I comunisti britannici chiedono elezioni anticipate e il rispetto del voto a favore della Brexit

E-mail Stampa PDF

pc britaindi Partito Comunista Britannico (Communist Party of Britain)

da communist-party.org.uk

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

"I recenti avvenimenti nella Camera dei Comuni confermano che la Gran Bretagna sta attraversando una profonda crisi politica", ha dichiarato il segretario generale del Partito Comunista Robert Griffiths il 16 gennaio.

Stava parlando alla Commissione politica del partito seguita ai voti parlamentari contro l'accordo di uscita dall'UE del governo Tory e sulla mozione dell'opposizione laburista di "sfiducia" nel governo.

Leggi tutto...

Brutale repressione della mobilitazione di massa degli insegnanti da parte del governo

E-mail Stampa PDF

grecia repressionepameda resistenze.org

Partito Comunista di Grecia (KKE)
inter.kke.gr

Traduzione per Resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare

Il governo SYRIZA-ANEL ha risposto con una brutale repressione alle grandi ed energiche mobilitazioni degli insegnanti che hanno contraddistinto il loro sciopero di 24 ore dello scorso venerdì 11 gennaio 2019, contro il progetto di legge del governo per il nuovo sistema di assunzione-nomina in discussione al Parlamento. Come denunciano gli insegnanti, questo disegno di legge prelude al licenziamento di migliaia di insegnanti supplenti, attraverso i criteri adottati dal nuovo sistema.

Leggi tutto...

Risposta ad un attacco inqualificabile da parte della dirigenza della CGT

E-mail Stampa PDF

Annie Lacroix Rizdi Annie Lacroix-Rix (Professore emerito di storia contemporanea, Università di Parigi 7)

da historiographie.info

traduzione di Lorenzo Battisti per Marx21.it

Qualche giorno fa la Cgt, nel suo bollettino nazionale, ha messo tra i rosso bruni (i militanti di sinistra che simpatizzerebbero per posizioni di destra) la storica francese Annie Lacroix-Riz. Questo tipo di attacchi verso i militanti di sinistra e i comunisti accomuna ormai molti paesi occidentali. Conosciamo la compagna per essere uno dei pochi esempi di storici coerentemente marxisti, che hanno unito allo studio scientifico della storia, un coerente impegno personale anti imperialista, contro tutte le guerre che sono state scatenate negli ultimi anni, dalla Jugoslavia all’Irak, alla Libia.

Leggi tutto...

Appoggiamo la lotta del popolo venezuelano per la sovranità e la pace!

E-mail Stampa PDF

foratrump americalatinaDichiarazione del Centro Brasiliano di Solidarietà con i Popoli e Lotta per la pace (Cebrapaz)

da cebrapaz.org.br

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Il Centro Brasiliano di Solidarietà con i Popoli e Lotta per la Pace (Cebrapaz) respinge con forza la continua offensiva dei paesi del gruppo di Lima, allineati con l'agenda dell'imperialismo USA, contro la Repubblica Bolivariana del Venezuela. In una nota del 4 gennaio, i membri del gruppo, ad eccezione del Messico, hanno dichiarato di non riconoscere il governo del presidente Nicolás Maduro, legittimamente rieletto dal popolo venezuelano nelle elezioni del 2018.

Leggi tutto...

Il rossobrunismo

E-mail Stampa PDF

rosso colore macchiedi Alessandro Pascale

Perché anche un giornalista noto come Andrea Scanzi [1] si è soffermato sul tema del rossobrunismo, descrivendolo peraltro impropriamente come un neologismo? Approfittiamone per fare chiarezza da un punto di vista marxista sul tema, già trattato tangenzialmente in altre occasioni, come ad esempio nel passo seguente [2]:

«si è assistito in effetti anche a questa sottile strategia messa in atto negli ultimi anni in Italia: alcuni settori della “sinistra”, al fine di legittimare il prosieguo di un eclettismo ideologico “liberal”, hanno iniziato a tacciare di rossobrunismo tutti coloro che ponevano la contraddizione antimperialista come la contraddizione principale.

Leggi tutto...

