Associazione Politico-Culturale Marx XXI

Marxismo Oggi: dalla rivista al sito

E-mail Stampa PDF

marxismo oggi onlinedi Alexander Höbel | da marxismo-oggi.it

1. Perché “Marxismo Oggi”

Più volte nella storia si è assistito a fasi di crisi del marxismo; più volte, anzi, lo stesso marxismo è stato dato per morto. Eppure la materialità e irriducibilità delle contraddizioni reali hanno ogni volta posto di nuovo all’attenzione di studiosi e opinione pubblica, intellettuali e masse, il valore e l’utilità del marxismo come strumento analitico della realtà.

Negli ultimi decenni si è assistito a un’offensiva più decisa, una sorta di destrutturazione-delegittimazione dell’approccio e dello stesso lessico marxista, ad opera dei sostenitori del “pensiero unico” e dalle loro “corazzate” mediatiche. L’ondata neoliberista iniziata già negli anni Settanta, l’omologazione culturale avanzata nel decennio successivo e il crollo del “socialismo reale” nel 1989-91 hanno determinato le condizioni fondamentali per tale controffensiva ideologica, celata dietro il velo della “fine delle ideologie”.

L’approccio marxista veniva il più possibile espunto dalle università, dalle case editrici, dai centri di ricerca, oltre che ovviamente dai mass-media.

Leggi tutto...

71° della Repubblica: poco da festeggiare, molto da lottare

E-mail Stampa PDF

di Angelo d’Orsi
da temi.repubblica.it

C’è poco da festeggiare, verrebbe, banalmente, da dire, secondo una formula a cui troppo spesso facciamo ricorso, nel pubblico e nel privato, davanti alle ricorrenze temporali, ai compleanni, specialmente. E questo 71° della Repubblica ci coglie smarriti, scoraggiati, tentati dalla voglia di “salire sugli alberi”, come il protagonista del Barone rampante di Italo Calvino, anche se la tentazione del disimpegno viene allontanata, ma con gran pena, perché sempre più spesso si ha l’impressione che questo Paese non abbia vera speranza di uscire dalla via melmosa in cui si dibatte. 

Certo, abbiamo avuto uno straordinario momento di mobilitazione popolare, di partecipazione civile, di lavoro collettivo per un grande obiettivo politico, che si può sintetizzare nella salvezza stessa della Repubblica, con il referendum del 4 dicembre in difesa degli assetti istituzionali, a cominciare da quel baluardo che è la Carta Costituzionale. Eppure, v’è da essere amaramente disillusi quando si guarda all’esito di quell’azione corale, fondata sul lavoro di decine di migliaia di persone, che generosamente si sono buttate nella mischia, sacrificando tempo energie denaro, in nome della tutela di un interesse generale, di un vero “bene comune”. 

Leggi tutto...

Prezzo del petrolio, il peso dell'industria e della geopolitica

E-mail Stampa PDF

Petrolio 1bisdi Demostenes Floros | da abo.net

English version

Il moderato recupero dei prezzi del barile verificatosi durante l'ultima settimana di giugno è stato dovuto al calo delle scorte USA di greggio e di benzine, ma la tendenza resta ribassista a causa di altri fattori, tra cui: l'aumento delle scorte globali e l'incremento delle esportazioni di Nigeria e Libia

A giugno, il prezzo del petrolio è diminuito. In particolare, la qualità Brent North Sea ha aperto le contrattazioni a 50,25$/b per poi chiuderle a 47,90$/b mentre il West Texas Intermediate ha aperto a 48,18$/b e chiuso a 46,20$/b. Nel momento in cui scriviamo, il Brent sta prezzando a quota 46,88$/b, e il WTI a 44,47$/b sulla scia del primo dato settimanale di luglio relativo alla produzione USA, la quale mostra un nuovo aumento a 9.338.000 b/d.

Il 21 giugno, sia il benchmark europeo e asiatico, sia quello statunitense hanno toccato il minimo da 8 mesi a questa parte, rispettivamente quotando 44,79$/b e 42,25$/b a causa delle seguenti ragioni:

Leggi tutto...

I nazisti ucraini addestrano la nuova Hitlerjugend (video)

E-mail Stampa PDF

Ukraines Hyper Nationalist Militarydi Partito Comunista di Ucraina
da kpu.ua

Traduzione dal russo di Mauro Gemma

Un agghiacciante documentario della rete statunitense NBC

Giornalisti americani hanno rivelato l'esistenza di un campo estivo del gruppo neonazista “Azov” nei pressi di Kiev, dove i bambini vengono educati nello spirito della Hitlerjugend.

I giovani ucraini vengono formati alle attività militari e all'odio verso altri popoli. In sostanza, gli autori dell'inchiesta riconoscono che in Ucraina è in corso una guerra civile, nel corso della quale si uccidono i propri connazionali. E che il compito essenziale degli istruttori è evidentemente quello di attizzare l'odio,  diffondendolo tra le giovani generazioni.

Il film è stato progettato per raggiungere il più vasto pubblico negli Stati Uniti. E' stato girato nel contesto della nuova programmazione di documentari della NBC: cortometraggi destinati in particolare ad essere diffusi nelle reti sociali.  

Leggi tutto...

“Houston, abbiamo un problema”

E-mail Stampa PDF

Industria 4di Andrea Aimar
da sbilanciamoci.info

Le trasformazioni tecnologiche di Industria 4.0 ci pongono di fronte due strade: subire questo progetto di trasformazione guidato dall’interesse di pochi oppure tentare di guidarlo nell’interesse di tanti. Un dibattito in vista del G7 di settembre a Torino

Sono nomi di computer ad alta potenza di calcolo, software, start up, piattaforme: YuMi, StasMonkey, Watson, Tug, Sedasys, Coursera, Shutterstock, Digits, Warren, e-discovery, Baxter, Iamus, Workfusion, Sawyer. Rappresentano il presente dell’innovazione e l’anticipazione di un futuro probabile dove il lavoro umano diminuirà.

49% [1]o 47%[2]le ipotesi più radicali, 9% [3]quelle più caute, 35%[4] per chi preferisce una via di mezzo: dietro le percentuali i posti di lavoro che verrebbero bruciati dall’innovazione tecnologica. Tecnologie delle reti e dell’informazione, robot, macchine potentissime, big data: è più o meno questa la ricetta che si aggira per il mondo promettendo rivoluzioni digitali e industrie 4.0.

Leggi tutto...

Pagina 4 di 765