Sveglia!

Sveglia!

di Jorge Cadima

La vergognosa risoluzione approvata dalla maggioranza del Parlamento europeo sulla seconda guerra mondiale (19.9.19), non è solo grave per il tentativo di riscrivere e falsificare la storia. 

Continua...
La riemersione della crisi del capitale e l'attualità del socialismo

La riemersione della crisi del capitale e l'attualità del socialismo

di Domenico Moro

La crisi, iniziata con lo scoppio della bolla dei mutui subprime nel 2007 negli Usa e proseguita in Europa come crisi dei debiti sovrani, non è mai finita ...

Continua...
Ucraina, Donbass e NATO

Ucraina, Donbass e NATO

di Enrico Vigna

In questo articolo emergono tre aspetti significativi riguardo alla situazione dell’Ucraina e dell’aggressione al Donbass, ma anche del quadro internazionale e di cosa ci aspetta all’orizzonte.

Continua...
Il socialismo con caratteristiche cinesi perché funziona?

Il socialismo con caratteristiche cinesi perché funziona?

di Zhang Boying

Prefazione all'edizione italiana

Continua...
Frontpage Slideshow | Copyright © 2006-2011 JoomlaWorks Ltd.

Sveglia!

E-mail Stampa PDF

reichstag1945di Jorge Cadima | da “Avante!”, Settimanale del Partito Comunista Portoghese (PCP)

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

La vergognosa risoluzione approvata dalla maggioranza del Parlamento europeo sulla seconda guerra mondiale (19.9.19), non è solo grave per il tentativo di riscrivere e falsificare la storia. È grave per ciò che rappresenta per il presente e il futuro.

Solo otto giorni dopo, il ministro della Difesa della Lettonia, paese dell'Unione Europea, ha parlato durante una cerimonia commemorativa dei legionari lettoni che hanno combattuto durante la Seconda Guerra Mondiale nei ranghi delle SS - il braccio militare del partito nazista responsabile di molti dei suoi peggiori crimini, compresi i massacri come quelli di Pripyat, Oradour, Marzabotto, Fosse Ardeatine.

Leggi tutto...

La riemersione della crisi del capitale e l'attualità del socialismo

E-mail Stampa PDF

stagnazione secolaredi Domenico Moro
da laboratorio-21.it

La crisi, iniziata con lo scoppio della bolla dei mutui subprime nel 2007 negli Usa e proseguita in Europa come crisi dei debiti sovrani, non è mai finita. Semplicemente, specie dopo il 2009, l’anno di recessione mondiale, è stata tenuta sotto controllo: il malato, cioè il sistema di produzione capitalistico, è stato sostenuto con mezzi artificiali sia in Europa sia negli Usa. Ma il problema di base, la sovraccumulazione di capitale, continua a essere presente. In sostanza, è stato accumulato troppo capitale sotto forma di mezzi di produzione affinché l’investimento possa risultare sufficientemente profittevole. Da questo tutta una serie di misure per sostenere le imprese e i profitti.

Leggi tutto...

Ucraina, Donbass e NATO

E-mail Stampa PDF

kiselyov vitalya cura di Enrico Vigna
3 ottobre 2019

In questo articolo emergono tre aspetti significativi riguardo alla situazione dell’Ucraina e dell’aggressione al Donbass, ma anche del quadro internazionale e di cosa ci aspetta all’orizzonte.

Il primo è la totale subordinazione per non dire sudditanza, delle autorità “libere” dell’Ucraina, sul piano militare oltre che su quello economico e politico, già noti; di fatto servitori del padrone occidentale NATO.

Leggi tutto...

Il socialismo con caratteristiche cinesi perché funziona?

E-mail Stampa PDF

zhangboying ilsocialismoconcaratteristichecinesiPrefazione all'edizione italiana

Consulta l'indice

La versione cinese di questo volume è stata pubblicata dalla casa editrice Tianjin People Publishing House nel 2014. Essendo un libro dal contenuto scientifico ma di facile comprensione, Il socialismo con caratteristiche cinesi: perché funziona? è stato ampiamente elogiato dagli accademici cinesi sin dalla sua pubblicazione e ha vinto molti premi, tra cui anche il Premio per i Risultati Eccezionali nel Campo delle Scienze Sociali della municipalità di Tianjin. Potremmo definirlo un best seller di grande successo nel campo delle scienze umane e sociali a livello nazionale. Al momento si sta lavorando anche alla traduzione del volume in russo e spagnolo.

