Nuove opportunità per il Movimento Comunista Internazionale in un’epoca di straordinari mutamenti

E-mail Stampa PDF

19imcwp sedutaRapporto sullo sviluppo del Movimento Comunista Internazionale dal 2019 al 2020

Gruppo di ricerca dell’Accademia del Marxismo, CASS 

(diretto dai professori Jiang Hui e Pan Jin’e; coordinato da Li Kaixuan, professore associato)


Abstract

Nel 2019 i partiti comunisti di diversi Paesi hanno commemorato in vari modi il centenario della fondazione dell’Internazionale Comunista e hanno parlato della possibilità di un’alleanza internazionale nella nuova era. Nei Paesi socialisti la Cina ha celebrato solennemente il centenario del Movimento del 4 maggio e il settantesimo anniversario della fondazione della Repubblica Popolare Cinese. Paesi socialisti come Vietnam, Cuba, Laos e Corea del Nord hanno continuato a promuovere le riforme e a delineare nuovi sviluppi attraverso la revisione delle costituzioni e l’attività legislativa. La maggior parte dei partiti comunisti nei paesi in cui non sono al potere ha cercato di cambiare le proprie strategie di lotta. Nel frattempo, il pensiero socialista si è sviluppato anche in Europa e in America. Tuttavia, in una situazione in cui si sta diffondendo la mentalità di una “Nuova Guerra Fredda”, la maggior parte dei partiti comunisti dell’Occidente è ancora in una fase di riflusso. Nel 2020, con la diffusione del COVID-19, si è ulteriormente manifestata la superiorità del sistema socialista e il concetto di costruire una comunità con un futuro comune per l’umanità sta diventando sempre più popolare.

articolo completo