Comunisti oggi

Appello agli elettori del Partito Comunista della Bielorussia

E-mail Stampa PDF

Communist Party of Belarus Logoda http://www.comparty.by

Traduzione dal russo di Mauro Gemma per Marx21.it

Cari compatrioti! Cari compagni, amici!

Il 9 agosto si svolgerà un evento fondamentale per ognuno di noi: l'elezione del presidente della Repubblica di Bielorussia.

Leggi tutto...

I francesi non vogliono la politica del governo né nella loro città né nel loro paese

E-mail Stampa PDF

bandierarossaA fine giugno si sono tenute le elezioni amministrative francesi, di cui parliamo in un altro articolo. Riteniamo importante tradurre, a favore dei militanti italiani, questa dichiarazione del Segretario del Partito Comunista Francese, Fabien Roussel.

Traduzione di Lorenzo Battisti (Dip. Internazionale Pci)

Il secondo turno delle elezioni comunali si è svolto in un contesto totalmente nuovo. Una svolta è stata imboccata verso una maggiore giustizia sociale e verso maggiore ecologia.

Leggi tutto...

I comunisti russi considerano la Cina un esempio per tutto il mondo

E-mail Stampa PDF

bambini pccdi Dmitry Novikov, Vice Presidente del Comitato Centrale del Partito Comunista della Federazione Russa

da https://kprf.ru

Traduzione dal russo di Mauro Gemma per Marx21.it

Nella lotta contro la pandemia di coronavirus, la Cina ha dimostrato l'efficacia del suo sistema socioeconomico e l'esempio della RPC è un esempio per tutti i paesi del mondo, è quanto sostiene Dmitry Novikov. 

Leggi tutto...

I comunisti portoghesi sulla situazione internazionale e le minacciose politiche dell’Unione Europea

E-mail Stampa PDF

congresso pcp 2016Comitato Centrale del Partito Comunista Portoghese

da http://avante.pt

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Nel suo ultimo Comitato Centrale (27 e 28 giugno), il Partito Comunista Portoghese ha ampiamente analizzato gli sviluppi della situazione internazionale, con particolare riferimento ai pericoli derivanti per la sovranità dei singoli paesi del continente dalle ultime proposte politiche ed economiche dell’Unione Europea.

Leggi tutto...

Approfondire la discussione per l’unità dei comunisti in Italia alla luce dell’attuale situazione politica ed economica

E-mail Stampa PDF

Gramsci Stampariceviamo e volentieri pubblichiamo

di Giuseppe Amata

1. L’intervento di Roberto Gabriele sul ruolo dei comunisti in Italia e su come “affrontare le prospettive” sollecita un dibattito tra i compagni che sono impegnati nella ricerca di ricostruire una forza comunista in grado di mobilitare vaste masse. 

Gabriele, dagli interventi che si sono succeduti nel corso degli ultimi anni su marx21, deduce che il pensiero manifestato da molti compagni “non si è trasformato in un progetto politico che sia collegato alla situazione” e pertanto ritiene che si debba aprire “la discussione” partendo dalle “sconfitte subite sin dagli anni ‘90”. Inoltre, si domanda “qual è oggi il ruolo dei comunisti italiani (…) evitando le autoproclamazioni”, dopo aver costatato che “il fallimento della rifondazione comunista promossa da Cossutta e Bertinotti è stata la conferma che senza un pensiero scientifico e una strategia non si va da nessuna parte”. Riconosce, però, che “la questione del resto non era solo italiana (…) ma riguardava anche la crisi epocale del movimento comunista internazionale”.

Leggi tutto...

Perché siamo passati da gramsci al pd?

E-mail Stampa PDF

sezione pcidi Alessandro Pascale

Pubblicato il 3 giugno 2020 su 
Cumpanis.net

Mi è stato chiesto dalla redazione della nuova rivista 
Cumpanis un contributosulla storia del PCI, con il tentativo di identificare le “degenerazioni” dell'organizzazione. “Degenerazione” è in effetti una brutta parola, che esprime in sé un netto giudizio politico negativo. È comprensibile che su questo tema si sia preferito utilizzare in passato un più neutro “mutazioni genetiche”, cercando di mantenere un giudizio descrittivo più che valoriale. D'altronde che ci sia stata complessivamente una degenerazione è innegabile. Basta ricordare l'adeguato sarcasmo con cui Costanzo Preve ha denunciato il passaggio “da Gramsci a Fassino” per rendere innegabile questo giudizio negativo. Forse è più corretto parlare di un susseguirsi e di un intrecciarsi di mutazioni genetiche, che sfociano in alcuni punti di svolta, veri e propri passaggi storici, in cui è avvenuto un cambiamento identitario, con un salto quantitativo e qualitativo, che rende il partito complessivamente sempre meno adatto ad affrontare la crisi generale del movimento comunista internazionale degli anni '80. L'insieme di queste mutazioni genetiche ha portato nel tempo ad una degenerazione, cosa acquisita quanto meno nel movimento comunista nostrano. C'è molta divisione invece sull'identificazione e sull'entità delle varie mutazioni genetiche avvenute nel corso della storia del movimento comunista italiano. Tali divisioni analitiche si riverberano purtroppo in divisioni politiche che rendono molto più difficile l'azione egemonica in seno al totalitarismo “liberale” in cui siamo immersi. 

