Il 6° Plenum del Partito Comunista Giapponese si impegna per il rafforzamento del Partito

E-mail Stampa PDF

pc giappone bandierada japan-press.co.jp

Traduzione di Lorenzo Battisti per Marx21.it

Il Comitato Centrale del Partito Comunista Giapponese (JCP) ha svolto il suo 6° Plenum il 20 e il 21 Settembre presso la sede del JCP di Tokio. Il Segretario Shii Kazuo ha tenuto una relazione a nome della Segreteria, chiedendo a tutti gli aderenti di lavorare per costruire la forza del Partito in preparazione del 27° Congresso che si terrà a Gennaio 2017.

Shii ha riferito dei risultati delle elezioni di Luglio per la Camera Superiore. Ha evidenziato che è venuta alla luce la necessità di un rafforzamento del Partito, sebbene sia il JCP che l'alleanza dell'opposizione abbiano ottenuto importanti progressi alle elezioni. “Per raggiungere i due obiettivi di una maggiore avanzata del JCP e dello sviluppo di una collaborazione tra i cittadini e i partiti di opposizione, è vitale costruire un forte Partito Comunista”, ha affermato.

Shii ha proposto un'ulteriore sviluppo delle lotte comuni dil partiti di opposizione, e di fare un ulteriore sforzo per ottenere 8,5 Milioni di voti e il 15% nei distretti proporzionali nelle prossime elezioni generali.


Il Segretario del JCP ha condannato il Governo Abe per aver cercato di implementare politiche antipopolari in vari campi, sulle quali il Primo Ministro è rimasto silente durante la campagna elettorale. Shii ha continuato descrivendo le posizioni del JCP e il modo di affrontare i temi politici attuali; la legislazione anticostituzionale sulla sicurezza (la legislazione di guerra), la revisione della Costituzione, l'economia e la vita del popolo, il TPP, il riavvio delle centrali nucleari, e la costruzione della base militare americana a Okinawa.

Shii ha proposto di indicare i prossimi 4 mesi, fino alle fine di Gennaio, come periodo per una campagna per aumentare la forza del Partito Comunista. Ha chiesto di lavorare per aumentare gli aderenti di 20'000, così come per un aumento delle copie vendute del giornale Akahata di 20'000 copie in settimana e di 105'000 la domenica.

La relazione della Segreteria è stata adottata all'unanimità. Il 27° Congresso è programmato per il 17-20 Gennaio presso il Centro Studi Izu del JCP nella città di Atami, nella Prefettura di Shizuoka

Il Partito Comunista avvierà colloqui per una collaborazione tra i partiti di opposizione per le prossime elezioni generali

Shii, nella sua relazione al Plenum, ha affermato che, sulla base delle lezioni apprese dalle lotte comuni dei partiti di opposizione durante le ultime elezioni, il Partito Comunista cerca di sviluppare ulteriormente lo sforzo comune dei partiti di opposizione in vista delle prossime elezioni generali. Per raggiungere ciò, il JCP proporrà al Partito Democratico, al Partito Socialdemocratico e al Partito della Vita del Popolo di dare inizio agli incontri a 4 per la cooperazione elettorale.

Shii ha osservato che i segretari dei 4 partiti di opposizione concordano nel perseguire i seguenti 4 obiettivi nella lotta comune contro il governo Abe: abolizione dell'incostituzionale legislazione sulla sicurezza nazionale e ripristino del costituzionalismo; impedire che le politiche economiche dell'Abenomics possano danneggiare ulteriormente il livello di vita popolare e allargare le ineguaglianze sociale e la povertà; mettere fine al regime del pugno di ferro di Abe, che ignora le preoccupazioni popolari su vari temi come il TPP e la base Usa di Okinawa; bloccare il governo Abe nel tentativo di revisione delle Costituzione Giapponese.

Shii ha sottolineato che, considerando le vittorie raggiunte dalle candidature comune nei collegi uninominali alle elezioni di luglio per la Camera Alta, nessuno può negare che gli sforzi collettivi dei partiti di opposizione hanno giocato un ruolo significativo. Ha citato il fatto che i 4 partiti di opposizione hanno ripetutamente confermato che coopereranno “il più possibile” nelle future elezioni generali.

Shii ha detto che per raggiungere il successo nella cooperazione dei partiti di opposizione alle prossime elezioni generali, è necessario che i 4 partiti si impegnino pienamente nella cooperazione comune e nel sostegno reciproco. Ha anche fatto notare che è necessario, per le forze di opposizione, sviluppare in comune politiche dettagliate e attraenti, e creare un accordo lungimirante riguardo la formazione di un altro governo.

Shii ha espresso l'impegno del JCP a lavorare assieme agli attivisti civili per raggiungere questi obiettivi.