Comunisti oggi

Contro la limitazione delle libertà e la politica repressiva del governo Rajoy

E-mail Stampa PDF

barcellona libertatDichiarazione del Partito Comunista di Spagna (PCE) | da pce.es

Traduzione di Marx21.it

Il Partito Comunista di Spagna ritiene che la decisione della Corte Nazionale di incarcerare senza cauzione Jordi Sánchez e Jordi Cuixart, responsabili di Omnium Cultural e della ANC, accusati di un possibile delitto di sedizione, renda evidente che il Governo del PP, mediante, in questo caso, lo strumento della Procura, mantiene la sua politica repressiva in Catalogna. Mariano Rajoy continua a cercare di creare un clima di tensione che renda impossibile il dialogo come modo per risolvere pacificamente il problema catalano.

Incarcerare rappresentanti della società civile catalana è un altro passo che conferma il carattere autoritario e repressivo del Governo di Mariano Rajoy, che si è già dimostrato nel modo di agire dei corpi e delle forze di sicurezza dello Stato, lo scorso 1° ottobre, un Governo che perseguita e imprigiona chi gli si oppone.

Leggi tutto...

Alla presenza di Putin, inaugurato in Russia il XIX Festival Mondiale della Gioventù e degli Studenti

E-mail Stampa PDF

Sochi 3la Redazione di Resistência

Traduzione di Marx21.it

Un'emozione enorme ha segnato l'apertura del XIX Festival Mondiale della Gioventù e degli Studenti, che ha superato tutte le aspettative.

Giovani di tutto il mondo hanno partecipato a una festa spettacolare che ha rappresentato i loro sogni e un invito a ripensare la vita.

La Russia ha inviato al mondo da Sochi, sede del Festival, messaggi di amore e solidarietà, di difesa della pace e di lotta contro le ingiustizie e la barbarie.

Parlando alla manifestazione, il presidente russo Vladimir Putin ha fatto riferimento agli sforzi per la cooperazione internazionale e agli accordi di Parigi sul clima.

Leggi tutto...

Un'altra odiosa iniziativa persecutoria nei confronti dei comunisti ucraini

E-mail Stampa PDF

skp kpss logoDichiarazione dell'Unione dei Partiti Comunisti-PCUS

da kprf.ru

Traduzione dal russo di Mauro Gemma

I comunisti dell'ex URSS chiedono l'immediato rilascio dei militanti della gioventù comunista ucraina (Komsomol) illegalmente arrestati alla frontiera tra Ucraina e Russia mentre si recavano al Festival Mondiale della Gioventù e degli Studenti, che si svolge a Sochi.  

Con un sentimento di profonda indignazione e allarme il Consiglio Centrale dell'Unione dei Partiti Comunisti-PCUS (UPC-PCUS) comunica che il 13 ottobre, al punto di frontiera tra Russia e Ucraina “Goptovka” nella regione di Kharkov, dalle guardie ucraine sono stati fermati illegalmente i sette componenti della delegazione ufficiale del Komsomol di Ucraina, guidati dal loro leader Mikhail Kononovic, mentre si stavano recando a Sochi per partecipare al XIX Festival della Gioventù e degli Studenti.

Leggi tutto...

Il referendum del 1° ottobre in Catalogna e le responsabilità della sinistra

E-mail Stampa PDF

catalonia 500di Ferran Gallego | da investigaction.net

Traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it

Come contributo alla riflessione sulla “questione catalana” proponiamo la traduzione delle conclusioni scritte per l'incontro "Federalismo, Sinistra e Catalogna". CAUM, 16/09/2017, tenutosi alla vigilia del referendum del 1° ottobre in Catalogna.

È impossibile negare l'importanza della crisi politica che vive la Catalogna in questi momenti. Si tratta di un ciclo di decomposizione organica e di una delegittimazione dell'ordine costituito, accompagnato da una immensa mobilitazione – la più importante prodottasi dall'inizio della transizione politica – il cui contenuto popolare sarebbe un errore disprezzare.

Leggi tutto...

I comunisti condannano le aggressioni fasciste a Valencia

E-mail Stampa PDF

pces violenzevalenciaDichiarazione del Partito Comunista del Pais Valenciano

da partitcomunista.es

Traduzione di Marx21.it

Il Partito Comunista del Pais Valenciano condanna duramente le violenze fasciste scatenate contro i partecipanti alla Marcia del 9 ottobre a Valencia “per la lingua, per la libertà, per la democrazia, per la Repubblica Federale” e il vergognoso comportamento della polizia che le ha tollerate e coperte, e propone un “tavolo delle forze politiche e sociali contro l'odio e il fascismo”.

Il Partito Comunista del Pais Valenciano condanna nel modo più risoluto le aggressioni ultras del 9 ottobre e denuncia la passività della Polizia di fronte agli aggressori, che durante la marcia hanno potuto aggredire, insultare e sputare addosso a manifestanti pacifici.

Leggi tutto...

