Lusinghiero il risultato dei comunisti nelle elezioni regionali del Venezuela

E-mail Stampa PDF

pcv conferenzastampadi Partito Comunista del Venezuela (PCV)
da prensapcv.wordpress.com

Traduzione di Marx21.it

La partecipazione alle elezioni ha dimostrato la maturità politica del popolo venezuelano

Il Partito Comunista del Venezuela (PCV) ha espresso soddisfazione per la dimostrazione di maturità politica dei lavoratori venezuelani con la massiccia partecipazione alle elezioni regionali, in quanto rappresenta un chiaro messaggio di rifiuto dei settori fascisti e del loro programma di violenza attuato per vari mesi nelle principali città del paese.

Lo ha dichiarato Carlos Aquino, membro dell'Ufficio Politico del PCV, il quale ha sostenuto che “si è avuto un rifiuto significativo da parte di diversi settori della politica violenta e “guarimbera” che non riflette le posizioni e le opinioni di quel popolo molto eterogeneo che sostiene ancora i settori dell'opposizione”.


Aquino ha anche affermato che le elezioni regionali hanno assunto il significato di un'azione “in difesa del nostro paese, della sovranità, dell'autodeterminazione del popolo, per indicare il percorso di sviluppo che più ci convenga e che venga stabilito da noi stessi, in quanto popolo”.

Il PCV riconosce anche la trasparenza del processo elettorale, e allo stesso tempo appoggia la proposta del presidente Nicolás Maduro di procedere alla verifica del 100% delle schede scrutinate.

Il PCV è la seconda forza del blocco patriottico

Il PCV invia un saluto combattivo e un riconoscimento alle oltre 300.000 persone che hanno espresso il loro voto sul simbolo del Gallo Rosso, come segnale critico nei confronti dei settori della destra filo-imperialista, del fascismo, ma anche nei confronti dei settori riformisti e opportunisti in seno al governo.

“Su 23 stati, in 21 siamo la seconda forza tra le forze patriottiche”, ha segnalato Aquino.

Il dirigente comunista ha evidenziato anche il peso significativo che i partiti patriottici in generale e il PCV in particolare hanno avuto nel garantire la vittoria in diversi stati, il che rappresenta “un messaggio che deve essere tenuto in considerazione dal partito di governo, che consenta di realizzare i cambiamenti necessari nella sua politica delle alleanze”.

Nel caso specifico dello Stato Apure, il PCV saluta i 28.248 uomini e donne che hanno espresso il loro voto per l'opzione rivoluzionaria di Victor Castillo, che ha raggiunto il 14,4% nonostante le aggressioni, il settarismo e il peso della macchina istituzionale a favore del candidato vincente.

I RISULTATI DELLE ELEZIONI REGIONALI IN VENEZUELA