La mobilitazione dei gilet gialli non si affievolisce

E-mail Stampa PDF

gilets jaunes Colmar 4di Remy Herrera

Tradotto per Marx21.it da Lorenzo Battisti

9 Gennaio 2019

Un primo punto, statistico, per cominciare: l'unica fonte per contare il numero totale dei partecipanti alla mobilitazione dei " gilet gialli" è, in Francia, il Ministero dell'Interno. Questo è di per sé estremamente problematico, in primo luogo perché la natura stessa di questo movimento rende impossibile un conteggio preciso; in secondo luogo perché lo Stato ricorre sempre più spesso a società private specializzate per effettuare questi conteggi, la cui indipendenza deve essere messa in discussione; e infine perché l'evidente interesse delle autorità è quello di ridurre questo numero, come fanno durante qualsiasi manifestazione organizzata dai sindacati - che generalmente forniscono una stima alternativa.

Leggi tutto...

Il «grande gioco» delle basi in Africa

E-mail Stampa PDF

esercito fucilieridi Manlio Dinucci 

I militari italiani in missione a Gibuti hanno donato alcune macchine da cucire all’organizzazione umanitaria che assiste i rifugiati in questo piccolo paese del Corno d’Africa, situato in posizione strategica sulla fondamentale rotta commerciale Asia-Europa all’imboccatura del Mar Rosso di fronte allo Yemen.

Qui l’Italia ha una propria base militare che, dal 2012, «fornisce supporto logistico alle operazioni militari italiane che si svolgono nell’area del Corno d’Africa, Golfo di Aden, bacino somalo, Oceano Indiano».

Leggi tutto...

Carige per noi

E-mail Stampa PDF

carige genovaRiceviamo dal compagno Claudio Bettarello e pubblichiamo come contributo al dibattito

In questi giorni, attorno alla vicenda Carige si sta alzando un gran polverone. Sembra quasi che il punto principale, certo quello che appassiona di più, sia la misura del grado di continuità tra i provvedimenti annunciati dal governo gialloverde e quelli messi in campo dai precedenti esecutivi di centrosinistra.

I commentatori economici mainstream ironizzano perché la furia iconoclasta dei grillini nei confronti dei banchieri si sarebbe rivelata l’ennesima eresia a scadenza elettorale; il PD, attraverso il ghigno di Renzi, chiede addirittura le scuse ufficiali; il governo (ed i 5stelle in particolare) provano a fare spallucce sparando la solita bordata di frasi ad effetto. Del resto, quando si costruiscono spettacolari fortune politiche in un certo modo è davvero difficile non pensare che, appena possibile, gli avversari ti rendano pan per focaccia.

Leggi tutto...

L’esito prevedibile di una manovra senza cambiamento

E-mail Stampa PDF

conte juncker euPubblichiamo come contributo alla discussione

di Bruno Steri, Segreteria nazionale PCI e Responsabile Economia

da ilpartitocomunistaitaliano.it

Già a fine ottobre, con la pubblicazione della Nota di aggiornamento del Documento di economia e finanza, così commentavamo quella che il governo annunciava come una manovra di “cambiamento”:

Leggi tutto...

Melenchon: "Alla base di tutto in politica c'è la questione della sovranità popolare"

E-mail Stampa PDF

melenchon bgPubblichiamo come contributo alla discussione

da lantidiplomatico.it

Senso Comune

Jean-Luc Mélenchon: «Nella France Insoumise, rifiutiamo la logica delle forze social-liberiste quando invocano l'"internazionalismo" come maschera del grande capitale. La parola internazionalismo sta a significare un accordo tra nazioni e tra popoli che sono organizzati democraticamente a livello nazionale. Le persone trascorrono molto tempo a discutere di nazionalismo e di internazionalismo, ma la scelta che affrontiamo più spesso è tra lottare a favore della sovranità popolare o contro di essa. Invocare l'Unione europea come organizzazione internazionalista equivale, a mio parere, a uno svuotamento di significato del termine. Per gran parte dell'Europa è il luogo in cui i diritti democratici si dissolvono.


Leggi tutto...