Oggi, mentre scrivo questa prefazione, sono già trascorsi cinque anni dalla pubblicazione di questo libro. Un lustro non è che un puntino nel lungo fiume della storia umana, ma, per la Cina, questi ultimi cinque anni sono stati un periodo straordinario.

Leggi tutto...

Dichiarazione del WPC (Consiglio Mondiale della Pace) sull’aggressione e l’invasione della Turchia alla Siria

E-mail Stampa PDF

turchia colonnamezzimilitariIl WPC condanna con forza la nuova e terza invasione dell’esercito turco in Siria.

Dopo un periodo in cui le forze armate turche hanno ammassato uomini e mezzi militari lungo i confini della Siria e i successivi attacchi aerei contro obiettivi siriani, in questi giorni si sta verificando una pericolosa escalation con l’invasione delle truppe di terra.

Questa aggressione nella parte nord-orientale della Siria arriva come continuazione delle precedenti aggressioni nella parte nord-occidentale della Siria e come parte dei piani espansionistici del regime turco, con il pretesto della sicurezza per la Turchia. Si svolge con la piena complicità degli Stati Uniti e dei suoi alleati che mantengono anche truppe nell’area da diversi anni.

Leggi tutto...

Zyuganov: “La Russia è in grado di contrastare la protervia imperialista”

E-mail Stampa PDF

zyuganov tvDichiarazione del Presidente del Partito Comunista della Federazione Russa

da kprf.ru

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Ghennady Zyuganov ha definito “sorprendente cinismo” il tentativo di riscrivere la storia e spostare la responsabilità della Seconda Guerra Mondiale sull'Unione Sovietica, messo in atto principalmente dai governanti della Polonia. “Invasioni sono state ripetutamente attuate attraverso questo paese e oggi nuove provocazioni partono da lì. Per la liberazione della Polonia, abbiamo mobilitato 600 mila dei migliori figli e figlie della grande potenza sovietica", ha ricordato il Presidente del Comitato Centrale del Partito Comunista della Federazione Russa, sostenendo la necessità di contrastare attivamente tali attacchi.

Leggi tutto...

APPELLO. Risoluzione UE: la CGIL non resti in silenzio!

E-mail Stampa PDF

cgil 1931da facebook.com

Di fronte alla risoluzione UE che equipara il comunismo al nazismo, la Cgil non deve restare in silenzio.

Quella risoluzione è prima di tutto un fatto simbolico e nell’affiancare nazismo e comunismo come crimini storici e causa della seconda guerra mondiale è irricevibile, oltre che disonesta, perché cancella intere pagine dai nostri libri di storia, anche quelle fortemente simboliche come la battaglia di Stalingrado e la liberazione del campo di sterminio di Auschwitz.

Leggi tutto...

Comunicato del FPLP sulla situazione in Siria

E-mail Stampa PDF

siria invasioneturcada palestinarossa.it

Il Fronte popolare per la liberazione della Palestina (FPLP) condanna fermamente l'invasione turca del territorio siriano dal confine nord della Siria. Avevamo avvertito che si sarebbe arrivati a un tentativo di occupazione, alla luce delle ambizioni turche nel territorio siriano, che non sono cessate da quando Alessandretta (Iskenderun) è stata annessa alla Turchia nel 1939.

Il FPLP ritiene che questa invasione militare coordinata con l'amministrazione statunitense non sia isolata dagli obiettivi che stavano e stanno dietro il sostegno delle forze terroristiche in Siria da parte di questi due paesi e di molti altri, al fine di indebolire lo stato nazionale siriano e danneggiarne il ruolo, la sovranità, l'integrità territoriale attraverso l'istituzione di cantoni divisi per etnie e dottrine religiose.

Leggi tutto...

Popoli che si ribellano al neoliberismo e popoli che difendono governi popolari. Riflessioni su Ecuador e Venezuela

E-mail Stampa PDF

ecuador rivoltedi Fabrizio Verde
da lantidiplomatico.it

La sollevazione popolare in Ecuador scatenata dalla volontà del presidente Lenin Moreno di implementare un pacchetto di misure antipopolari richieste dal Fondo Monetario Internazionale ci porta ad effettuare alcune necessarie riflessioni. 

Innanzitutto basta vedere chi sostiene Lenin Moreno e condanna la rivolta popolare per comprendere come questa sia una spontanea rivolta popolare contro l’infame ritorno in Ecuador del neoliberismo più selvaggio dopo che questo era stato bandito dai governi guidati da Rafael Correa. Un decennio di rara stabilità politica per l’Ecuador dove il paese andino cresceva economicamente e il popolo migliorava le proprie condizioni materiali di vita. 

