Il Partito Comunista Portoghese sulla vittoria del NO al referendum costituzionale in Italia

Stampa

referendo constitucional italiaNota dell'Ufficio Stampa del PCP
da pcp.pt

Traduzione di Marx21.it

La vittoria del NO al referendum sulla modifica costituzionale proposta dal governo italiano ha rappresentato una sconfitta per coloro che hanno cercato di attaccare la Costituzione italiana, adottata in seguito alla sconfitta del fascismo nella Seconda Guerra Mondiale, e il suo carattere democratico.

La manovra antidemocratica diretta alla centralizzazione del potere politico e alla trasformazione del sistema elettorale attraverso la revisione della Costituzione è stata quindi respinta.

Il carattere popolare di questo rifiuto assume ancora maggiore significato in quanto è stato  espresso dopo avere affrontato l'intensa campagna e i ricatti del governo italiano e dei grandi gruppi economici e finanziari, che hanno avuto il sostegno dei responsabili dell'Unione Europea.


Un risultato che – pur avendo motivazioni diverse e persino contraddittorie – ha rappresentato anche il rifiuto della politica realizzata dai governi che si sono succeduti, compreso il governo del Partito Democratico, guidato da Matteo Renzi, subordinati agli interessi del grande capitale e all'Unione Europea, e contro i diritti e le condizioni di vita dei lavoratori e del popolo italiano.

Il Partito Comunista Portoghese riafferma la sua solidarietà alla lotta dei comunisti, dei lavoratori e del popolo italiano in difesa dei diritti democratici, sociali, economici e politici.