Comunisti oggi

Un incontro di partiti comunisti su Unione Europea e Euro

E-mail Stampa PDF

di Bruno Steri per Marx21.it

Sabato 25 febbraio p. v. a Roma (dalle 10,30 alle 18,30) il Pci ha organizzato un incontro internazionale sull’Unione Europea, in cui saranno presenti, accanto ad alcuni politici ed economisti italiani marxisti e comunisti, esponenti di diversi Partiti Comunisti d’Europa: parteciperanno infatti all’iniziativa i Pc portoghese, spagnolo, cipriota, ucraino e del Donbass.

Si tratta di forze politiche che, ciascuna nel proprio specifico contesto, sul tema in questione hanno comunque maturato una posizione affine, essendo oggi convinte che gli orientamenti di questa Europa - le sue politiche di austerità, le sue prescrizioni antipopolari, prioritariamente tese alla tutela degli interessi del grande capitale finanziario - sono incompatibili con le necessità, le urgenze sociali dei loro Paesi. L’Europa dei popoli e del lavoro esige la sconfitta del processo europeo di integrazione capitalistica: per questo occorre operare in vista di una rottura con l’Ue e i suoi Trattati e per il superamento dell’euro.

e-max.it: your social media marketing partner
Leggi tutto...

NKPJ: La nostra tradizione poggia sull'internazionalismo proletario

E-mail Stampa PDF

International Communist Press (ICP) | sol.org.tr

Traduzione per Resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare

Speciale intervista della International Communist Press con Aleksandar Banjanac, Segretario Generale del Nuovo Partito Comunista della Jugoslavia (NKPJ)

ICP: Di recente assistiamo alla riproduzione di forme di nazionalismo serbo. Il Partito Radicale Serbo del criminale di guerra Vojislav Seselj ha ottenuto 22 seggi alle ultime elezioni parlamentari. Dall'altra parte, il governo della Serbia ha cercato di ripristinare l'onorabilità di collaboratori nazisti quali Milan Nedic. Il Nuovo Partito Comunista della Jugoslavia (NKPJ) ha avviato una serie di proteste per resistere a questi tentativi e per contrastare l'esistenza di organizzazioni fasciste nelle università. In che modo il vostro Partito intende continuare l'azione anti-nazionalista?

e-max.it: your social media marketing partner
Leggi tutto...

Perché non c’è un congresso unitario del Prc

E-mail Stampa PDF

da lacittafutura.it

Senza autocritica non c’è proposta (anche elettorale) credibile

Si sta chiudendo la prima fase del X Congresso del Partito della Rifondazione Comunista. Nei Comitati Politici Federali, abbiamo spesso assistito al tentativo di delegittimare la presentazione del secondo documento congressuale.

Perché non c’è un congresso unitario?

Alcuni degli argomenti sono ormai dei “classici”, ripetuti a ogni congresso: in un momento di così grande crisi servirebbe un segnale di unità, non la frammentazione, non la contrapposizione di linee politiche. E ancora, le compagne e i compagni che poi hanno firmato il secondo documento hanno chiesto il congresso a tesi, ma non hanno fornito la formula matematica per calcolare i delegati con le tesi emendabili.

Queste critiche ci appaiono strane. Una proposta tecnica per la ripartizione dei delegati è stata effettivamente portata alla Commissione Regolamento, ma è evidente che il problema non è tecnico, il problema è politico. 

e-max.it: your social media marketing partner
Leggi tutto...

Un nuovo processo per annientare il Partito Comunista di Ucraina

E-mail Stampa PDF

pc ucraina 500pxAppello dei Partiti Comunisti e Operai di tutto il mondo | da solidnet.org

Traduzione di Marx21.it

“Denunciamo ogni tentativo di mettere fuori legge il Partito Comunista di Ucraina”

7 febbraio 2017

I partiti firmatari denunciano ancora una volta con la massima fermezza i tentativi di mettere al bando il Partito Comunista di Ucraina in vista dell'importante processo che si dovrebbe svolgere domani (8 febbraio 2017) a Kiev. Il processo farsa si propone di annientare il PC di Ucraina mediante una procedura che è contraria ai principi del Diritto Internazionale, la Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo e ad altri principi e convenzioni internazionali.

Il nuovo tentativo di proibire il PC di Ucraina arriva al culmine di una persecuzione continua e violenta del Partito che vede l'ultra-destra fascista in primo piano. L'Unione Europea, gli Stati Uniti e la NATO, che hanno alimentato e sostenuto queste forze, portano gravi responsabilità. Il tentativo di imporre la cosiddetta “decomunistizzazione” del paese, di falsificare e distorcere la sua storia e la memoria collettiva, che sta cercando di servire le posizioni politiche e ideologiche e gli interessi dell'ordine attualmente esistente in Ucraina, si sviluppa in questo contesto. Anche gli sforzi per trasformare gli ex collaboratori nazisti in eroi sono parte di questa campagna.

e-max.it: your social media marketing partner
Leggi tutto...

Quando la sinistra fa la destra e la destra fa la sinistra

E-mail Stampa PDF

bandiera rossa brandellidi Bruno Steri*

Riceviamo dal compagno Bruno Steri e volentieri pubblichiamo

In questi giorni può capitare di imbattersi, sul web e non solo, in tirate polemiche nei confronti di chi a sinistra - scivolando in “estremistici”  No alla Ue, all’euro e alla Nato - finirebbe per trovarsi a braccetto con la signora Le Pen, la quale ha appena inaugurato la sua campagna elettorale annunciando appunto il proposito di uscire dal comando integrato della Nato e di indire un referendum in cui perorare l’uscita dall’Unione europea. Certo,  purtroppo non è da oggi che nel nostro Paese i soggetti sociali cui un tempo si rivolgeva la sinistra faticano a distinguere - parafrasando una canzone di Gaber - tra quel che fa la destra e quel che fa la sinistra. Da ultimo, l’eclatante rovesciamento di posizioni evidenziato dal referendum istituzionale: con il Pd teso a stravolgere la Costituzione nata dalla Resistenza e le destre schierate in sua difesa (una difesa furbesca e temporanea, cioè in vista di uno stravolgimento ancor peggiore).

e-max.it: your social media marketing partner
Leggi tutto...