Rivoluzione in occidente e vincolo europeo. Riflessioni a margine di "Sovranità o barbarie" di Fazi e Mitchell

E-mail Stampa PDF

europa cieloscuroRiceviamo da Domenico Moro e volentieri pubblichiamo

Recentemente è uscito in libreria Sovranità o barbarie di Thomas Fazi e William Mitchell (Meltemi editore, euro 20,  pp. 315). Si tratta di un testo che raccomandiamo a chi sia interessato non solo ai temi dell’Europa, ma anche alla ricostruzione di una sinistra adeguata alla realtà attuale. A differenza della maggioranza dei testi sull’euro e sulla Ue, Sovranità o barbarie non parla solo di economia o soltanto di diritto e istituzioni europei. La riflessione svoltavi è interdisciplinare, offrendo una articolata sintesi delle implicazioni dell’integrazione europea, oltre che per l’economia, per lo Stato e le sue istituzioni, per i concetti di nazione e identità nazionale e soprattutto per la democrazia. Di semplice lettura, grazie a una prosa scorrevole e molto chiara, è un testo, però, mai banale, che guida il lettore attraverso un intreccio di questioni complesse e controverse, che riguardano il “che fare”.

Leggi tutto...

La povertà intellettuale di Saviano e l'esempio di Fidel Castro

E-mail Stampa PDF

fidel africaRiceviamo e volentieri pubblichiamo

di Francesco Fustaneo

«Nelle democrazie le forze dell'ordine vivono di quel delicatissimo equilibrio che si fonda sull'equidistanza tra le forze politiche. Al contrario, nelle dittature, i tiranni indossano sempre la divisa, che non è banale teatralizzazione del potere, ma serve a mandare un messaggio preciso: l'esercito risponde a me, a me soltanto e a nessun altro. Fidel Castro ha indossato la divisa nelle apparizioni pubbliche per decenni, la logica era la solita utilizzata nei paesi del socialismo reale: l'esercito è il popolo, io sono il capo dell'esercito, io sono il conduttore del popolo. Attaccare Fidel Castro significava avere l'esercito (e tutte le forze dell'ordine) contro. Fidel Castro dismise la divisa militare in rare occasioni: quando incontrò Giovanni Paolo II nel 1998 per esempio; in quel caso mise da parte il suo ruolo di caudillo e si sottopose a un possibile confronto che infatti portò alla liberazione di diversi detenuti politici.»

Leggi tutto...

Il “Gruppo di Lima” e l'aggressione al Venezuela

E-mail Stampa PDF

pc cileDichiarazione del Partito Comunista del Cile

da solidnet.org

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

In relazione alla recente dichiarazione del cosiddetto "Gruppo di Lima" di non riconoscere il legittimo mandato governativo del Presidente del Venezuela Nicolás Maduro, che inizia il 10 di questo mese, il Partito Comunista del Cile ha il dovere di sottolineare:

1.- Tale risoluzione del gruppo di Lima - che ha avuto l'onorevole eccezione del Messico - conferma solo il carattere antidemocratico e arrendevole di questa organizzazione internazionale soggetta ai mandati del governo degli Stati Uniti del Nord America.

Leggi tutto...

Di fronte alla crisi della globalizzazione imperialista.

E-mail Stampa PDF

xijinping rossoL’Anti-Trump: il pensiero di Xi Jinping sul socialismo con caratteristiche cinesi per una nuova era

di Andrea Catone, Direttore della rivista MarxVentuno

Sollecitato da una serie di domande postemi in un’intervista nel corso del IX Forum del Socialismo Mondiale – appuntamento ormai annuale organizzato in autunno a Pechino dal World Socialism Research Center presso l’Accademia Cinese di Scienze Sociali (CASS) e da altre organizzazioni politiche e culturali della RPC – propongo le seguenti riflessioni sul pensiero di Xi Jinping in merito all’ingresso del socialismo cinese in una nuova era.

Leggi tutto...

La Russia raccontata dal Corriere: Verifica

E-mail Stampa PDF

Da più parti si stanno mettendo in dubbio alcuni dati ed alcune notizie che il Corriere della Sera attraverso la penna di Federico Fubini ha riportato. Siamo particolarmente grati a Marco Bordoni per averci dato la possibilità di utilizzare i suoi commenti. Questi ultimi sono stati fatti via twitter però, nonostante non siano ordinati in un articolo, hanno un grande valore.