Leggi tutto...

Manifesto del Partito Comunista dell'Ecuador

E-mail Stampa PDF

pc ecuador simboloPartito Comunista dell'Ecuador (PCE)
solidnet.org

da resistenze.org

Traduzione per Resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare

Di fronte al Decreto presidenziale di applicazione immediata e Riforma economica presentato il 1° di ottobre del presente anno 2019, il Partito Comunista dell'Ecuador manifesta il suo assoluto rifiuto al contenuto reazionario e antipopolare del Decreto che vuole scaricare sul popolo ecuadoriano il peso della grave crisi economica che attraversa il paese in conseguenza della consegna delle entrate fiscali e economiche agli imprenditori e oligarchi nazionali.

Leggi tutto...

Una "storia del comunismo" per combattere il revisionismo

E-mail Stampa PDF

pascale storiadelcomunismoDalle ceneri di In difesa del socialismo reale e del marxismo-leninismo, sorge una II edizione rinnovata nella professionalità, nello stile e anche nel titolo:

A. Pascale (a cura di), Storia del Comunismo. Le lotte di classe nell'era del socialismo (1917-2017), 2 voll., ottobre 2019 (pp. 2278).

L'opera è divisa in due volumi, ripartiti a loro volta in due tomi. Di seguito uno schema con la struttura generale:

Leggi tutto...

C’erano gli F-35 nell’agenda segreta di Pompeo a Roma

E-mail Stampa PDF

f35 fabbricadi Manlio Dinucci

Mike Pompeo, al simposio in Vaticano (1° ottobre), tiene il discorso  su «Dignità Umana e Fede nelle Società Libere»

Il caccia stealth F-35 si rende invisibile non solo ai radar ma anche alla politica: nei comunicati degli incontri del segretario di stato Usa Mike Pompeo a Roma non ce n’è traccia. Il Corriere della Sera rivela però che Pompeo ha richiesto all’Italia di pagare gli arretrati sui caccia acquistati e di sbloccare l’ordine per un ulteriore acquisto, ricevendo da Conte l’assicurazione che «saremo fedeli ai patti».

Leggi tutto...

La manipolazione delle elezioni nell’Impero: analisi più ravvicinata

E-mail Stampa PDF

usa bandiera dettagliodi Mark Epstein

L’ala Dem della Duopoly già da mesi o anni (relativamente all’arco di preparazione per le prossime presidenziali si potrebbe dire “da sempre”) ha puntato tutto, in maniera classica per quanto concerne le tattiche, retoriche e strumenti propagandistici delle due ali dell’oligarchia, sulla demonizzazione dei repubblicani ed ovviamente in particolar modo di Trump e di quei repubblicani che lo sostengono a Washington.

In realtà questa tattica della demonizzazione reciproca è una pratica decennale delle campagne elettorali imperiali, limitate intenzionalmente ed ad hoc alle due ali della Duopoly. Ma nel caso di Trump e dello ueber-complottismo legato a “Russiagate” la tattica ha senz’altro visto una personalizzazione ed una escalation piuttosto notevoli.

Leggi tutto...

Xi dice che nessuna forza può mai sminuire lo Stato della Cina

E-mail Stampa PDF

xi jinping bandierapccda womenofchina.cn

2 ottobre 2019
Editore: Sandy Zhu

Traduzione di Marco Pondrelli

Nessuna forza potrà mai minare lo status della Cina o impedire al popolo cinese e alla nazione di marciare avanti, ha detto il presidente Xi Jinping, martedì, nella giornata nazionale cinese.

Xi, che è anche segretario generale del Partito Comunista Cinese e presidente della Commissione Militare Centrale, ha fatto le osservazioni in un discorso pronunciato in un grande raduno nel centro di Pechino per celebrare il 70° anniversario della Repubblica Popolare Cinese (RPC).

Leggi tutto...

Hong Kong: la truffa della libertà

E-mail Stampa PDF

hongkong massadi Simone Lombardini
da mysterionweb.wordpress.com

Sono persuaso che un tratto caratteristico di tutte le classi dominanti di ogni tempo sia l’ipocrisia. Sicuramente lo è delle élite occidentali contemporanee. Ma del resto già Gesù ne faceva uno dei principali motivi di rimprovero alla casta politico-sacerdotale ebraica duemila anni fa. Forse perché, pur essendo ognuno di noi ipocrita, il potere utilizza l’ipocrisia come strategia di difesa, attacco, manipolazione. Dai tempi di Gesù non è poi cambiato nulla e le genti del XXI secolo non mostrano maggiore accortezza di quelle dei secoli passati. Ciò è un male enorme. È curioso il modo in cui in Occidente il sistema riesce a mobilitare milioni e milioni di uomini, che sia a Hong Kong o per Greta, bloccando ogni vero tentativo di rivoluzione di esso (ammesso che ce ne sia o ce ne sarà mai uno). Chissà cosa penserebbe il signor Gustave Le Bon. Buona lettura.

