"Le aspettative russe su Trump si sono dimostrate infondate”

"Le aspettative russe su Trump si sono dimostrate infondate”

da kprf.ru

Intervista a Aleksey Plotnikov, della Scuola Superiore di Economia di Mosca

Continua...
Qualcuno era revisionista...

Qualcuno era revisionista...

di Isabel Vileya

Uno degli attuali compiti delle socialdemocrazie riformiste europee consiste nello svuotare di contenuto processi e figure della storia comunista, abbassarne il profilo, per poter risalire, con una competizione al ribasso, la scala di indegnità in cui la sinistra emersa dall'eurocomunismo…

Continua...
Dal PRC al marxismo-leninismo

Dal PRC al marxismo-leninismo

di Alessandro Pascale

Pubblichiamo la lettera di Alessandro Pascale al PRC allegando anche la bozza del documento due (dell'ultimo congresso del PRC), scritta dallo stesso Pascale, prima della sua modifica.

Continua...
La favola occidentale che condanna Libia e Siria al caos

La favola occidentale che condanna Libia e Siria al caos

di Fabio Mini

Pubblichiamo un articolo del generale Fabio Mini su Siria e Libia. Un riflessione interessante e certamente non omologata

Continua...
Frontpage Slideshow | Copyright © 2006-2011 JoomlaWorks Ltd.

"Le aspettative russe su Trump si sono dimostrate infondate”

E-mail Stampa PDF

Trump address to joint session of Congress 2Intervista a Aleksey Plotnikov, della Scuola Superiore di Economia di Mosca

da kprf.ru

Traduzione dal russo di Mauro Gemma per Marx21.it

L'incontro tra Vladimir Putin e Donald Trump avrebbe dovuto svolgersi almeno un anno fa, ma è stato bloccato da un conflitto aperto tra il neoeletto presidente degli Stati Uniti Donald Trump e la maggior parte dell'élite politica americana rappresentata nell'attuale Congresso e nel Senato degli Stati Uniti. È a causa di questo conflitto che una tale valutazione da parte dei media americani e dei politici americani è stata presente nel vertice di Helsinki, che si è svolto il 16 luglio di quest'anno.

Leggi tutto...

Qualcuno era revisionista...

E-mail Stampa PDF

allende campagnadi Isabel Vileya, Movimiento por la Dignidad Popular, Chile

Riceviamo e pubblichiamo

Uno degli attuali compiti delle socialdemocrazie riformiste europee consiste nello svuotare di contenuto processi e figure della storia comunista, abbassarne il profilo, per poter risalire, con una competizione al ribasso, la scala di indegnità in cui la sinistra emersa dall'eurocomunismo si è collocata nei gradini più infimi.

La tattica goebbelsiana di agitare una falsità sino a convertirla in "opinione della maggioranza" è diventata prerogativa della sinistra, che ancora gode di certa indiscussa reputazione e onorabilità come unico vestigio della leggendaria onestà comunista.

Leggi tutto...

Dal PRC al marxismo-leninismo

E-mail Stampa PDF

prc bandiera 01Pubblichiamo la lettera di Alessandro Pascale al PRC allegando anche la bozza del documento due (dell'ultimo congresso del PRC), scritta dallo stesso Pascale, prima della sua modifica.

[Quella che segue è la lettera di dimissioni da ogni incarico dirigente ricoperto nel Partito della Rifondazione Comunista, con conseguente mia uscita dall'organizzazione]

Milano, 14 settembre 2018

Per spiegare le ragioni che mi portano a lasciare il Partito della Rifondazione Comunista vorrei approfittare per tracciare il più brevemente possibile il mio percorso politico e formativo, al fine di offrire uno stimolo di riflessione sulle modalità con cui un giovane di provincia sia potuto passare da una generica appartenenza alla “sinistra” alla coscienza della necessità di recuperare il marxismo-leninismo.

Leggi tutto...

La favola occidentale che condanna Libia e Siria al caos

E-mail Stampa PDF

siria esplosione casePubblichiamo un articolo del generale Fabio Mini su Siria e Libia. Un riflessione interessante e certamente non omologata

di Fabio Mini
Il fatto quotidiano 7 settembre 2018

Se si volesse essere onesti, per Libia e Siria si dovrebbe coniare una medaglia speciale dedicata all’inadeguatezza politica. Non a quella dei libici e dei siriani, ma a quella di tutti coloro che finora hanno provocato, sostenuto, favorito e combattuto per il cambio di regime dei due paesi. E tali candidati non sono né libici né siriani. In questi giorni i due paesi stanno vivendo l’ennesima fase parossistica di un processo apparentemente opposto, ma a ben vedere speculare: in Siria il regime di Bashar al Assad (più o meno sostenuto da Iran e Russia), tenta di riassumere il controllo del territorio nazionale facendo piazza pulita degli ultimi capisaldi ribelli, in Libia alcune forze ribelli tentano di fare piazza pulita dei governi fantoccio e fantasma voluti dalla cosiddetta comunità internazionale.

