Comunisti oggi

30 anni dopo la "caduta del muro di Berlino" - La verità è rivoluzionaria

E-mail Stampa PDF

germania ddr 2di Albano Nunes

da “O Militante”, Rivista teorica del Partito Comunista Portoghese, N° 363, NOV/DIC 2019

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

I comunisti non hanno mai paura della verità perché solo la verità permette loro di conoscere la realtà, condizione indispensabile per la sua trasformazione rivoluzionaria. La posizione dei loro avversari è esattamente l'opposto. La classe dirigente capitalista può rimanere al potere solo ricorrendo sistematicamente alle menzogne. Una bugia che potrebbe non essere del tutto negazionista ("i fatti sono testardi") ma che è sempre manipolatrice.

Leggi tutto...

L'imperialismo di sinistra celebra l'anniversario della caduta del muro di Berlino

E-mail Stampa PDF

murida aginform.org

Come ampiamente pubblicizzato dai mezzi di comunicazione di massa dell'occidente capitalistico il 9 novembre si celebra il 30° anniversario della caduta del muro di Berlino. L'avvenimento serve soprattutto a rinfocolare la campagna anticomunista e legittimare sempre più posizioni come quella della recente risoluzione del Parlamento europeo sull'equivalenza di comunismo e fascismo.

Il nemico di classe celebra una sua vittoria e questo è naturale. Meno naturale è che in coincidenza con questa celebrazione venga indetta a Roma una manifestazione di 'alternativi' contro tutti i muri. Quelli che dovrebbero rappresentare l'opposizione all'imperialismo scendono in piazza per unirsi al coro anticomunista.

Leggi tutto...

Il Partito Comunista Portoghese al 21° Incontro Internazionale dei Partiti Comunisti e Operai

E-mail Stampa PDF

21 eipco izmir turquia9da pcp.pt

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Il 21° Incontro Internazionale dei Partiti comunisti e operai (IIPCO) si è svolto dal 18 al 21 ottobre a Smirne, in Turchia. Il Partito Comunista Portoghese era presente.

L'incontro, ospitato dal Partito Comunista di Turchia e dal Partito Comunista di Grecia, ha riunito 137 partecipanti per tre giorni, in rappresentanza di 74 partiti di 58 paesi, che hanno avuto l'opportunità di condividere la loro analisi della situazione internazionale, di scambiare informazioni sulla situazione nei rispettivi paesi e discutere le azioni comuni e convergenti da adottare nel prossimo periodo.

Leggi tutto...

«Continuiamo a lottare per uno stato socialista multinazionale unificato»

E-mail Stampa PDF

Simonenko RNLdi Petro Simonenko, Primo Segretario del Partito Comunista di Ucraina

da avante.pt

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Cinque anni e mezzo dopo il colpo di stato del febbraio 2014, che ha portato le forze apertamente fasciste al potere del paese, il Partito Comunista di Ucraina (PCU) è ancora una "spina piantata nella gola” del regime oligarchico che governa l'ex repubblica sovietica. Lo dice il primo segretario della PCU Petro Simonenko, che ringrazia per la solidarietà fraterna che i comunisti ucraini hanno ricevuto dai loro compagni in tutto il mondo in un momento particolarmente difficile mentre stanno affrontando una potente offensiva che mira alla loro messa fuori legge.

Leggi tutto...

Dopo la sconfitta elettorale del macrismo, costruire potere popolare

E-mail Stampa PDF

frentedetodos elezioni2019di Commissione Politica del Partito Comunista dell'Argentina

da pca.org.ar

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Il Partito Comunista dell'Argentina, membro del Frente de Todos, celebra la vittoria ottenuta in queste elezioni, congratulandosi e salutando la squadra presidenziale di Alberto Fernández e Cristina Fernández de Kirchner, tutti i militanti del Frente e in particolare i militanti del nostro partito e la Federazione Giovanile Comunista (Fede) per questa importante vittoria.

Leggi tutto...

Il Partito Comunista del Venezuela vuole costruire un'ampia alleanza antimperialista e antifascista

E-mail Stampa PDF

pc venezuela striscionedi Carolus Wimmer, Responsabile del Dipartimento Internazionale del PCV

da avante.pt

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

La forte pressione politica, economica, diplomatica e militare che l'imperialismo esercita sulla Repubblica Bolivariana del Venezuela mira a qualcosa di più del semplice cambio di regime, cercando di trasformare il Paese in uno stato fallito, simile a Iraq, Libia e Afghanistan dopo le invasioni USA e NATO. Lo afferma Carolus Wimmer dell'Ufficio Politico del Partito Comunista del Venezuela (PCV) e responsabile del suo dipartimento internazionale.

Leggi tutto...

APPELLO. Risoluzione UE: la CGIL non resti in silenzio!

E-mail Stampa PDF

cgil 1931da facebook.com

Di fronte alla risoluzione UE che equipara il comunismo al nazismo, la Cgil non deve restare in silenzio.

Quella risoluzione è prima di tutto un fatto simbolico e nell’affiancare nazismo e comunismo come crimini storici e causa della seconda guerra mondiale è irricevibile, oltre che disonesta, perché cancella intere pagine dai nostri libri di storia, anche quelle fortemente simboliche come la battaglia di Stalingrado e la liberazione del campo di sterminio di Auschwitz.

Leggi tutto...

Bruxelles e Marzabotto: la doppia faccia di Sassoli

E-mail Stampa PDF

sassoli marzabottodi Maria Morigi

Alle celebrazioni per il 75° anniversario della strage di Marzabotto, il presidente del Parlamento Europeo, David Sassoli dice: “Equiparazioni improprie minano la nostra identità”…“Revisionismi superficiali o interessati a giustificare quello che non può essere giustificato, provocano la perdita della nostra identità, e non rendono giustizia, ad esempio, a quanti nelle formazioni partigiane comuniste e nel Partito comunista italiano hanno lottato insieme ad altri democratici per la nostra libertà, e hanno contribuito alla nascita della Repubblica. Invito i miei colleghi se vogliono vedere dove è nata l’Europa, a venire a Marzabotto”. Queste ardenti parole, che ci fa piacere ascoltare, sono indirizzate contro la recente Risoluzione europea che equipara nazismo e comunismo.

Leggi tutto...

I comunisti e il risultato delle elezioni legislative in Portogallo

E-mail Stampa PDF

desousa elezioni2019Dalla dichiarazione di Jerónimo de Sousa, Segretario Generale del Partito Comunista Portoghese (PCP)

da pcp.pt

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Le elezioni legislative in Portogallo di domenica 6 ottobre (caratterizzate da un'astensione di quasi il 50%, superiore a quella delle elezioni precedenti) hanno segnato un grande successo del Partito Socialista del primo ministro António Costa che con il 36,65% dei voti (+ 4,3% rispetto alla precedente consultazione politica) diventa la prima forza elettorale del paese, mentre la coalizione di destra (PPD/PSD a cui vanno aggiunti i voti di CDS-PPD) arretra di circa il 7%. In ogni caso, il PS resta sensibilmente al di sotto della soglia del 40% che gli avrebbe permesso di governare da solo.

Leggi tutto...

Pagina 1 di 83