Associazione Politico-Culturale Marx XXI

Comunicato della FSM sulla Giornata internazionale della Donna, 8 marzo 2017

E-mail Stampa PDF

donne scioperoFederazione Sindacale Mondiale (FSM)

wftucentral.org

Traduzione per Resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare

Sotto il tema "Donna lavoratrice sempre in prima linea nelle lotte sociali, nella vita e nelle azioni della FSM", la Federazione Sindacale Mondiale anche quest'anno onora l'anniversario dell'8 marzo 2017, 160 anni dopo la sollevazione delle operaie a New York, chiedendo migliori condizioni di lavoro, uguaglianza e una vita con diritti.

Inviamo i nostri più calorosi saluti a tutte le donne sindacaliste che continuano la lotta di queste donne pioniere, all'interno del movimento sindacale con orientamento di classe e della FSM, e ci congratuliamo per la loro audacia e azione militante. Salutiamo le donne lavoratrici in tutto il mondo, le donne degli strati popolari poveri, che ogni giorno si sforzano per sopravvivere e sostenere le loro famiglie. Salutiamo le donne immigranti e rifugiate, che lasciano i loro paesi a causa delle guerre imperialiste.

Dalla sua fondazione ad oggi, la FSM ha fermamente appoggiato la donna lavoratrice attraverso varie attività e iniziative. Ha sempre evidenziato i problemi specifici che affrontano le donne, come gruppo sociale più colpito dall'aggressione del sistema capitalista, dallo sfruttamento, dagli interventi imperialisti.

Leggi tutto...

Wall Street, il cuore finanziario degli Stati Uniti e della globalizzazione capitalista

E-mail Stampa PDF

borsa volatilitadi Denis Durand (Commissione economica del Pcf)

Traduzione e introduzione di Lorenzo Battisti (Dip. Internazionale Pci)

Articolo pubblicato sul numero 16 della rivista Cause Commune.

I mercati finanziari non dormono mai. Non si fermano mai. I loro operatori, che sono sempre più algoritmi e non persone, continuano a calcolare continuamente i modi per fare soldi con i soldi. Mentre noi cercavamo di salvarci dalla pandemia, alcuni altri stavano guadagnando miliardi di dollari. O di Euro, Yen, Sterline. Nonostante la crisi del 2008 e quella imminente, nulla ha scalfito il potere e l’influenza della finanza americana. Per cercare di fare luce su questo mondo nebbioso (esiste anche la finanza ombra) riteniamo interessante proporre questo articolo che è uscito sulla rivista del Partito Comunista Francese, Cause Commune.

Leggi tutto...

Zjuganov: la nostra vittoria ha salvato il mondo dalla peste bruna

E-mail Stampa PDF

Zjuganovriceviamo e volentieri pubblichiamo

di Enrico Vigna

Il capo del Partito Comunista della Federazione Russa Gennady Zyuganov si è congratulato con i russi nel Giorno della Vittoria, la più grande festa della nostra terra, ha detto il leader comunista.

"Se non fosse per la nostra Vittoria, a quanto pare, tanti inizierebbero il nuovo anno festeggiando la nascita del Fuhrer. E’ stata la nostra Vittoria ha salvare il mondo dalla peste bruna, a salvare il pianeta dall'invasione di questa orda e ha fatto di tutto per far vivere un grande potere e dare un esempio per tutta l'umanità. I piani Barbarossa e Ost intendevano preparare un processo per l'eliminazione della grande storia millenaria del popolo russo e di tutti i popoli che avevamo raccolto sotto i nostri stendardi dell’URSS. Ci avrebbero distrutti. Ma li abbiamo sconfitti.

Leggi tutto...

Approfondire la discussione per l’unità dei comunisti in Italia alla luce dell’attuale situazione politica ed economica

E-mail Stampa PDF

Gramsci Stampariceviamo e volentieri pubblichiamo

di Giuseppe Amata

1. L’intervento di Roberto Gabriele sul ruolo dei comunisti in Italia e su come “affrontare le prospettive” sollecita un dibattito tra i compagni che sono impegnati nella ricerca di ricostruire una forza comunista in grado di mobilitare vaste masse. 

Gabriele, dagli interventi che si sono succeduti nel corso degli ultimi anni su marx21, deduce che il pensiero manifestato da molti compagni “non si è trasformato in un progetto politico che sia collegato alla situazione” e pertanto ritiene che si debba aprire “la discussione” partendo dalle “sconfitte subite sin dagli anni ‘90”. Inoltre, si domanda “qual è oggi il ruolo dei comunisti italiani (…) evitando le autoproclamazioni”, dopo aver costatato che “il fallimento della rifondazione comunista promossa da Cossutta e Bertinotti è stata la conferma che senza un pensiero scientifico e una strategia non si va da nessuna parte”. Riconosce, però, che “la questione del resto non era solo italiana (…) ma riguardava anche la crisi epocale del movimento comunista internazionale”.

Leggi tutto...

Pagina 29 di 1199