Associazione Politico-Culturale Marx XXI

Il capitalismo provoca il cancro. Gli interessi della Monsanto e la Commissione europea

E-mail Stampa PDF

glifosato monsantodi Francesco Galofaro* per Marx21.it

*Politecnico di Milano

Lo scorso 24 ottobre il Parlamento europeo si è espresso, con un parere non vincolante, per vietare del tutto entro il 2022 l’uso del glifosato, un potente erbicida prodotto dalla Monsanto e che si impiega, tra l’altro, in associazione agli OGM [1]. Ma il giorno seguente, 25 ottobre, la Commissione europea, riunita per discutere il rinnovo della licenza, ha dibattuto, discettato e discusso, e infine ha rinviato tutto. La posizione degli Stati membri è diversificata. Italia, Belgio, Svezia, Austria e Grecia sono per la messa al bando; Francia e Spagna sono per il rinnovo [2]. A scanso di equivoci, non parliamo qui di OGM, ma di un diserbante attualmente impiegato anche nel nostro Paese.

Monsanto, la multinazionale recentemente acquisita dalla Bayer – e nel mirino dell’Antitrust europeo - è già nota per aver prodotto il Napalm: l'arma chimica che gli americani usavano in Vietnam, presentandola come un defoliante. Il meccanismo del glifosato è noto: l'erbicida è generalmente letale per ogni forma di vita, ma le piante brevettate dalla Monsanto sono geneticamente modificate per resistergli. Tuttavia, sul glifosato grava da tempo il fondato sospetto di causare il cancro.

Leggi tutto...

Franco CFA: tutto quello che avreste sempre voluto sapere e non avete mai osato chiedere

E-mail Stampa PDF

francocfa manodi Thomas Fazi

Franco CFA. Fino a poco tempo fa queste due parole non avrebbero significato un granché per la maggior parte degli italiani. Oggi, invece, il termine è entrato nel dibattito pubblico anche da noi, grazie alle dichiarazioni di alcuni noti politici italiani, che hanno scatenato un’aspra crisi diplomatica tra Roma e Parigi. Dunque, chi segue la cronaca politica sa probabilmente che il franco CFA è una valuta utilizzata da una serie di paesi africani e soggetta alla tutela più o meno esplicita e più o meno disinteressata – a seconda dello schieramento del dibattito a cui si è scelto di credere – della Francia. Tuttavia per i più la questione rimane a dir poco fumosa. Vediamo dunque di fare chiarezza una volta per tutte.

Leggi tutto...

Donbass, Ucraina e nazifascisti

E-mail Stampa PDF

azov spallinadi Silvio Marconi
da patriaindipendente.it

Un viaggio nella regione attaccata dai militari di Kiev. La presenza di organizzazioni paramilitari ucraine eredi dei collaborazionisti di Hitler. L’incognita del nuovo presidente ucraino Zelensky

Cosa è cambiato da quando i neonazisti ucraini, coperti dal governo di Kiev, massacravano il 2 maggio 2014 oltre 50 uomini e donne nel rogo della “Casa dei Sindacati” di Odessa, nell’imbarazzante silenzio dell’occidente, o iniziavano sempre nel 2014 bombardamenti aerei e stragi in quel Donbass colpevole di non accettare né la discriminazione dell’antifascismo e la glorificazione dei collaborazionisti dei nazifascisti, né il piano di estirpazione della cultura russa e delle memorie dell’Urss a cui quelle genti erano e sono legate?

Leggi tutto...

La strategia della manipolazione mentale: dall’individuo alle grandi società di massa.

E-mail Stampa PDF

escher relativitaRiceviamo e pubblichiamo

da mysterionweb.wordpress.com

Perché introdurre un’intervista che parla di manipolazione delle masse con un disegno del matematico e pittore Escher? La risposta la troverete guardando i suoi capolavori. Per usare le parole di Umberto Galimberti, non importa che Dio esista o meno, ma l’idea esiste e fa mondo! Non è difficile estendere il concetto espresso formulando una nuova frase così come segue: non importa che un’idea sia buona o cattiva, vera o falsa, ma se l’idea esiste (e c’è qualcuno che vuole insinuarla negli individui) allora farà storia e muoverà le coscienze.

Leggi tutto...

Un altro Direttore del FMI proveniente dall’Europa sarebbe uno scandalo, dopo i crimini politici dell’ultimo decennio

E-mail Stampa PDF

lagarde christineda mittdolcino.com

Ambrose Evans Pritchard per The Telegraph

Se gli europei continuassero a trattare il Fondo Monetario Internazionale come un feudo ereditario, finirebbero con il distruggere l’Istituzione. Svanirebbe qualsiasi residuo di credibilità.

Gli asiatici prenderebbero in mano la situazione, creando una struttura monetaria parallela ancorata ad un sistema finanziario cino-centrico, con il sostegno quanto meno dei “BRICS”: Brasile, Russia, India e Sudafrica.

Leggi tutto...

Pagina 2 di 1040