Lo scambio di plusvalore nel Capitalismo delle Piattaforme

Lo scambio di plusvalore nel Capitalismo delle Piattaforme

di Massimo De Minicis

Pluslavoro - Il rapporto OECD fornisce una analisi qualitative e quantitative concernenti i lavoratori delle piattaforme digitali

Continua...
Giorni che rischiarano decenni

Giorni che rischiarano decenni

di Norberto Natali

L’obiettività  e la neutralità sono due categorie molto diverse. La prima è possibile e necessaria, è la premessa essenziale per un approccio scientifico alla realtà, deve e può essere perseguita anche con una logica di parte: per esempio ...

Continua...
Donbass, Ucraina e nazifascisti

Donbass, Ucraina e nazifascisti

di Silvio Marconi

Un viaggio nella regione attaccata dai militari di Kiev. La presenza di organizzazioni paramilitari ucraine eredi dei collaborazionisti di Hitler. L’incognita del nuovo presidente ucraino Zelensky.

Continua...
Frontpage Slideshow | Copyright © 2006-2011 JoomlaWorks Ltd.

La strategia della manipolazione mentale: dall’individuo alle grandi società di massa.

E-mail Stampa PDF

escher relativitaRiceviamo e pubblichiamo

da mysterionweb.wordpress.com

Perché introdurre un’intervista che parla di manipolazione delle masse con un disegno del matematico e pittore Escher? La risposta la troverete guardando i suoi capolavori. Per usare le parole di Umberto Galimberti, non importa che Dio esista o meno, ma l’idea esiste e fa mondo! Non è difficile estendere il concetto espresso formulando una nuova frase così come segue: non importa che un’idea sia buona o cattiva, vera o falsa, ma se l’idea esiste (e c’è qualcuno che vuole insinuarla negli individui) allora farà storia e muoverà le coscienze.

Leggi tutto...

Lo scambio di plusvalore nel Capitalismo delle Piattaforme

E-mail Stampa PDF

pluslavoro 500x333di Massimo De Minicis | da economiaepolitica.it

Pluslavoro - Il rapporto OECD fornisce una analisi qualitative e quantitative concernenti i lavoratori delle piattaforme digitali

Premessa

Molti studi ormai da tempo hanno affrontato il tema delle piattaforme di lavoro dell’economia collaborativa digitalizzata[1]. Sono stati così approfonditi numerosi aspetti sulla natura e sull’organizzazione produttiva di questa ultima evoluzione della tecnologia impiegata nei processi di produzione. Ma alcune questioni, al di là delle numerose concettualizzazioni realizzate, rimangono contrastate, provocando tensioni di carattere giuridico e sociale. 

Leggi tutto...

Giorni che rischiarano decenni

E-mail Stampa PDF

giornali spiraleRiceviamo da Norberto Natali e volentieri pubblichiamo

(prima parte, 16 luglio 2019)

GIORNALISTI, SCOOP O TRUPPE MEDIATICHE?

L’obiettività  e la neutralità sono due categorie molto diverse. 

La prima è possibile e necessaria, è la premessa essenziale per un approccio scientifico alla realtà, deve e può essere perseguita anche con una logica di parte: per esempio, si può difendere apertamente l’interesse di una classe ma con obiettività, in primo luogo ammettendo da che parte si sta.

Leggi tutto...

Donbass, Ucraina e nazifascisti

E-mail Stampa PDF

azov spallinadi Silvio Marconi
da patriaindipendente.it

Un viaggio nella regione attaccata dai militari di Kiev. La presenza di organizzazioni paramilitari ucraine eredi dei collaborazionisti di Hitler. L’incognita del nuovo presidente ucraino Zelensky

Cosa è cambiato da quando i neonazisti ucraini, coperti dal governo di Kiev, massacravano il 2 maggio 2014 oltre 50 uomini e donne nel rogo della “Casa dei Sindacati” di Odessa, nell’imbarazzante silenzio dell’occidente, o iniziavano sempre nel 2014 bombardamenti aerei e stragi in quel Donbass colpevole di non accettare né la discriminazione dell’antifascismo e la glorificazione dei collaborazionisti dei nazifascisti, né il piano di estirpazione della cultura russa e delle memorie dell’Urss a cui quelle genti erano e sono legate?

Leggi tutto...

Arresto neo-nazisti a Torino. Lettera aperta alla deputata Quartapelle

E-mail Stampa PDF

quartapelle liada lantidiplomatico.it

Riceviamo e pubblichiamo questo messaggio di Lorenzo Ferrazzano, inviato all'Onorevole Lia Quartapelle 

"Gentile Onorevole Quartapelle, sono un laureando in storia e filosofia. Sto scrivendo la mia tesi di laurea su un tema che mi sembra esserle molto a cuore, ovvero la crisi ucraina. Mi dispiace dover affermare, con un certo stupore, che la drammaticità umana e geopolitica della guerra in corso non può essere oggetto di dichiarazioni a dir poco superficiali, come quelle riportate da lei in un post su Facebook, dovute alla (giusta) indignazione per il ritrovamento delle armi da guerra in possesso di alcuni neofascisti italiani.

