Periferia di Mosca: brillante affermazione dei comunisti russi nelle elezioni amministrative

E-mail Stampa PDF

a cura della redazione

La scorsa settimana, in tre distretti della periferia di Mosca (oltre 200.000 abitanti), si sono svolte le elezioni per eleggere i responsabili delle amministrazioni locali.

Si tratta di località, in cui si concentra una parte significativa del proletariato moscovita, e dove, al contrario di quanto avviene nel centro della capitale, che ha confermato nelle ultime tornate elettorali una vocazione “liberale”, il Partito Comunista della Federazione Russa appare radicato e, talvolta, anche egemone.

Ne è una conferma la brillante vittoria riportata nel più importante dei tre distretti, quello di Solnechnogorsky (circa 130.000 abitanti), dove il candidato comunista, Aleksandr Yakunin si è affermato con ben il 56,72% dei voti.


Per soli 11 voti, il rappresentante comunista, che ha raccolto il 33,7% dei consensi, non è riuscito a battere il candidato del partito governativo “Russia Unita”, nel distretto di Mozhaisk. Mentre nel distretto di Egorievsk, per la prima volta la candidata comunista, I. Kuranova, si è piazzata al terzo posto

Fonte: http://kprf.ru/party-live/regnews/126582.html