Comunicazione

La libertà di espressione in rete è salva. Per ora.

E-mail Stampa PDF

copyrightdi Francesco Galofaro
Politecnico di Milano

Il 5 luglio Parlamento Europeo ha rimandato a settembre la nuova direttiva sul diritto d'autore che minaccia la libertà di informazione della rete. Così Wikipedia è tornata visibile: nei giorni precedenti era stata oscurata dalla comunità wikipediana per protestare contro la nuova direttiva europea sul diritto d'autore. Direttiva che è stata bocciata con 318 voti a favore e 278 contrari. La Commissione europea, il Consiglio d'Europa e la corte giuridica di Strasburgo dovranno presentare una nuova proposta in settembre.

Leggi tutto...

I mercati benedicono Salvini

E-mail Stampa PDF

salvini giuramentodi Francesco Galofaro per Marx21.it

I fatti sono noti: il 27 maggio il Presidente della Repubblica Mattarella ha detronizzato Conte e incaricato Cottarelli, uomo delle istituzioni, il quale, secondo alcuni commentatori, aveva già pronta una lista di ministri. Oggetto del contendere, Paolo Savona al ministero dell'economia e l'euroscetticismo complessivo che qualcuno avrebbe potuto dedurre dall'assetto della squadra di governo. Nel discorso con cui Mattarella giustificava il proprio nein, ha fatto esplicitamente riferimento ai mercati e alla tutela dei risparmi delle famiglie italiane. Ciò che di positivo ha avuto l'intera vicenda e la sua surreale conclusione, è rendere evidente a tutti che, se l'Italia uscisse dall'Euro, non sarebbero tanto gli italiani a perderci, quanto l'eurozona nel suo complesso e – con effetto domino – le economie occidentali più interconnesse.

Leggi tutto...

Con i burattini Putin è riuscito a rubare l'elezione di Hillary Clinton?

E-mail Stampa PDF

di Roque Botello
da misionverdad.com

Traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it

A proposito di fake news

Nel 2016, i democratici assieme ai media corporativi hanno cominciato ad usare in modo massiccio il termine post-verità e fake news per incolpare la Russia della sconfitta di Hillary Clinton. Secondo l'accusa Putin ha utilizzato una campagna di menzogne supportata da hacker sui social network per ottenere la vittoria di Donald Trump. In questo contesto i due termini sono stati diffusi in tutto il mondo e il Congresso USA li ha usati persino per criminalizzare i media alternativi che si opponevano alla candidatura democratica.

Leggi tutto...

70 anni di disinformazione: come la CIA ha finanziato le riviste di opinione in Europa

E-mail Stampa PDF

di Philip Giraldi

da “American Herald Tribune

Traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it

Ringraziamo per la segnalazione il compagno Vladimiro Giacché e volentieri proponiamo ai nostri lettori.

Quando un' agenzia di intelligence si occupa di diffondere fake news si parla di "disinformazione“, che è un sottoinsieme di ciò che viene definita azione occulta, fondamentalmente operazioni segrete eseguite in un paese straniero per influenzare l'opinione pubblica o per bloccare un governo o un gruppo considerato ostile.

Leggi tutto...

Massima allerta. Facebook censura Telesur

E-mail Stampa PDF

da lantidiplomatico.it

Alla redazione di Telesur va tutta la solidarietà de l'AntiDiplomatico e di Marx21.it per la censura subita


Ieri proprio vi scrivevamo del fatto che Facebook con il nuovo cambio di algoritmo avesse penalizzato la nostra pagina del 70%. Dopo la caccia alle streghe mascherata come "battaglia contro le fake news", la nostra testata giornalistica non gode degli stessi diritti di chi ha per anni inondato l'etere di bufale. Ogni riferimento a Repubblica e gli altri media mainstream è voluto.

Nella notte italiana è accaduto qualcosa di molto più grave. La pagina Facebook  (nella sua versione inglese) di Telesur, il più grande agglomeratore di notizie dall'America Latina, risulta rimossa. Ancora adesso, nel momento in cui scriviamo, dopo diverse ore, risulta impossibile accedere: 

Leggi tutto...

Amazon, i prodotti hanno una storia? Oltre la menzogna pubblicitaria

E-mail Stampa PDF

amazon st di Redazione Senza Tregua

da senzatregua.it

“Milioni di prodotti. Milioni di storie”. La voce suadente della pubblicità accarezza lo spettatore, mentre Amazon rivendica la propria imponente capacità di movimentare una enorme massa di merci. Le teste d’uovo dell’area marketing devono aver trascorso notti agitate davanti al loro MacBook, tracannando caffè americano e spremendosi le meningi, alla ricerca di una buona trovata. Il prodotto ti arriva presto, a casa o nel vicino Amazon locker, è vero. Ma per un’azienda la cui missione è lo stockaggio e la distribuzione delle merci non è certo facile vestirsi da principessa e dimostrare in modo credibile che c’è qualcosa di più oltre al grigiore degli scaffali e dei nastri trasportatori.