Leggi tutto...

Trend positivo

E-mail Stampa PDF

di Demostenes Floros | da aboutenergy.com

English version

La crescita dei prezzi è stata incentivata soprattutto da tre fattori, il crollo delle esportazioni iraniane, il calo delle scorte commeriali USA e il deprezzamento del dollaro.

Il trend petrolifero e valutario

Ad agosto, i prezzi del petrolio sono aumentati. In particolare, la qualità Brent North Sea ha aperto le negoziazioni a 72,53 $/b e le ha chiuse a 77,8 $/b, mentre il West Texas Intermediate ha aperto le transazioni a 67,79 $/b, concludendo a 70,01 $/b. Nel momento in cui scriviamo, il Brent viene scambiato a 79,15 $/b e il WTI a 69.47 $/b a causa dei tumulti in Libia.

Leggi tutto...

Dopo Chávez. Come nascono le bandiere

E-mail Stampa PDF

colotti dopochavezPubblichiamo la recensione di Carlo Amirante sull'ultimo libro di Geraldina Colotti

di Carlo Amirante, recensione al libro di Geraldina Colotti

Contro il corus line che crocifigge il presidente del Venezuela Maduro e le sue politiche Geraldina Colotti ha ricostruito sulla base di eventi e fatti spesso vissuti in prima persona, dunque al di là di posizioni preconcette e acriticamente ideologiche, la situazione oggettivamente difficile se non drammatica del Venezuela e della sua economia.

Con questo volume-inchiesta, che segue il precedente dal titolo Talpe a Caracas (2012), l’autrice ritorna a fare il punto sulla situazione economica, sociale e politico-costituzionale del Venezuela. Di un paese, cioè, che con la rivoluzione chávista e l’appoggio di Cuba (sostenitrice del nuovo corso bolivariano soprattutto nelle politiche sanitarie e culturali) aveva tentato, anche con la fondazione dell’ALBA (l’organizzazione politico-economica dei paesi latino-americani, volta a stabilire rapporti di solidarietà e cooperazione fra gli stati membri) di ridare autonomia e dignità politica e sociale alle popolazioni latino-americane.

Leggi tutto...

Perché sono lugubri i silenzi europei sulle proposte di Paolo Savona

E-mail Stampa PDF

paolo savona e1527321072507Pubblichiamo ampi stralci dell'editoriale di Guido Salerno Aletta apparso su Milano-Finanza del 15 settembre

E’ sempre così: non se ne parla nemmeno. Gelo e silenzio, silenzio e gelo: quando vengono presentate proposte strutturate per l’abbattimento del debito pubblico italiano con procedure straordinarie, si erige un muro. Sembra che accada anche stavolta, nonostante si tratti di una iniziativa ufficiale del Ministro per gli Affari Europei Paolo Savona, che l’ha formalizzata nell’ambito di un documento assai più complesso, intitolato “Una politeia per un’Europa diversa, più forte e più equa”. Diplomaticamente parlando, è il consueto fin de non-recevoir: non si entra neppure nel merito della questione.

Leggi tutto...

Lavorare insieme per uno sviluppo comune e un futuro condiviso - Discorso programmatico di Xi Jinping

E-mail Stampa PDF

xijinping rossoPubblichiamo la traduzione dell'intervento tenuto dal Presidente cinese Xi Jinping al forum sulla cooperazione Cina-Africa.

Traduzione di Marco Pondrelli
da allafrica.com

Pechino - Il Presidente cinese Xi Jinping ha tenuto il discorso d'apertura del vertice di Pechino 2018 del Forum sulla cooperazione Cina-Africa (FOCAC), tenutosi lunedì. Di seguito è riportato il testo integrale del discorso:

Sua Eccellenza il Presidente Matamela Cyril Ramaphosa, Sua Eccellenza il Presidente Paul Kagame, Presidente dell'Unione Africana, Illustri capi di Stato e di governo, Illustri capi delegazione, Sua Eccellenza Antonio Guterres, Segretario Generale delle Nazioni Unite, Sua Eccellenza Moussa Faki Mahamat, Presidente della Commissione UA, Signore e Signori, Amici,

Leggi tutto...