Lettera del Dipartimento Esteri PCI al Partito Comunista di Bielorussia

E-mail Stampa PDF

da ilpartitocomunistaitaliano.it

Di Ufficio Stampa. Riteniamo importante pubblicare il testo della lettera inviata dal coordinatore del Dipartimento Esteri, Fosco Giannini al Partico Comunista della Bielorussia, di seguito il testo.

Al Segretario Generale del Partito Comunista della Bielorussia, compagno SOKOL ALEKSEY NIKOLAYEVIC

Alla Responsabile del Dipartimento Esteri del Partito Comunista della Bielorussia, compagna ILONA BAKUN

Cari compagni e care compagne del Partito Comunista della Bielorussia,

[..]
Ringraziandovi di nuovo per la grande disponibilità e cortesia che avete dimostrato al PCI nell’organizzare l’incontro di Minsk, presento le mie scuse per non poter essere presente.

Leggi tutto...

Per la Repubblica Federale, Democratica e Solidale

E-mail Stampa PDF

spagna catalognadi Ginés Fernández González, direttore di “Mundo Obrero”

da mundoobrero.es

Traduzione di Marx21.it

L'articolo è stato scritto il 19 settembre 2017 per l'edizione cartacea di “Mundo Obrero”, la testata storica dei comunisti spagnoli.

Viviamo un conflitto politico e istituzionale tra il governo dello Stato (PP con l'appoggio di C'se con qualche componente del PSOE) e il governo della Generalitat (JxSI e ERC, appoggiato dalla CUP), un conflitto particolarmente acuto a causa dell'inserimento territoriale della Catalogna nella Spagna. Un conflitto la cui soluzione non è da cercare nell'attuale quadro giuridico e istituzionale ma ha a che fare con il dialogo e il negoziato come base fondamentale per la sua composizione.

Leggi tutto...

Sui gravi fatti del 1° ottobre in Catalogna

E-mail Stampa PDF

catalogna indipendenzxaDichiarazione di PCE e PSUC viu 
da mundoobrero.es

Traduzione di Marx21.it

Pensiamo che sia venuto il momento per le forze politiche e sociali di tutto lo Stato di mobilitarsi nelle strade in difesa della democrazia che il governo del PP sta schiacciando e per un'uscita negoziata, contro coloro che provocano il conflitto e la rottura sociale.

Il Partito Comunista di Spagna (PCE) e il PSUC viu condannano la gravità della repressione che il governo di Mariano Rajoy ha esercitato contro coloro che si sono concentrati pacificamente alle porte dei collegi elettorali, e a questo proposito salutiamo il comportamento civico e la capacità di autocontrollo di coloro che non sono caduti nelle provocazioni e negli abusi delle forze di sicurezza dello Stato.

Leggi tutto...

La Russia si prepara ad ospitare il Festival Mondiale della Gioventù e degli Studenti

E-mail Stampa PDF

alekseybraghindi Aleksey Braghin, Ufficio Stampa del gruppo parlamentare del Partito Comunista della Federazione Russa (PCFR) | da kprf.ru

Traduzione dal russo di Mauro Gemma

In vista dell'apertura, a Mosca, del XIX Festival della Gioventù e degli Studenti, il 28 settembre alla Duma di Stato (il parlamento russo) si è svolta una tavola rotonda sul tema “I 70 anni del movimento dei Festival Mondiali della Gioventù e degli Studenti”.

“Per la pace, la solidarietà e la giustizia sociale!”

Alla tavola rotonda (coordinata dal vicepresidente del Comitato Centrale del PCFR) hanno preso parte rappresentanti di 20 paesi. Come hanno comunicato gli organizzatori del Festival, la sua apertura è prevista per il 15 ottobre 2017. La gioventù progressista di tutto il mondo ha condiviso con entusiasmo l'idea di tenere il Festival nell'anno del 100° anniversario della Grande Rivoluzione Socialista d'Ottobre nella Patria di V.I. Lenin, in Russia.

Leggi tutto...

Le elezioni locali in Portogallo confermano la salda forza dei comunisti

E-mail Stampa PDF

jeronimodesousa elezioni2017a cura di Marx21.it

Il 1 ottobre, mentre i riflettori della politica erano concentrati sugli eventi della Catalogna, in Portogallo si è votato per gli organi del potere locale, con la conferma della forza della CDU (la Coalizione Democratica Unitaria, guidata dal Partito Comunista Portoghese). Con un risultato che si attesta attorno al 10% dei consensi (e che si avvicina a quello ottenuto nelle precedenti elezioni del 2013), i comunisti portoghesi e i loro alleati rappresentano ancora la principale forza di trasformazione rivoluzionaria del paese lusitano (ben al di sopra del risultato ottenuto dal Blocco di Sinistra, formazione della “Sinistra Europea”, che alle ultime elezioni politiche aveva  ricevuto maggiori consensi del PCP – 10,19% a fronte dell'8,25% -, ma che ora non supera il 3-4%) e dimostrano ancora una volta la loro capacità di radicamento nel territorio, in particolare in alcune regioni del sud del paese (Setubal, Evora, Beja), dove ottengono percentuali tra il 30 e il 35%.

Leggi tutto...

Pagina 1 di 73