Leggi tutto...

OPEC+ e i cambi geopolitici

E-mail Stampa PDF

opecplusdi Demostenes Floros, analista geopolitico ed economico

da aboutenergy.com

Nell'ultimo meeting la decisione di prolungare i tagli produttivi. Ma la cosa più importante, politicamente, è la nascita della nuova Organizzazione

Il 2 luglio 2019 l’OPEC+ ha deciso di prolungare i tagli produttivi per un ammontare totale di 1.200.000 b/g fino al 31 marzo 2020 (9 mesi). Quest’ultimi erano stati stabiliti il 7 dicembre 2018 ed erano entrati in vigore a partire dal 1° gennaio 2019 per un arco temporale di sei mesi (scadenza 30 giugno 2019).

Leggi tutto...

Con l'export in frenata Pechino conta sul mercato interno

E-mail Stampa PDF

bertolino exportcinadi Francesco Bertolino - Class Editori

da classxhsilkroad.it

L’esposizione della Cina al resto del mondo è diminuitaIn 11 degli ultimi 16 trimestri dal 2015, nota McKinsey, i consumi interni hanno contribuito per oltre il 60% alla crescita del pil cinese. Nel 2017 e 2018 l’incidenza del mercato domestico sull’aumento del pil è salita addirittura al 76%, mentre il commercio ha dato un contributo negativo.

Alla notizia del rallentamento cinese Donald Trump ha esultato: «I dazi degli Stati Uniti stanno spingendo molte società a spostare la loro produzione dalla Cina a Stati non soggetti a tariffe».

Leggi tutto...

"Democrazia, storia di un'ideologia"

E-mail Stampa PDF

canfora storiadiunideologia[Estratto da A. Pascale (a cura di), Il totalitarismo liberale. Le tecniche imperialiste per l'egemonia culturale, La Città del Sole, Napoli 2019, cap. 9.1-9.2, pp. 147-151]

Il capolavoro di Luciano Canfora, Democrazia. Storia di un’ideologia [1], analizza il complesso rapporto della democrazia con il tema della libertà, oltre che il suo cammino attraverso la nascita delle istituzioni europee. Canfora parte da una premessa sulla favola della democrazia intesa come invenzione dell’Atene periclea, ma vola ben presto nel cuore della contemporaneità, ricollegandosi alla rivoluzione francese del 1789 e ai fatti conseguenti, mostrando per filo e per segno tutte le contraddizioni delle cosiddette “democrazie liberali” europee: la storia recente di Francia, Gran Bretagna, Germania e Italia viene analizzata minuziosamente mostrando di fatto come ben rari siano stati i momenti di effettiva democrazia vigenti in tali Paesi e che solo in tempi recenti essi si siano appropriati del concetto stesso della “democrazia”, a lungo rigettato, o orchestrato in modalità tali da favorire di fatto ristrette oligarchie possidenti.

Leggi tutto...

La lotta venezuelana

E-mail Stampa PDF

pondrelli aguirre 03di Marco Pondrelli

Abbiamo incontrato Gabriel Aguirre, Segretario Generale del Comité de Solidaridad International (CO.S.I.), l’organizzazione venezuelana del World Peace Council (Consiglio Mondiale della Pace), che è venuto in Italia per parlare della situazione del paese latino americano.

Ringraziamo il Comitato Contro la Guerra Milano per l'opportunità che ci è stata data di poter incontrare un autorevole interlocutore in grado di spiegare quello che sta succedendo in Venezuela.

Fra le altre cose, Aguirre ha denunciato come Novo Banco in Portogallo stia bloccando i dollari necessari per effettuare un trapianto di midollo osseo a 27 venezuelani che attualmente si trovano in Italia.

Leggi tutto...

Greta Thunberg: capolavoro della manipolazione di massa.

E-mail Stampa PDF

greta thunberg 2Ringraziamo Enrico Sanna per la segnalazione

da mysterionweb.wordpress.com

Sono immensamente grato all’amico Simone Lombardini, esperto di geopolitica e di relazioni internazionali, per aver accettato il mio invito a scrivere un articolo per la nostra rubrica attraverso il quale fare chiarezza su un fenomeno che, nato, almeno ufficialmente, poco meno di un anno fa, ha assunto in pochissimo tempo proporzioni di rilevanza mondiale e ha coinvolto in primo luogo centinaia di milioni di giovani. A mio avviso l’importanza del fenomeno Greta è legata strettamente all’impatto che esso ha sull’opinione pubblica. Il terreno di scontro è sul piano delle idee.