Sulla decisione del Parlamento Europeo relativa all'Ungheria

E-mail Stampa PDF

europa ungheriada pcp.pt

Traduzione a cura di Clara Statello

Il PCP denuncia e condanna fermamente gli attacchi alla democrazia, ai diritti sociali, alle libertà e garanzie fondamentali dei cittadini d'Ungheria. Ma il PCP rigetta anche che, con il pretesto di questa situazione - che rispecchia, altresì, le stesse politiche della UE - l'UE cerchi di aprire il cammino ad una recrudescenza di minacce, ricatti, imposizioni e sanzioni contro gli stati e i suoi popoli.

E' proprio il consolidamento del carattere sovrannazionale della UE e delle sue politiche - determinate dalle grandi potenze interne e dai grandi interessi economici -, la crescente violazione della sovranità nazionale e dei diritti sociali, che stanno spianando la strada all'avanzata dell'estrema destra e delle forze fasciste in Europa.

Leggi tutto...

Patria e Costituzione: un'iniziativa da non perdere di vista

E-mail Stampa PDF

fassina patriaecostituzioneRiportiamo questa interessante riflessione di Bruno Steri sull'incontro di Patria e Costituzione dell'8 settembre

di Bruno Steri, Segreteria nazionale PCI

Sabato 8 settembre scorso si è svolto a Roma (dalle 10 e 30 alle 17,00) l'incontro "Patria e Costituzione" indetto da Stefano Fassina, avente l'obiettivo prioritario di costituire l'omonima associazione. Dopo l'introduzione dello stesso Fassina, ci sono state 5 relazioni (D'Attorre, Santomassimo, Giacché, D'Antoni, Preterossi) e una serie di interventi già annunciati sul manifesto di lancio dell'iniziativa. Il Pci non ha fatto parte del gruppo promotore ma è stato presente con due membri della segreteria nazionale (il sottoscritto e il compagno Francesco Della Croce).

Leggi tutto...

Lettera aperta all'ARCI e agli organizzatori della marcia della Pace, Perugia-Assisi del 7 ottobre 2018

E-mail Stampa PDF

palestina bandiera uomoNon volevo credere i miei occhi mentre leggevo l’articolo che ha postato il mio amico sardo Franco Uda, oggi 10/9/2018, sul mio profilo di FB, dal titolo: 7 OTTOBRE: UNA MARCIA DI TUTTI E PER TUTTI.

Leggendo l’articolo, mi invadeva un fuoco di rabbia, vorrei ancora non crederci, ma purtroppo la rassegnazione alla sconfitta finale e totale del campo progressista- democratico e di quella che fu la “sinistra” in questo paese è inevitabile. Ho constatato l’amara realtà e mi convinco che questo mondo sarà sempre gestito e dominato dalle forze reazionari, e l’organizzazione e la partecipazione alla “Marcia di tutti” ne è triste prova. 

Leggi tutto...

Smagliante successo dei comunisti russi nelle ultime elezioni amministrative

E-mail Stampa PDF

pcfr FlagCommento di Ivan Melnikov, Primo Vicepresidente del Partito Comunista della Federazione Russa

da kprf.ru

Traduzione dal russo di Mauro Gemma per Marx21.it

Il 9 settembre in Russia c'è stata un'altra giornata di voto. In 80 regioni del paese, dove vivono quasi 65 milioni di elettori, circa cinquemila elezioni si sono svolte a diversi livelli. I risultati preliminari sono stati commentati da Ivan Melnikov, Primo Vicepresidente del Comitato Centrale del Partito Comunista della Federazione Russa, Capo dell'Ufficio elettorale del Partito Comunista della Federazione Russa:

Leggi tutto...

Sinistra e sovranismo, le fake news del 'Manifesto'

E-mail Stampa PDF

fake manifestodi Carlo Formenti

da MicroMega Blog

Non leggo più il “Manifesto” da quando si è trasformato in organo ufficiale della sinistra “pariolina” (cioè da più di dieci anni) mi capita però di incocciare ancora in qualche articolo pubblicato dal quotidiano (ex)comunista perché lo trovo linkato su Facebook, o citato da altri siti (cioè raramente, non avendo molti amici nell’area clintoniana). In tali occasioni mi capita quasi sempre, non di incazzarmi (l’incazzatura scatta se le stupidaggini arrivano da persone che stimiamo), ma di stupirmi per ogni nuovo “salto di qualità” sulla via del liberismo.

Leggi tutto...

In Italia la più grande polveriera Usa

E-mail Stampa PDF

The Liberty Passiondi Manlio Dinucci

L’8 agosto ha fatto scalo nel porto di Livorno la Liberty Passion (Passione per la Libertà) e il 2 settembre la Liberty Promise (Promessa di Libertà), che saranno seguite il 9 ottobre dalla Liberty Pride (Orgoglio di Libertà). Le tre navi ritorneranno quindi a Livorno, in successione, il 10 novembre, il 15 dicembre e il 12 gennaio.

