Associazione Politico-Culturale Marx XXI

Xi Jinping afferma il ruolo chiave dei BRICS

E-mail Stampa PDF

xijinping bricsbusinessforumdi John Ross
da china.org.cn

Traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it

John Ross è giornalista di China.org.cn e Senior Fellow dell'Istituto Chongyang per gli studi finanziari della Renmin University of China.

Il vertice annuale dei BRICS, ospitato dalla Cina a Xiamen il 3-5 settembre, quest'anno il secondo grande evento internazionale in Cina, si concentra sulle questioni che affrontano le economie in via di sviluppo, sulla scia della Belt and Road Initiative tenuta a Pechino a maggio.

Il presidente Xi Jinping nel suo discorso al BRICS Business Forum prima dell'apertura del vertice, ha illustrato chiaramente perché la Cina stia ponendo costantemente enfasi su quella che è nota come "cooperazione Sud-Sud".

Leggi tutto...

La Giornata della Vittoria a Donetsk

E-mail Stampa PDF

9 Maggio 2017, Repubblica popolare di Donetsk. Parata militare e Reggimento immortale in occasione della Giornata della Vittoria. Video di Eliseo Bertolasi.

Leggi tutto...

Lo sbarramento della democrazia

E-mail Stampa PDF

parlamentodi Ruggero Giacomini per Marx21.it

E’ noto che l’attuale maggioranza del parlamento italiano deve in gran parte la propria investitura ad una legge elettorale porcata, tale riconosciuta dagli stessi promotori e in quanto tale dichiarata anticostituzionale e abrogata con sentenza della Corte costituzionale.

Nonostante ciò, o forse proprio per ciò, la stessa maggioranza ha  concepito un vero e proprio accanimento contro la Costituzione nata dalla Resistenza.

E’ stato appena respinto con il referendum un grave attacco distruttivo pilotato dal segretario del PD Renzi, e si poteva legittimamente sperare che si fosse aperta finalmente la via per l’attuazione dei principi costituzionali a partire dai diritti e dalla dignità del lavoro. E invece ecco che un nuovo attacco si profila su uno dei punti più sensibili della democrazia, quello della legge elettorale.

Leggi tutto...

Rivoluzioni, golpe o cambiamenti “reazionari”?

E-mail Stampa PDF

ucraina guerriglia ceneredi Federico La Mattina per Marx21.it

E’ impossibile sottrarsi alla valutazione dei cambiamenti politici del presente, al flusso della storia mentre faticosamente prende forma. I paladini dell’imparzialità spesso sono i più accaniti sostenitori delle uniche “verità”. Certamente è doveroso, per chi fa informazione o si occupa di storia contemporanea, attenersi alla correttezza metodologica nel presentare gli avvenimenti: ovvero citare rigorosamente le fonti e muoversi con cautela senza pretendere di possedere la sfera di cristallo. E’ però inevitabile che si prenda posizione di fronte a ciò che accade attorno a noi e la prospettiva da cui si considerano gli eventi (quelli che si ritengono maggiormente rilevanti) sarà inevitabilmente destinata a dividere. Si discute ancora oggi polemicamente di rivoluzione francese e rivoluzione russa: evidentemente le risposte politiche alle domande che tali rivoluzioni posero sono ancora attuali, seppur in un mondo enormemente diverso. Allo stesso modo ci sarà sempre chi parlerà di “golpe del ‘17” (si pensi allo storico Richard Pipes) e chi di “grande rivoluzione d’Ottobre”.

Leggi tutto...

Mar Cinese Meridionale: libertà di navigazione? Per chi e per cosa?

E-mail Stampa PDF

mar cinese meridionale esercitazione usa giapponedi Fabio Massimo Parenti
da opinione-pubblica.com

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Mentre la Cina lavora insieme all'ASEAN per fare del Mar Cinese Meridionale un mare di tutti, gli Stati Uniti interferiscono reclamando una pretestuosa "libertà di navigazione".

Oggi è di nuovo il turno delle isole Xisha (Paracels), oggetto domenica scorsa delle provocazioni della marina statunitense, come già accaduto a giugno e in altre occasioni negli anni passati. Il portavoce della Difesa cinese, Wu Qian, ha denunciato “l’entrata illegale di un cacciatorpediniere Usa nelle acque territoriali della Cina di fronte alle isole Xisha”. “E’ un’offesa seria”, ha continuato Wu, e la Cina è stata costretta ad inviare navi militari ed aerei da combattimento per avvertire la USS Stethem.

Questa situazione si protrarrà secondo le necessità della teatralizzazione mediatica di questioni sensibili. Lo statunitense Jim Dean, caporedattore di Veteran today, ha affermato a Russia Today che “gli USA stanno invischiandosi in dispute in cui non sono stati chiamati”, in cui non sono parte in causa. Si tratta, secondo Dean di un “gioco” di pubbliche relazioni contro la Cina. E’ una campagna che va avanti da un po’ di tempo e l’ultimo incidente, che “avviene a seguito di un ordine di vendita di armi a Taiwan”, è parte di un giro di vite.

Leggi tutto...

Pagina 8 di 784