Leggi tutto...

Bruxelles e Marzabotto: la doppia faccia di Sassoli

E-mail Stampa PDF

sassoli marzabottodi Maria Morigi

Alle celebrazioni per il 75° anniversario della strage di Marzabotto, il presidente del Parlamento Europeo, David Sassoli dice: “Equiparazioni improprie minano la nostra identità”…“Revisionismi superficiali o interessati a giustificare quello che non può essere giustificato, provocano la perdita della nostra identità, e non rendono giustizia, ad esempio, a quanti nelle formazioni partigiane comuniste e nel Partito comunista italiano hanno lottato insieme ad altri democratici per la nostra libertà, e hanno contribuito alla nascita della Repubblica. Invito i miei colleghi se vogliono vedere dove è nata l’Europa, a venire a Marzabotto”. Queste ardenti parole, che ci fa piacere ascoltare, sono indirizzate contro la recente Risoluzione europea che equipara nazismo e comunismo.

Leggi tutto...

Il golpe di Eltsin e Tienanmen

E-mail Stampa PDF

mosca 1993 carroarmatodi Giambattista Cadoppi

Scrive Chomsky a proposito del tentato golpe contro Gorbaciov del 1991: «In Russia il collasso economico ha portato molte sofferenze e privazioni, ed anche "fatica, cinismo, e rabbia, nei confronti dei politici, da Eltsin in giù" - scrive Brumberg - in particolare contro la ex nomenclatura la quale, come previsto, sta diventando una tipica élite del Terzo Mondo al servizio dei nuovi padroni stranieri. Un sondaggio d'opinione su cosa pensassero i russi del putsch dell'agosto del 1991, arrivò alla conclusione che una metà degli intervistati lo considerava illegale, un quarto lo approvava ed il resto non esprimeva in merito alcuna opinione. Il sostegno alle forze democratiche è limitato, non perché esista un'opposizione alla democrazia, ma per quel che essa diventa sotto il dominio occidentale» (Chomsky 1993) [1]. Alcuni mesi dopo, proprio Eltsin sciolse illegalmente l’Unione Sovietica, con perfetto tempismo “democratico” dato che solo pochi mesi prima la stragrande maggioranza della popolazione aveva votato per tenerla in vita. 

Leggi tutto...

«Si colora di verde un sistema intrinsecamente insostenibile»

E-mail Stampa PDF

inquinamento industriedi João Ferreira, eurodeputato del Partito Comunista Portoghese

da avante.pt

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

L'"azione per il clima", come già prima era avvenuto con lo "sviluppo sostenibile", è balzata al centro del discorso politico. Ma al di là delle parole d'ordine, della propaganda, della superficialità e persino dell'opportunismo nell'affrontare questi temi, cosa rimane?», si è chiesto João Ferreira, deputato del PCP al Parlamento europeo (PE), in un suo intervento.

Leggi tutto...

Gli eurodollari

E-mail Stampa PDF

dollari mazzetteL'ultimo editoriale di Guido Salerno Aletta

E’ stato inarrestabile, davvero un fiume in piena, il flusso dei capitali europei che da anni si è riversato negli Usa. Ed è per questo che Donald Trump continua a bacchettare la Fed, che terrebbe i tassi troppo alti rispetto alla Bce, che invece “paga” le banche affinché prestino denaro all’economia anziché pretendere tassi di interesse che al confronto di quelli praticati in Europa sono davvero stratosferici.

I dati del Tesoro americano non ammettono dubbi: nel mese di giugno del 2018, e rispetto solo ad un anno prima, gli investimenti di portafoglio in titoli statunitensi da parte degli undici principali Paesi aderenti all’euro risultano aumentati di ben 298 miliardi di dollari, arrivando ad un totale di 4.367 miliardi. L’importo in questione risulta più che raddoppiato, con un incremento di ben 2.292 miliardi, rispetto a quello in essere a giugno 2008: alla vigilia della grande crisi finanziaria era stato di soli 2.075 miliardi di dollari.

Leggi tutto...

Pagina 1 di 266