Leggi tutto...

Sostieni una voce libera contro le vere fake news: l'appello di Marx 21

E-mail Stampa PDF

Un grande e sincero ringraziamento ai cari compagni e amici del prestigioso l'Antidiplomatico, e in particolare ad Alessandro Bianchi, per l'accorato appello a sostenere con una donazione l'esistenza di Marx21.it, non permettendo in tal modo che questo sito libero e comunista venga cancellato dal panorama delle voci controcorrente del nostro paese.

SOSTENETECI E PERMETTETECI DI VIVERE. ABBIAMO BISOGNO DEL VOSTRO CONTRIBUTO. IN QUESTI GIORNI DI PREPARAZIONE DELLE FESTE DI FINE ANNO, NON DIMENTICATEVI DI NOI. (Marx21.it)

Leggi tutto...

Paragoni odiosi: Venezuela e Catalogna (video)

E-mail Stampa PDF

venezuela giornataelettoraleda lantidiplomatico.it

"Quando ti arrivano immagini di una democrazia dove la polizia requisisce i seggi e colpisce coloro che vogliono votare.

E pochi giorni dopo, arrivano immagini di una dittatura dove la gente accorre tranquillamente nei seggi è inevitabile ripensare ad alcuni concetti".

Nulla più di questo video di RT (che abbiamo sottotitolato) riesce a focalizzare l'ipocrisia dei media occidentale nel raccontarvi la politica estera.

Buona visione.

Da parte nostra, non c'è più davvero nulla che si possa aggiungere a quello che ascolterete...

Leggi tutto...

Il peccato mortale di Donald Trump

E-mail Stampa PDF

trump profilodi Correia da Fonseca | da “Avante!”, Settimanale del Partito Comunista Portoghese

Traduzione di Marx21.it

Sulle caratteristiche della campagna da tempo avviata dall'apparato mediatico statunitense e degli altri paesi occidentali (basti pensare alle quotidiane corrispondenze di Giovanna Botteri) contro Donald Trump in merito al cosiddetto “Russiagate”, che testimonia dell'acutezza dello scontro in corso tra i diversi settori dell'establishment della prima potenza imperialista mondiale e dei pericoli che comporta soprattutto per la pace nell'intero globo, interviene il settimanale del Partito Comunista Portoghese con un interessante corsivo, che proponiamo ai nostri lettori.

Sono state due piccolissime notizie passate di sfuggita nel corso dei notiziari televisivi, certamente perché considerate dettagli minuscoli e poco interessanti che non meritavano di attirare l'attenzione dei telespettatori. La prima diceva che la CIA aveva sospeso l'appoggio ai gruppi armati che combattono Assad. La seconda, trasmessa circa ventiquattr'ore più tardi, informava del medesimo fatto, ma mentre prima era menzionata la CIA ora ci si riferiva “agli Stati Uniti”.

Leggi tutto...

Come dare la colpa agli hacker russi …

E-mail Stampa PDF

backlit keyboard 100672329 largedi Francesco Galofaro* per Marx21.it
*Politecnico di Milano

… oppure nordcoreani, iraniani, arabi o cinesi a piacimento. La notizia è stata data in marzo da Repubblica [1], ma è passata un po’ inosservata. Da qualche tempo Wikileaks pubblica materiale informatico sottratto alla CIA [2]. E’ la cassetta degli attrezzi degli hacker USA: virus e malware per infiltrare macchine windows, mac e linux; per inserire “fari” nei documenti e tracciarne il percorso mentre i giornalisti di mezzo mondo se li passano sottobanco; per penetrare cellulari iPhone e Android e perfino televisori Samsung, in modo da spiarci quando siamo comodamente seduti in soggiorno.

Di che si tratta

Per lo più Wikileaks ha pubblicato manuali di istruzioni (molto chiari e professionali), presentazioni in powerpoint e documentazione d’ogni tipo. Non ci sono virus veri e propri; neppure Assange, nel suo cinico disprezzo verso l’ordine costituito, è dissennato al punto da diffonderli. Ad ogni modo, secondo Wikileaks, la CIA avrebbe perso il controllo di queste armi informatiche, che ora circolano nel Deep Web, alla mercé di lanzichenecchi, di rapinatori, d’ogni risma di seminatori di discordie. Ma Wikileaks ha pubblicato anche il codice sorgente di due applicazioni molto interessanti, Marble e Scribble: cartelle piene di tanti piccoli programmi in linguaggio Python o in C++.

Leggi tutto...

Pagina 1 di 3

  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »