, 6 novembre 2017)

E-mail Stampa PDF

6e4144 oktiabr1da kprf.ru

Traduzione dal russo di Mauro Gemma

Il 6 novembre, a Mosca, nell'ambito degli eventi dedicati alla celebrazione del centenario della Grande rivoluzione socialista d'ottobre, si è svolto il Forum internazionale delle forze di sinistra "nell'ottobre 1917: una svolta per il socialismo". Rappresentanti di 132 partiti comunisti, di sinistra e operai di tutto il mondo hanno preso parte ai suoi lavori. Tra le organizzazioni presenti, significativa la presenza di forze come  il Partito Comunista di Cuba, il MPLA, il FRELIMO, la SWAPO, il Partito Socialista Unito del Venezuela, il Partito Comunista del Vietnam, le Federazioni Internazionali della Gioventù Democratica, Sindacale Mondiale, dei Resistenti antifascisti, il Consiglio Mondiale della Pace, e altre forze politiche e organizzazioni internazionali.

Leggi tutto...

Il PCE conclude il suo XX Congresso, recuperando il leninismo

E-mail Stampa PDF

pc spagnadi Javier Romo

da mundoobrero.es

Traduzione di Marx21.it

Il 2 dicembre si sono conclusi i lavori del ventesimo Congresso del Partito Comunista di Spagna (PCE). Di particolare rilievo è la decisione assunta dai delegati di ripristinare, dopo quarant'anni di sostanziale continuità con le tesi dell' “eurocomunismo”, il riferimento al “marxismo-leninismo” quale fondamento ideologico dell'iniziativa del partito.

Sul dibattito che ha attraversato la massima assise del più importante partito comunista della Spagna, riteniamo utile proporre ai nostri lettori un primo resoconto, pubblicato in “Mundo Obrero”, la testata storica del PCE. (Marx21.it)   

Leggi tutto...

Il fascismo in Ucraina è forse una fake news?

E-mail Stampa PDF

ucraina hitlernazidi Partito Comunista di Ucraina
da kpu.ua

Traduzione dal russo di Mauro Gemma

In Ucraina non esiste il fascismo?

“Conquistato il potere, i barbari nazionalisti, che hanno trasformato in eroi e combattenti della cosiddetta lotta di liberazione nazionale gli scagnozzi hitleriani della OUN-UPA, della divisione SS “Galizia”, del battaglione “Nachtigall”, vogliono privare il nostro popolo della Grande Vittoria, cercano di screditare il sistema socialista, l'amicizia tra le nazionalità e l'unità slava. Costoro riscrivono la storia, cambiano il nome di città e villaggi, di strade e piazze, dissacrano i monumenti della Grande Guerra Patriottica, e agli ordini di Stati Uniti, Occidente, FMI attuano una politica di genocidio sociale ed economico, scatenano il terrore e la violenza contro i rappresentanti dell'opposizione, e soprattutto contro i comunisti”  (dal discorso di Petro Simonenko in occasione del 72 anniversario della Vittoria del popolo sovietico nella Grande Guerra Patriottica)

Leggi tutto...

Giù le mani dai comunisti polacchi! Dichiarazione di 67 partiti comunisti e operai

E-mail Stampa PDF

polonia comunisti striscionea cura di Marx21.it

Il 27 novembre è ripreso il processo contro il Partito Comunista della Polonia. Da due anni, i compagni del PCP sono oggetto di una campagna persecutoria, con la pretestuosa accusa “di propaganda dell'ideologia comunista” nelle pagine del loro giornale "Brzask".

La repressione anticomunista delle autorità di Varsavia, che non ha mai suscitato la benché minima condanna da parte delle istituzioni di governo dell'UE, di cui la Polonia fa parte, è stata denunciata in  una dichiarazione sottoscritta da 67 partiti comunisti, nel corso del 19° Incontro Internazionale dei Partiti Comunisti e Operai, tenutosi a San Pietroburgo.

Leggi tutto...

Discorso introduttivo del 19° Incontro Internazionale dei Partiti Comunisti e Operai

E-mail Stampa PDF

zyuganov aprile2017di Ghennady Zyuganov, Presidente del Partito Comunista della Federazione Russa

da solidnet.org

Traduzione di Mauro Gemma

Il centenario della Grande Rivoluzione Socialista d'Ottobre che ci vede riuniti in questa sede in questi giorni si sta celebrando in tutto il mondo. Sono poche le conquiste e le realizzazioni conosciute dalla Storia che possano essere confrontate per significato e grandezza a quelle della Rivoluzione d'Ottobre del 1917.

Oggi, in ogni regione della Terra c'è chi sta riflettendo sul significato del Grande Ottobre, e il suo cuore sta battendo con speciale emozione ascoltando le parole Lenin, partito dei bolscevichi e Potere Sovietico.

Leggi tutto...

Dichiarazione del Partito Comunista Giapponese sulle elezioni

E-mail Stampa PDF

okinawa giornalida japan-press.co.jp

Traduzione di Lorenzo Battisti per Marx21.it

1. Alla Camera dei Rappresentanti, il 22 ottobre, il candidato del partito comunista giapponese Seiken Akamine ha vinto nel distretto n. 1 di Okinawa. Questa vittoria è stata ottenuta grazie agli sforzi concertati del Pc Giapponese e del All Okinawa Council, il gruppo a livello di prefettura che combatte contro la costruzione della base statunitense a Okinawa.

Per quanto riguarda i blocchi di rappresentanza proporzionale, il numero totale dei seggi del JCP è sceso dai 20 ottenuti tre anni fa (con 6,06 milioni di voti pari all' 11,37% del totale dei voti) a 11 (4,4 milioni, 7,91%). Questo è un risultato deludente per noi. Tuttavia, i membri e i sostenitori del PCG in tutto il paese hanno lavorato duramente per ottenere progressi nelle elezioni. Durante la campagna, molte persone hanno anche chiesto agli elettori di votare per il Partito nei distretti di rappresentanza proporzionale. Riteniamo che il Pcg non sia stato abbastanza forte da indirizzare questi importanti sforzi verso una sua avanzata.

Leggi tutto...

Pagina 7 di 80