Leggi tutto...

Un bilancio a 70 anni dall'avvio delle relazioni diplomatiche tra URSS e Repubblica Popolare Cinese

E-mail Stampa PDF

pcfr pcc fotodi D.G. Novikov, vice presidente del Comitato Centrale del Partito Comunista della Federazione Russa

da kprf.ru

Traduzione dal russo di Mauro Gemma

Il vicepresidente del Comitato centrale del Partito Comunista della Federazione Russa Dmitrij Novikov ha preso parte alla conferenza internazionale dedicata al 70 ° anniversario dell'avvio delle relazioni diplomatiche tra l'Unione Sovietica e la Cina, che ha riunito a Pechino eminenti scienziati, diplomatici e politici della RPC e della Russia.

Leggi tutto...

Vi spiego come e perché Ue e Usa si dividono sul futuro delle banche centrali

E-mail Stampa PDF

banche valutePubblichiamo l'editoriale di Guido Salerno Aletta

Qualcosa di profondo è già cambiato nei rapporti tra il potere politico e le banche centrali: la crisi americana del 2008 e quella europea che si trascina dal 2010 hanno minato la generale accettazione del principio secondo cui la loro indipendenza rispetto ai governi rappresenta un baluardo sufficiente a garanzia della stabilità, che si identifica nel valore attuale del risparmio accumulato. Ciò è avvenuto perché è cambiato il parametro di riscontro: mentre a partire dagli anni Settanta il problema era rappresentato dal rischio della perdita di valore della moneta nel momento dello scambio economico, ora risiede da quello della perdita di valore degli investimenti finanziari. Prima il pericolo era rappresentato dalla distruzione del risparmio per via dell’inflazione dei prezzi al consumo, ora risiede in quello di vederlo polverizzato per via della deflazione dei prezzi degli asset in cui è stato investito.

Leggi tutto...

"Come si comanda il mondo" (Galli & Caligiuri)

E-mail Stampa PDF

galli comesicomandailmondo[Le righe che seguono sono tratte da G. Galli & M. Caligiuri, Come si comanda il mondo. Teorie, volti, intrecci, Rubbettino, Catanzaro 2017, pp. 75-80; il presente estratto costituisce l'Introduzione alla seconda parte dell'opera e lo si ritiene utile per far conoscere i temi e i contenuti di un prezioso libro, passato ingiustamente inosservato]

Chi governa davvero il mondo? È questo un tema di straordinaria attualità e lo sarà ancora di più nel prossimo futuro. Sono sempre più numerosi i testi che approfondiscono l’argomento e il nostro contributo intende coniugare la riflessione teorica con le ricerche empiriche in modo da individuare le tendenze destinate a condizionare il presente e il futuro del mondo. In effetti, siamo governati da pochi, come è sempre stato, tuttavia questa caratteristica è diventata più evidente in un’epoca in cui metà della popolazione mondiale è collegata a Internet. Norberto Bobbio non a caso, richiamandosi a Gaetano Mosca, sosteneva che «in ogni società, di tutti i tempi, e a tutti i livelli di civiltà, il potere è posseduto da una minoranza, non vi è altra forma di potere che quella oligarchica». Noam Chomsky sostiene che l’1% detiene le leve del potere sostanziale nel mondo 3, anzi è proprio questa minoranza che, secondo una lettura sempre più diffusa, cospira contro le moltitudini.

Leggi tutto...

A cento anni dal biennio rosso, i moti per il caro-viveri

E-mail Stampa PDF

Moti caro viveridi Domenico Moro
da laboratorio-21.it

Lo studio della storia del movimento operaio e rivoluzionario è importante non solo per ricordare le proprie radici e affermare la propria identità ma anche e soprattutto come ammaestramento per le scelte politiche tattiche e strategiche per l’oggi e per il futuro.

Proprio in questo inizio di estate 2019 cade il centenario dell’inizio del biennio rosso (1919-1920), che rappresenta uno dei momenti di più alta tensione rivoluzionaria delle classi subalterne italiane degli ultimi cento anni, sia per la profondità sia per la diffusione delle lotte sul territorio nazionale.

Leggi tutto...

Sui recenti avvenimenti ad Hong Kong

E-mail Stampa PDF

hongkong ombrellidi Giovanni Di Fronzo
da lnx.retedeicomunisti.net

10 luglio 2019

Nelle ultime settimane la città cinese di Hong Kong è scossa da una seconda fiammata del cosiddetto “movimento degli ombrelli”, di matrice antigovernativa, che già aveva avuto una prima fiammata nel 2014.