Oggi si parla spesso di fake news e fact checking sarebbe il momento per la grande stampa italiana di interrogarsi seriamente su questi problemi. Continuare a ripetere la solita litania filo-atlantista senza preoccuparsi di ricercare la verità nei fatti è uno dei motivi per cui i giornali in Italia sono sempre meno letti e, forse, è uno dei motivi che fa crescere la disaffezione rispetto alla politica.

Leggi tutto...

Università di Milano e Napoli e il sorprendente corso contro la “cultura dell’odio”

E-mail Stampa PDF

universita odiodi Francesco Santoianni

da lantidiplomatico.it

Ovviamente, pagata con soldi nostri (Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo - Ministero degli Esteri), un’altra iniziativa di “Un ponte per…”: “reAzioni Culturali” finalizzata a “gestire in modo non violento i conflitti che possono sorgere tra nativi e immigrati, favorendo percorsi formativi e informativi che contribuiscano alla crescita di cittadini/e globali per i quali la diversità, declinata come pluralità di identità culturali, rappresenti una risorsa”. Un corso di formazione, per ora riservato agli studenti delle sole università di Milano e Napolipubblicizzato come “Una risposta concreta alla cultura dell’odio”.

Leggi tutto...

Macron rafforza la presenza coloniale della Francia in Africa

E-mail Stampa PDF

macron saheldi Mauro Gemma per Marx21.it

La visita del presidente francese nel Ciad è avvenuta in coincidenza con l'intensificarsi della crisi sociale nel suo paese e con l'annuncio da parte di Trump di un possibile disimpegno militare statunitense in Siria.

Mentre il governo di Parigi era impegnato a fronteggiare la rivolta dei “gillet gialli” in Francia, il 22 e 23 dicembre dell'anno appena trascorso, il presidente Macron si recava nel Ciad, dove ha promesso di rafforzare la già impressionante presenza militare del suo paese nel Sahel, con l'abituale pretesto della “lotta contro il terrorismo".

Leggi tutto...

Cos’è lo spread?

E-mail Stampa PDF

spread largeUn bell'articolo di Emmanuele Fiorella.

di Emmanuele Fiorella

da agambatesa.com

Lo spread è la differenza fra i tassi di interesse dei titoli di stato a 10 anni tedeschi ed italiani. Il tasso di interesse indica la resa del titolo, in poche parole, indica ilprofitto derivante dall’acquisto dei titoli di stato. Per i più ‘ferrati’ il tasso di interesse indica il guadagno in conto capitale che può essere raggiunto dopo un certo periodo o tramite uno scarto nel pagamento del titolo o tramite cedole periodiche.

Leggi tutto...

Italia e Ue votano per i missili Usa in Europa

E-mail Stampa PDF

sangiorgio onudi Manlio Dinucci

Presso il Palazzo di Vetro delle Nazioni Unite, a New York,  c’è una scultura metallica intitolata «il Bene sconfigge il Male», raffigurante San Giorgio che trafigge un drago con la sua lancia. 

Fu donata dall’Urss nel 1990 per celebrare il Trattato Inf stipulato con gli Usa nel 1987, che eliminava i missili nucleari a gittata corta e intermedia (tra 500 e 5500 km) con base a terra. Il corpo del drago è infatti realizzato, simbolicamente, con pezzi di missili balistici statunitensi Pershing-2 (prima schierati in Germania Occidentale) e SS-20 sovietici (prima schierati in Urss). 

Leggi tutto...

Dov’è la sinistra francese nelle lotte attuali ?

E-mail Stampa PDF

giletjaunes champselyseesContinuiamo ad occuparci del fenomeno dei 'gilet gialli' con un articolo di Remy Herrera.

Traduzione di Lorenzo Battisti 

di Rémy Herrera

(venerdi 28 dicembre 2018)

Molti gilet gialli lo dicono più e più volte: non hanno leader; e non li vogliono. La spontaneità ha le sue virtù, e il suo fascino, certo, ma anche i suoi limiti e le sue illusioni, portatrici dei pericoli più terribili. La storia contemporanea ha mostrato a più riprese, dalla Rivoluzione Spartachista tedesca alle recenti rivolte della "Primavera araba".

Leggi tutto...

Pagina 1 di 240