Sono enormi navi Ro/Ro, lunghe 200 metri e con 12 ponti, capaci ciascuna di trasportare 6500 automobili. Non trasportano però automobili, ma carrarmati.

Fanno parte di una flotta statunitense di 63 navi appartenenti a compagnie private che, per conto del Pentagono, trasportano in continuazione armi in un circuito mondiale tra i porti statunitensi, mediterranei, mediorientali e asiatici.

Leggi tutto...

Tutto sarà dimenticato?

E-mail Stampa PDF

Tutti i crimini e le fake news dell’Asse delle Guerre dal 1991 a Libia e Siria in un unico documentario imperdibile! Il video si intitola "Tutto sarà dimenticato?"

La risposta dipende anche da te e dalla tua volontà di non piegarti alle ingiustizie e alle menzogne del nostro tempo. Buona visione!


Leggi tutto...

I pericoli del legame con Mosca

E-mail Stampa PDF

putin bandiereIl 31 agosto è apparso sul corriere della sera questo editoriale di Panebianco che esplicita le vere paure di un pezzo del potere italiano. Come già molti opinionisti avevano avvertito prima del voto la collocazione internazionale dell'Italia non è un tema in discussione e su quella il voto popolare non può decidere.

di Angelo Panebianco, da il Corriere della Sera

31 agosto 2018

l governo sembra sul punto di mettere in discussione le scelte pro - Occidente del 1948, sembra pronto a salpare verso lidi più orientali, sembra pronto a ridefinire la propria collocazione internazionale.

Leggi tutto...

Manifesto per la creazione di una rete di città dell'Europa meridionale interessate dall'industria del turismo

E-mail Stampa PDF

unioneinquilini logodi Michele Cirinesi

Riceviamo con richiesta di pubblicazione

L'Unione Inquilini è  impegnata a far conoscere, nelle varie città italiane, in cui è  presente , il manifesto che varie città  del mondo stanno proponendo contro la crescente trasformazione delle abitazioni in case ad uso turistico, pratica che riduce l'uso abitativo e accresce i prezzi dell'affitto del restante.

Ed è  per queste motivazioni , e in critica all'uso che molte amministrazioni hanno delle città, che vari movimenti di denuncia, mobilitazione e resistenza alla turistificazione in diverse città del sud dell'Europa stanno crescendo. 

Leggi tutto...

Riflessioni a sinistra

E-mail Stampa PDF

seta rossaRiceviamo da Francesco Fustaneo e volentieri pubblichiamo come contributo alla discussione

Oramai da più di un decennio la c.d. sinistra “radicale” è confinata in aree extra-istituzionali con percentuali elettorali irrisorie e come se ciò non bastasse è frammentata in tanti partiti, movimenti e correnti, spesso guidati da leader impalpabili.

E’ pacifico che utilizzando il termine “radicale”(di per sé comunque criticabile), si discerne quelle forze politiche comuniste o postcomuniste o comunque collocabili alla sinistra del P.D.; quest’ultimo ormai è rimasto un partito “di sinistra” solo per i media mainstream; è innegabile infatti che avendo propinato per anni politiche neoliberiste, abbattendo i diritti dei lavoratori e il welfare, tale compagine politica sia riuscita a realizzare per stessa ammissione dei suoi avversari, obiettivi prefissati però rimasti sempre preclusi alle stesse destre al governo.

Leggi tutto...

Intervento di Vladimiro Giacché all'assemblea di presentazione dell’associazione “Patria e Costituzione”

E-mail Stampa PDF

giacche libro poltronaPubblichiamo l'intervento di Vladimiro Giacché all'assemblea di presentazione dell’associazione “Patria e Costituzione” tenutasi a Roma l'8 settembre 2018

L’incontro di oggi ruota attorno a 3 parole: lavoro, patria e Costituzione

L’idea di fondo è che oggi il lavoro (gli interessi dei lavoratori) possa essere difeso soltanto attraverso un patriottismo costituzionale.

La patria di cui parliamo oggi ha una specifica genesi e una specifica configurazione storico/istituzionale: è la Repubblica nata dalla Resistenza antifascista e contro l’invasore nazista, una Repubblica che ha per l’appunto la Costituzione (i valori cui si ispira, i diritti che rende esigibili) quale architrave istituzionale e stella polare delle sue leggi e dell’operato dei suoi organi statuali.   

Leggi tutto...

Pagina 1 di 230