Associazione Politico-Culturale Marx XXI

Gli Stati Uniti costruiscono basi militari in Ucraina, sulla costa del Mar Nero

E-mail Stampa PDF

soldati usa sbarco"Pravda”, organo del Partito Comunista della Federazione Russa

da kprf.ru

Traduzione dal russo di Mauro Gemma

La scorsa settimana, i media ucraini hanno concentrato l'attenzione sul fatto che a Ochakiv nella regione di Mykolayv, a 150 chilometri dalla Crimea, le forze del battaglione mobile del corpo dei marines statunitensi stanno costruendo il “Centro di gestione operativa della flotta della Marina ucraina”.

Non è un segreto che, dopo il colpo di Stato del 2014 in Ucraina, la potenza egemonica mondiale aveva previsto di dislocare nella penisola di Crimea una sua base navale. Allora Mosca è stata in grado di prevenire Washington, ma i politicanti di oltreoceano stanno attualmente facendo sforzi per avvicinare alle regioni russe la propria infrastruttura militare. Gli Stati Uniti non potranno mai rassegnarsi al fatto che la Crimea fa parte della Russia.

Leggi tutto...

Il meccanismo dei BRICS ha un futuro promettente

E-mail Stampa PDF

brics bandieredi Wang Wen, Direttore esecutivo dell'Istituto Chongyang di Studi Finanziari dell'Università Renmin della Cina

da resistencia.cc

Traduzione di Marx21.it

I paesi membri del BRICS hanno differenze storiche, culturali, a livello di crescita economica, di tradizioni sociali, tra le altre. Tuttavia, tutte sono economie emergenti con qualità uniche e con interessi comuni di fronte ai vari problemi che incidono nell'attuale scenario globale. Attraverso l'apprendimento e l'aiuto reciproci, la complessiva ascesa di questo blocco sarà in grado di portare benefici alla comunità internazionale.

In un incontro di think tanks dei paesi BRICS svoltasi alcuni mesi fa, gli esperti partecipanti hanno confrontato il sistema BRICS con quello del G7, constatando il suo “enorme potenziale” e prevedendo il futuro più brillante per il primo.

Leggi tutto...

Persino i militari francesi iniziano a ribellarsi alla politica guerrafondaia di Macron!

E-mail Stampa PDF

macron devilliers copertinadi Sinistra.ch

Il mensile francese “Initiative Communiste”, edito dal Polo della Rinascita Comunista in Francia (PRCF), ospita nel suo ultimo numero una riflessione di Jean-Pierre Combe, capo squadriglia onorario dell’artiglieria e ufficiale di riserva dello Stato Maggiore Generale dell’esercito francese che fornisce una lettura al recente scontro sulla politica militare avvenuto di recente fra il Presidente della Repubblica Emmanuel Macron e il generale Pierre de Villiers, comandante delle forze armate francesi, che ha rassegnato in polemica le proprie dimissioni.

Sarebbe ridicolo credere – solo perché una parte irresponsabile della sinistra l’ha eletto – che Macron rappresenti una linea meno “militarista” rispetto a quella che la burocrazia militare francese poteva avere in mente. Macron, la cui popolarità è in caduta libera, continua infatti a sostenere la politica di guerra universale del grande capitale atlantico, spingendo i soldati francesi al di fuori delle proprie frontiere in missioni palesemente imperialiste.

Leggi tutto...

Sulla detenzione illegale dell'avvocato palestinese Salah Hamouri

E-mail Stampa PDF

salah hamouri 0Interrogazione scritta alla Commissione Europea di Miguel Viega, parlamentare europeo del Partito Comunista Portoghese (GUE/NGL)

da pcp.pt

Traduzione di Marx21.it

Tre giorni dopo avere conseguito il suo diploma da avvocato, Salah Hamouri, attivista palestinese di 32 anni, è stato arrestato il 23 agosto dalle forze di sicurezza israeliane nella sua residenza di Gerusalemme e condannato da un tribunale militare a una pena di sei mesi di carcere, che può essere rinnovata all'infinito senza alcun motivo. E' una situazione che colpisce oggi centinaia di migliaia di palestinesi, di fronte alla passività della comunità internazionale.

Salah Hamouri ha già passato 7 anni nelle prigioni israeliane per un “reato di intenti” in relazione a un tentativo mai provato di assassinare un leader religioso di estrema destra e per la sua appartenenza al Fronte Popolare di Liberazione della Palestina.

Leggi tutto...

Come si sta cercando di sabotare le relazioni tra Venezuela e Russia

E-mail Stampa PDF

eulogiosechindi Misión Verdad

Traduzione di Marx21.it

Nei giorni scorsi sono stati arrestati otto dirigenti della Divisione Occidentale di Pvdsa (l'impresa petrolifera di stato venezuelana) per corruzione, in relazione alla gestione di una società mista russo-venezuelana. Secondo le autorità giudiziarie i fatti venuti alla luce si inseriscono nel contesto di un'azione diretta a pregiudicare le relazioni tra Mosca e Caracas, a cui non sarebbe estraneo lo stesso governo statunitense. 

Il caso

Secondo il sito La Tabla, l'indagine avviata dal Pubblico Ministero ha riscontrato presunte irregolarità nell'acquisto di sostanze chimiche per il processo di lavorazione del greggio, atti di sabotaggio come il ritardo nella manutenzione correttiva e preventiva necessaria ai processi di produzione e la deviazione di importanti quantità di greggio e di gas che hanno colpito la produzione di Petrozamora.

Leggi tutto...

Pagina 9 di 784