Atene in piazza contro la visita di Obama

E-mail Stampa PDF

obama kinhtopoihsh 36.jpg 376170967Dichiarazione di Dimitris Koutsoumpas, Segretario generale del Partito Comunista di Grecia (KKE)

da solidnet.org

Traduzione di Marx21.it

Alla mobilitazione di Atene contro la visita di Obama in Grecia ha partecipato anche il Segretario generale del Partito Comunista di Grecia (KKE), Dimitris Koutsoumpas, che ha rilasciato questo commento ai rappresentanti dei mezzi di comunicazione:

“Abbiamo ricevuto in modo militante il presidente degli Stati Uniti, di uno stato imperialista che, tra l'altro, particolarmente negli ultimi anni in cui si è sviluppata la crisi economica del capitalismo, ha guidato i “corvi” del FMI che stanno succhiando il sangue del popolo greco, di una nazione che provoca colpi di Stato militari, interventi, guerre imperialiste dall'Ucraina fino al Mediterraneo Orientale, nel Medio Oriente, in Nord Africa, in Asia, in America Latina. Di uno stato che uccide i civili in questi paesi, provocando una grande ondata di flussi migratori, che causa sofferenza e sradica migliaia, milioni di persone dalle loro case, tormentandole, e sconvolgendo il popolo greco e le isole dell'Egeo.


Di fronte a questa provocazione, e in considerazione del passato lontano e recente e al presente degli Stati Uniti, il KKE, il movimento sindacale di classe, il popolo greco nel suo insieme e le forze amanti della pace dicono un forte NO agli USA, alla NATO, alle loro alleanze predatorie e alle loro guerre. Il fatto che il governo – che per la prima volta si definisce di sinistra – di SYRIZA-ANEL abbia cercato in tutti i modi di imporre il silenzio assoluto ad Atene è inaccettabile e lo denunciamo con questa mobilitazione. Gli rispondiamo in modo militante che siamo qui, siamo in prima linea, ci riuniamo e protestiamo proprio perché non intendiamo soggiogarci, scendere a compromessi e consegnare la nostra terra e il mare agli assassini dei popoli.