Si ricorda che Hong Kong, assieme a Macao e Taiwan, è uno dei territori che la Rivoluzione Cinese del 1949 non è riuscita a riscattare dal dominio straniero. La città, infatti, rimase colonia del Regno Unito, sotto il cui tallone si trovava dalla fine della Prima Guerra dell’Oppio (1842), ad eccezione del breve periodo di occupazione giapponese dal 1941 al 1945.

Leggi tutto...

Documenti inediti del governo tedesco confermano i piani americani per la distruzione della Serbia

E-mail Stampa PDF

vigna distruzioneserbia 01(in allegato la corrispondenza originale)

di Miodrag Novakovic – A cura di R. Veljovic e E. Vigna, Forum Belgrado Italia

Questa importantissima documentazione di fonte pienamente DOC ( in senso di occidentale), che abbiamo tradotto e completato, conferma tragicamente quanto detto, ribadito, documentato, da tutti coloro che, senza riserve e tentennamenti, si schierarono da subito contro la “guerra umanitaria” verso la RF Jugoslava, identificandola come una guerra assolutamente di aggressione, con intenti e obiettivi geopolitici e geostrategici, altro che diritti, democrazia, libertà.

Leggi tutto...

Incolpare Putin di tutti i mali non assolverà l'Occidente dai suoi fallimenti

E-mail Stampa PDF

putin riposodi Lorenzo Ferrazzano
da lantidiplomatico.it

“Ho guardato quest’uomo negli occhi. L’ho trovato molto semplice e degno di fiducia: sono riuscito a capire la sua anima.” Sono le parole che George W. Bush rivolse pubblicamente a Vladimir Putin al summit in Slovenia del 2001, in un momento storicamente decisivo: da un decennio la Russia, il nemico di sempre, stava attraversando un periodo di “torbidi” dai quali non riusciva a rialzarsi; tre mesi dopo, la strage dell’11 settembre sarebbe stata il casus belli della più grande destabilizzazione del Medio Oriente; dopo soli tre anni, contravvenendo alla promessa fatta a Gorbacëv, la Nato si sarebbe espansa verso l’Europa dell’Est, puntando le armi direttamente su Mosca.

Leggi tutto...

Le ragioni delle campagne antireligiose fatte dai bolscevichi

E-mail Stampa PDF

pascale campagneantireligiose01[Estratto (disponibile in formato pdf su Academia.edu) da A. Pascale, In Difesa del Socialismo reale e del marxismo-leninismo, vol. I, tomo B, II edizione, La Città del Sole, 2019 [1° ediz. Intellettualecollettivo.it, 2017], cap. 7, pp. 15-17. L'opera è in uscita su prenotazione da fare entro il 31 luglio. Per info cliccare qui]

«La Chiesa presenta per i soviet un concreto pericolo; all'ateismo materialista oppone la dottrina del Cristo e davanti alla III Internazionale si erge a guardiana delle tradizioni nazionali, così viene separata dallo Stato e combattuta senza quartiere. I suoi beni vengono confiscati, le sue reliquie profanate, i suoi arcivescovi messi a morte». (Serge Andolenko) [1]

Leggi tutto...

Siamo tutti Carola! Va bene, però dopo che si fa?

E-mail Stampa PDF

cartello direzionePubblichiamo come contributo alla discussione

da napolimonitor.it

4 Luglio 2019

Lo Zelig di quel che resta della sinistra, ogni tanto assume identità fittizie – il più delle volte un personaggio mediatico o globale – e prova disperatamente ad aggrapparsi alla scia della personalità o dell’evento, cercando un qualche contenuto, un valore, un orientamento. Siamo tutti Assange, siamo tutti Me too, siamo tutti Greta: aver buttato nel cesso la storia rivoluzionaria del Novecento, l’assenza di memoria teorizzata come valore, l’introiezione acritica dell’agenda liberista scambiata per modernità e diritti civili, tutto ciò ha reso l’ectoplasma della sinistra bisognoso di unirsi a “qualcos’altro” – generalmente qualcosa di evanescente e assai provvisorio – per riuscire a dare una effimera definizione di sé.

Leggi tutto...

Evo Morales su Putin: «Guida la lotta per il rispetto del diritto internazionale»

E-mail Stampa PDF

putin moralesda lantidiplomatico.it

Il presidente Evo Morales ha esaltato la lotta dei movimenti sociali e indigeni, nonché del suo omologo russo Vladimir Putin a favore della dignità e del benessere del popolo.

"Personalmente, sono un grande ammiratore del fratello presidente della Russia, che guida la lotta per il rispetto del diritto internazionale, non ci possono essere posizioni unilaterali, imposizioni, interventi", ha detto il presidente boliviano durante una visita ufficiale a Mosca per incontrare Putin.

Leggi tutto...

Pagina 1 di 258