Leggi tutto...

Ai partiti fratelli. Dichiarazione del Comitato Centrale del Partito Comunista della Bielorussia

E-mail Stampa PDF

Communist Party of Belarus Logoda https://www.kpu.ua

Traduzione dal russo di Mauro Gemma per Marx21.it

Si avvicinano le elezioni in Bielorussia e, come da copione, si intensificano le trame dell’imperialismo per impedire la rielezione del presidente Lukashenko e la continuazione della sua politica coerentemente antimperialista e di non allineamento, preparando scenari simili a quelli che avevano favorito il colpo di Stato filo-nazista del 2014 in Ucraina. Per denunciare le trame di USA, Polonia, Gran Bretagna e UE, i comunisti bielorussi hanno indirizzato questa dichiarazione ai partiti comunisti fratelli (MG)

Il 3 giugno 2020 è stata pubblicata sui media una dichiarazione congiunta delle missioni di USA, Gran Bretagna e Unione Europea sulle elezioni in Bielorussia, in cui si afferma che “i giornalisti dovrebbero essere in grado di riportare informazioni liberamente e senza ostacoli. Ecco perché siamo preoccupati per le recenti detenzioni di manifestanti pacifici e l'arresto di giornalisti".

Leggi tutto...

Il ruolo dei comunisti italiani

E-mail Stampa PDF

antonio Gramsciriceviamo e pubblichiamo come contributo alla discussione

di Roberto Gabriele

In un periodo drammatico come questo di scombussolamento economico, sanitario e di equilibri politici nazionali e internazionali, sarebbe importante che da parte dei comunisti italiani si ponesse di nuovo il problema concreto di come affrontare le prospettive.

Sicuramente quelli che si ritengono comunisti pensano di avere un'opinione sulle cose che stanno avvenendo e gli interventi su Marx XXI lo dimostrano, ma il loro pensiero non si è trasformato ancora in un progetto politico che sia collegato alla situazione. Si rischia così di rimanere legati a una concezione di nicchia dell'impegno politico e di esprimere solo esigenze di analisi dei problemi senza trasformare questa analisi in un'ipotesi di lavoro e verificarla nella realtà.

Leggi tutto...

La lotta per la difesa del PCI

E-mail Stampa PDF

comunistidi Norberto Natali

“DAI LAVORATORI E DALLE LAVORATRICI HO IMPARATO ASSAI PIÙ CHE NON DAI LIBRI”. (Ambrogio Donini, 1988)

I Benetton hanno tutto l’interesse (forse una disperata necessità) di dimostrare “storicamente” che il ponte Morandi di Genova non poteva che essere costruito e gestito nel modo in cui è effettivamente avvenuto. Soprattutto se vogliamo fantasiosamente supporre che essi ne fossero stati, appunto, anche i costruttori.

Se, per esempio, in passato fosse esistito un ingegnere che avesse potuto progettare quel ponte in un modo diverso, più sicuro, ciò deve essere assolutamente nascosto. O meglio, se possibile, conviene fare carte false per dimostrare che quell’ipotetico ingegnere, invece, avrebbe costruito il ponte (o provveduto alla sua manutenzione) proprio come ha poi fatto quella famiglia di imperialisti. Sono in gioco la reputazione e tanti soldi.

Leggi tutto...

Sollevatevi e protestate contro i responsabili dell’omicidio di George Floyd!

E-mail Stampa PDF

baltimore police riotsAppello del Partito Comunista USA

da http://www.cpusa.org

Traduzione di Marx21.it

Il Partito Comunista USA si unisce alla popolazione di Minneapolis nella richiesta dell'immediato arresto e della messa sotto accusa dei poliziotti responsabili dell'omicidio di George Floyd.

Le orribili immagini di otto minuti, trasmesse in streaming in tutto il mondo, sono chiare e inequivocabili. Rivelano che l'omicidio di George Floyd è stato un'esecuzione pubblica da parte della polizia. Il rifiuto di effettuare immediatamente arresti ha suscitato comprensibilmente rabbia a Minneapolis e in tutto il paese. Questa volta "Non riesco a respirare" è diventato il grido di battaglia di milioni di persone. Non ci si sbagli, le proteste continueranno fino a quando non sarà fatta giustizia.

Leggi tutto...

Pagina 1 di 86