Mobilitazione popolare e ampia unità per sconfiggere il governo golpista del Brasile

E-mail Stampa PDF

manifestacoes domingo 17 contra golpedi José Reinaldo Carvalho*
da resistencia.cc

Traduzione di Marx21.it

* Membro della Commissione Politica e della Segreteria Nazionale del Partito Comunista del Brasile (PCdoB)

Ringraziamo il compagno José Reinaldo Carvalho per la segnalazione del suo articolo sugli sviluppi della situazione in Brasile e sulla mobilitazione contro il governo golpista. Volentieri ne offriamo la traduzione ai nostri lettori.

Con l'elezione dei componenti della presidenza (mesas) della Camera dei Deputati e del Senato Federale, la designazione della leadership della coalizione di governo nelle due camere e la nomina di più di un membro del vertice conservatore (tucano) nel nucleo politico dell'amministrazione, il regime golpista completa l'allineamento dei suoi ranghi per dare continuità alla brutale offensiva antinazionale e antipopolare all'inizio dell'anno politico 2017.

e-max.it: your social media marketing partner
Leggi tutto...

Contributo del Partito del Lavoro del Belgio al 18° Incontro Internazionale dei Partiti Comunisti e Operai

E-mail Stampa PDF

ptbPartito del Lavoro del Belgio (PTB) | solidnet.org
Traduzione per Resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare

18° IMCWP - 18° Incontro Internazionale dei Partiti Comunisti e Operai

"Crisi capitalista e offensiva imperialista - Strategia e tattica dei Partiti Comunisti e Operai nella lotta per la pace, per i diritti dei lavoratori e dei popoli, per il socialismo"

Hanoi, Vietnam, 28-30 ottobre 2016

Cari compagni,

Vogliamo ringraziare il Partito Comunista del Vietnam per l'organizzazione del 18° IMCWP, per la calorosa accoglienza e le perfette condizioni in cui possiamo lavorare.

Cari compagni,

1. Vi illustrerò in 7 minuti il modo in cui il PTB sta cercando di sviluppare la lotta di classe in Belgio attraverso alcune lotte politiche concrete. Tutto ciò in un contesto in cui la crisi del capitalismo si sta espandendo e le guerre imperialiste e gli atti di terrorismo continuano a mettere a rischio la vita delle persone in tutto il mondo.

e-max.it: your social media marketing partner
Leggi tutto...

Dopo tre anni di assenza si riorganizza il Partito Comunista di Turchia

E-mail Stampa PDF

da Sinistra.ch

Dopo tre anni di assenza, il Partito Comunista di Turchia (TKP) ritorna sulla scena politica turca. Una partecipata assemblea svoltasi ad Istanbul, a cui hanno preso parte migliaia di militanti sotto le effigi di Mustafa Suphi e di Fidel Castro, ha sancito lo storico incontro.

La crisi politica occorsa nel 2014 e di cui anche noi avevamo parlato (leggi), aveva di fatto ibernato il TKP provocando in seguito la scissione in tre diversi partiti: da un lato i marxisti-leninisti del Partito Comunista (KP), gli unici a godere di riconoscimento su scala internazionale; il movimentista Partito Comunista Popolare di Turchia (HTKP) oggi sempre più vicino al separatismo curdo e il Movimento Comunista di Turchia (TKH) critico verso il “dogmatismo”. La scissione sembra ora essersi insomma, almeno parzialmente,  ricomposta: benché HTKP e TKH non abbiano accettato di riconfluire nel TKP, come invece ha fatto il KP, la maggioranza dei militanti ha optato per la via unitaria, dando di fatto fiducia alla corrente che animava il KP, alla quale è stato affidato il Comitato Centrale del nuovo Partito fino al regolare congresso che si svolgerà entro l’anno.

e-max.it: your social media marketing partner
Leggi tutto...

Il Congresso dei comunisti svedesi lancia la “Svexit”

E-mail Stampa PDF

kpsveziada sinistra.ch

Si è svolto a inizio mese in un quartiere popolare a Göteborg, il 18° Congresso del “Kommunistiska Partiet”, uno dei partiti comunisti più innovativi della Svezia. Composto di tremila militanti e alcuni funzionari, il partito pubblica un quindicinale di attualità intitolato “Proletären” che conta duemila abbonati. Sul piano istituzionale sono attivi unicamente a livello comunale.

Presieduto da Robert Mathiasson dal 2014, il Partito è stato fondato nel 1970 a seguito di una scissione di orientamento maoista della ex-Lega Comunista Marxista-Leninista. Oggi la linea ideologica resta fedele agli insegnamenti di Lenin, ma in modalità rinnovate da risultare molto interessante per i giovani.

La composizione operaia al suo interno è buona, ma il partito vorrebbe disporre di maggiore radicamento sui posti di lavoro, non a caso nel corso delle discussioni è stata ascoltata anche la dichiarazione del segretario generale del sindacato dei docker di Göteborg attualmente in sciopero.

e-max.it: your social media marketing partner
Leggi tutto...

Pagina 1 di 68